La Zamia

Esigenze idriche della zamia

La Zamia è una pianta tipicamente ornamentale, da appartamento, che può essere coltivata molto facilmente anche in vasi di media dimensione. È una pianta succulenta, che in natura si trova in luoghi in cui si alternano stagioni fortemente piovose a stagioni di siccità. Proprio per questo, essa tollera anche carenze d'acqua abbastanza prolungate. La frequenza di innaffiamento deve seguire le condizioni climatiche dell'ambiente circostante: con temperature tipicamente estive, l'acqua deve essere somministata in quantità più elevate (circa 3 volte a settimana), mentre con la progressiva diminuzione delle temperature anche l'acqua deve diminuire (fino ad 1 volta a settimana). L'acqua da utilizzare dev'essere piovana oppure demineralizzata, per evitare l'accumulo di calcio nelle radici; anche la temperatura ha un ruolo importante: non dev'essere né troppo fredda né troppo calda, per evitare shock termici. Qualsiasi sia il volume di somministrazione dell'acqua, è importante che essa non ristagni nelle radici, al fine di impedire il marcimento: per questo motivo, i sottovasi devono essere sempre asciutti, ed è opportuno scegliere un terreno sufficientemente drenante.
zamia in vaso

Pianta vera verde da interni ornamentale PIANTA DEGLI ZAMIOCULCAS DEI IN VASO 17 CM

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,5€


Come curare la zamia

zamia pianta La zamia è una pianta che cresce senza richiedere particolari attenzioni. È opportuno, in ogni caso, che sia adagiata in ambienti ben illuminati, privi di penombra, ma evitando la luce diretta del sole. Le temperature che massimizzano i ritmi di crescita delle foglie - naturalmente lenti per questa pianta - si aggirano intorno ai 20° C, ma riesce a tollerare anche temperature di 10° C. Per quanto riguarda le foglie, è bene eliminare quelle appassite o annerite, potandole nelle prossimità del punto di contatto con il tronco: in questo modo, la gemma che verrà esposta all'ambiente circostante permetterà la crescita di nuove foglie, talvolta più resistenti delle precedenti; saltuariamente, è buona abitudine nebulizzare poca acqua sulle foglie oppure pulirle delicatamente con un panno morbido, per eliminare i residui di polvere.

  • Disegno botanico di zamia tonkinensis La zamia è una pianta sempreverde, dalle foglie lussureggianti e verde lucido, che appartiene alla famiglia delle zamiaceae e all'ordine delle Cycadales, che è lo stesso cui afferiscono molte varietà ...
  • Piante sempreverdi La Zamioculcas zamiifolia è una pianta originaria del continente africano. Viene abitualmente coltivata in vaso ed è molto apprezzata, poiché non richiede particolari attenzioni. Le irrigazioni vanno ...
  • fiore di Anthurium L’Anthurium è una pianta famosissima e diffusissima che è molto apprezzata per il suo fogliame ed i suoi fiori molto decorativi. E’ una pianta erbacea fiorita, originaria delle zone subtropicali e tro...
  • malattiepianteappartamento Le piante da appartamento hanno esigenze simili alle piante da esterno. Necessitano dunque di adeguate concimazioni, irrigazioni ed esposizioni solari. Molte specie da appartamento sono in realtà pian...

Olive Grove - Pianta da interno, per ufficio o appartamento, varietà Chrysalidocarpus lutescens / Areca catechu / Palma, altezza 1,1 m

Prezzo: in offerta su Amazon a: 36,89€


Come e quando concimare la zamia

zamia furfuracea La concimazione della zamia è quella tipica delle piante succulente: sono richiesti concimi organici (come ad esempio il compost, carico di potassio e fosforo) durante la fase di sviluppo e concimi minerali (ricchi di ferro, zinco, rame, manganese e molibdeno) durante la fase vegetativa; è opportuno evitare concimi con una percentuale di azoto troppo elevata, e le sostanze dovrebbero essere disciolte nell'acqua di innaffiamento. La frequenza di concimazione è di circa una volta al mese. Il terreno da utilizzare per la messa a dimora dev'essere ben drenato e deve ricoprire il fusto per la quasi totalità. Ideali sono terreni argillosi e granulari, che impediscono il ristagno dell'acqua. Risulta necessario il rinvaso in contenitori più estesi quando la pianta occupa la quasi totalità della superficie del vaso.


La Zamia: Malattie, parassiti e rischi per la zamia

zamia pianta La zamia non è una pianta particolarmente esposta a rischi, per cui sono valide indicazioni di precauzione generali. Innanzitutto, le foglie danneggiate o appassite devono essere eliminate poiché la loro vulnerabilità può attrarre malattie o insetti parassiti. Anche periodi di siccità eccessivamente elevati possono rendere la pianta più vulnerabile all'attacco di precisi parassiti, in particolar modo alle cocciniglie (piccoli insetti di colore bianco), che possono essere eliminate seguendo sia metodi chimici - quindi con l'impiego di antiparassitari - sia metodi meno invasivi. Un metodo efficiente per eliminare le cocciniglie dalle piante è l'impiego di una goccia di alcol etilico su un batuffolo di cotone: attaccandole con l'alcol, esse verranno facilmente via sul batuffolo di cotone; è importante avere molta pazienza nell'effettuare l'operazione, perché gli insetti devono essere eliminati uno ad uno e ogni qualvolta si ripresentano.


  • zamia La zamia è una pianta sempreverde, dalle foglie lussureggianti e verde lucido, che appartiene alla famiglia delle zamiac
    visita : zamia
  • zamia pianta Buon giorno. Vorrei avere delle informazioni su come curare la mia "Zamioculcas". è collocata in casa, in una stanza abb
    visita : zamia pianta

COMMENTI SULL' ARTICOLO