Solanum capsicastrum

L'irrigazione del solanum capsicastrum

Questa pianta ha bisogno di irrigazioni costanti durante la primavera e l'estate; è necessario procedere quotidianamente, e fare in modo che il terreno non rimanga asciutto per troppo tempo. Nel corso del periodo autunnale ed invernale, invece, e in particolare se si verificano intense precipitazioni, le annaffiature vanno ridotte: in caso contrario, si rischierebbe di sottoporre l'esemplare a uno stress eccessivo e di andare incontro a ristagni idrici. Questi ultimi sono molto pericolosi, in quanto provocano diffusi marciumi dell'apparato radicale e, di conseguenza, danneggiano enormemente la pianta. Per l'irrigazione, in più, si suggerisce di utilizzare l'acqua piovana o quella demineralizzata, purché sia povera di calcare; un'alternativa è bollirla e lasciarla riposare per alcune ore prima di servirsene.
Solanum capsicastrum

Gardena attrezzature piccoli elettrodomestici giardino - tutto a colpo d'occhio, multicolore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Coltivazione e cura della pianta

Solanum pianta vaso Il Solanum capsicastrum si moltiplica tramite semina; i semi vanno collocati in un contenitore e ricoperti con terriccio amalgamato con della torba e con un'esigua quantità di sabbia. Il trapianto in giardino o in un recipiente più grande deve avvenire quando la piantina raggiunge un'altezza di circa 10-15 centimetri. Il terreno suggerito è ben drenato, proprio per evitare i suddetti ristagni d'acqua, lievemente umido e profondo; è indispensabile lavorarlo, prima dell'impianto, in modo da ammorbidire ed aerare le zolle e creare così migliori condizioni per lo sviluppo della pianta. Periodicamente, in giardino, va effettuata una pacciamatura con materiali organici, mentre la potatura deve essere praticata ogniqualvolta si presentino rametti secchi o malati, da recidere con cesoie affilate e disinfettate.

  • Camelia Avete idea di quante possano essere le piante da giardino? Sicuramente moltissime e tutte molto interessanti e degne di considerazione ma noi ci limiteremo ad illustrarvene alcune come l’azalea, piant...
  • attrezzi da giardino Quando si parla di attrezzi per il giardinaggio, occorre fare una netta distinzione tra gli attrezzi di un giardiniere professionista e quelli di chi ha solo una passione per la cura del giardino. in ...
  • amaca tonda L’amaca è un oggetto che non nasce in Italia, ma ha origine dagli indigeni del sud America, ed è stata portata in Europa dagli spagnoli. L'utilizzo originario era quello di un letto, si usava cioè per...
  • tavolo da giardino Chiunque ama la natura e il verde, quando ha anche solo un piccolo giardino, è senz'altro fortunato perché può respirare aria sana e ammirare la bellezza dei fiori. Non è possibile, però, pensare di u...

Telecomando Lampada Luci a LED 16-in-1 Natale decorazioni Impermeabile Spot illuminazione con Halloween Compleanno Fiocchi di neve Stelle Farfalle Cuori Foglie d'acero Trifoglio (16 Foglio)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 33,99€
(Risparmi 34,01€)


Come concimare il solanum

Solanum capsicastrum giardino La fertilizzazione deve avvenire ogni tre o quattro mesi circa, con un concime a rilascio lento; in alternativa si può utilizzare un prodotto liquido, da mescolare all'acqua delle annaffiature, ogni quindici giorni in estate. L'importante è fornire alla pianta i macroelementi di cui ha bisogno per una crescita ottimale, ovvero il potassio, il fosforo e l'azoto, più microelementi da somministrare in quantità minore, quali il magnesio, il ferro, il manganese ed il rame. Il potassio svolge un ruolo importantissimo, poiché aiuta l'assorbimento degli zuccheri e la sintesi delle proteine; il fosforo supporta il rafforzamento delle radici ed i processi del metabolismo; l'azoto, per concludere, incentiva l'accrescimento delle parti vegetative e la produzione di clorofilla. Nessuno di questi tre elementi deve mai mancare alla pianta.


Solanum capsicastrum: Esposizione, malattie e parassiti

Ragnetto rosso L'esposizione di questa pianta deve verificarsi in un luogo luminoso e riparato dai venti eccessivi; la temperatura ideale è di circa 20°C. Qualora il Solanum capsicastrum sia sottoposto a condizioni di sovrabbondante umidità, possono presentarsi malattie fungine come l'oidio, detto anche albugine, che si manifesta con una muffa bianca e che conduce al deterioramento generale dell'esemplare; la cura consiste in trattamenti a base di anticrittogamici. Come parassiti, invece, sono frequenti gli afidi ed i ragnetti rossi: i primi si nutrono della linfa perforando foglie e germogli, i secondi provocano la formazione di macchie e di aree necrotiche sul fogliame. In entrambi i casi si raccomanda di intervenire immediatamente, con prodotti naturali come, ad esempio, l'infuso d'aglio e il macerato d'ortica.



COMMENTI SULL' ARTICOLO