giardini inglesi

Giardini inglesi

Quello più famoso è il Royal Garden, a Buckingham Palace. Stiamo parlando dei giardini inglesi, veri e propri gioielli di architettura naturale. Creati per la prima volta, nel Settecento, dal famoso architetto Lancelot Brown, conosciuto come Capability Brown, i giardini inglesi si sono imposti in tutto il mondo come esempio di stile e di rara bellezza. Le loro forme e proporzioni rispecchiano un “disegno” armonico che si discosta totalmente dai giardini geometrici creati nell’antichità. Per il loro stile, i giardini inglesi sono serviti a coniare una vero e proprio metodo di realizzazione architettonica chiamato “giardino all’inglese”. I giardini inglesi sono diffusissimi in patria, ma anche gli altri Stati li adottano con grande “nonchalance”, facendoli diventare parte del loro patrimonio storico e culturale. Un giardino inglese, o all’inglese, si può visitare anche nel luogo più vicino a sé, senza necessità di recarsi in Inghilterra, dove comunque si trovano i giardini inglesi più belli del pianeta. Eleganza, natura e maestosità sono gli elementi principali dei giardini tipici del mondo anglosassone. I vari elementi naturali si fondono agli arredi e ad altri elementi semplici e accoglienti. Lo stile dei giardini inglesi può essere riproposto ovunque, anche nel proprio giardino di casa.
giardiniinglesi1

RASTRELLO AERATORE CON RUOTE E MANICO 120 CM ARIEGGIATORE GIARDINO PRATO INGLESE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,3€


Caratteristiche

giardiniinglesi2 Le caratteristiche principali del giardino all’inglese sono le sue proporzioni: estremamente semplici e non legate a criteri geometrici o architettonici. Un tipico giardino all’inglese è, infatti, composto da arbusti, piante a fiore, cespugli, monumenti, pagode, tettoie e specchi d’acqua; tutti disposti in un ordine naturale e senza regole fisse. Per le sue dimensioni imponenti, il giardino all’inglese può a volte assumere anche un aspetto elegante e maestoso, ma nulla sarà in grado di mutare la sua squisita semplicità naturale. La posizione dei vari elementi si adatta benissimo anche a un giardino di campagna, dove natura, tranquillità e piante si fondono con arredi essenziali ed accattivanti. Nel giardino all’inglese trovano spazio alberi da frutto, rose, piante aromatiche, tanti specchi d’acqua, come stagni o laghetti, e gazebo o tettoie. Le specie di piante che si possono coltivare in un giardino all’inglese sono tantissime e tutte utili a praticare il giardinaggio con passione e amore per la natura. In molti giardini inglesi, si assiste persino alla realizzazione di orti botanici dove le piante vengono studiate, classificate e censite. Nei giardini inglesi privati si possono coltivare piante da frutto per ricavare miele ed estratti con cui preparare tisane e decotti. Il tipico giardino all’inglese profuma di piante e a volte, spesso, di rose o della resina degli arbusti. Nel suo immenso silenzio, trovano spazio odori, profumi e sapori da ammirare e da usare per sé e per gli altri.

    RASTRELLO 11 + 21 DENTI AERATORE DOPPIO ARIEGGIATORE PER GIARDINO PRATO INGLESE

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,3€


    Giardini inglesi in Inghilterra

    Sarebbe scorretto non citare i giardini inglesi più famosi d’Inghilterra. Le loro origini, infatti, sono prettamente anglosassoni e solo dopo si sono estese anche al resto del mondo. La visita ai giardini d’Inghilterra può rivelarsi entusiasmante e utile per applicare nuove soluzioni estetiche al proprio giardino di casa. Pochi sanno che in Inghilterra, durante alcuni periodi dell’anno, i giardini più famosi sono aperti al pubblico per delle visite guidate. Un posto da vedere è Chatsworth House, dove è possibile passeggiare per ore e ammirare i daini. La bellezza dei "veri" giardini inglesi sta nella loro struttura, ricca di prati immensi, foreste boscose e fantastici giochi d’acqua. Da visitare anche i paesaggi di Audley End House , dove si trova l'Organic Kitchen Garden. In questo luogo si possono ammirare diverse varietà di alberi di melo, pero, prugno, mandarino e pesco. Per garantire e tutelare la produzione, questi alberi vengono anche coltivati in serra. Un giardino inglese dallo stile contemporaneo è quello di Alnwick, che propone stupefacenti giochi d’acqua e i magnifici getti delle Grandi Cascate. La sua vegetazione è caratterizzata, invece, da muschio e rose. Vari ibridi di rose sono coltivati e prodotti all’interno dell’orto botanico dello stesso giardino.


    giardini inglesi: Giardini inglesi in Italia

    I giardini inglesi sono ormai diffusi in tutto il mondo. Anche l’Italia non si è fatta sfuggire l’occasione di riproporli nelle soluzioni architettoniche adatte sia al pubblico che al privato. Famosi sono il giardino all’inglese di Palermo e quello della Reggia di Caserta. Maestosi anche i giardini reali di Monza, tutti realizzati in perfetto stile inglese. Da segnalare, anche il Parco Sempione a Milano, realizzato all’inglese e su cui si erge il rinomato Castello Sforzesco. Visitare i giardini inglesi italiani rappresenta un’esperienza interessante, sia sotto il profilo culturale che naturalistico. L’osservazione delle piante e degli ambienti naturali ci permette di conoscerli meglio e di rispettarli di più. Se poi si dispone del budget necessario, si può anche prenotare un viaggio in Inghilterra per ammirare i “veri” giardini inglesi e per imparare meglio, chissà, anche la lingua inglese.


    Guarda il Video
    • giardini inglesi Il giardino all’inglese nasce nel 700 e non usa più elementi geometrici per definire lo spazio del giardino bensì accost
      visita : giardini inglesi

    COMMENTI SULL' ARTICOLO