Giardino Torrigiani

Giardino Torrigiani

La presenza della torre potrebbe far credere che si tratti di un parco medievale. In realtà, questa magnifica area verde non c’entra nulla con il Medioevo, semmai con il Rinascimento, da cui trae origine. Stiamo parlando del Giardino Torrigiani, uno dei parchi privati più belli d’Italia. Il Giardino sorge all’interno delle mura di Firenze, attraversando via dei Serragli, via del Campuccio e la parte di mura di via Francesco Petrarca. Il giardino è composto da una torre chiamata Casino Torrigiani. La bellezza del giardino Torrigiani dipende dal suo stile, perfettamente all’inglese e correttamente aristocratico. All’interno, statue mitologiche che rappresentano diversi concetti, tra cui quello della morte e della resurrezione.

giardinotorrigiani

RIFUGIO NIDO CASA PER INSETTI BENEFICI IN LEGNO 48 X 31 X 10 CM CURA IL TUO GIARDINO E RENDILO VIVO DI INSETTI COME COCCINELLE, API, FARFALLE, UTILI PER L'IMPOLLINAZIONE E AVERE UN GIARDINO PERFETTO. HABITAT GIUSTO PER GLI ABITANTI DEL TUO GIARDINO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€


Storia

Il giardino Torrigiani esisteva già all’epoca dei Medici, ma non occupava la superficie attuale, circa dieci ettari. A realizzarlo, nell’Ottocento, fu il marchese Luigi Torriggiani, erede del Cardinale Ludovico Maria Torrigiani, che aveva inizialmente lasciato la proprietà al pronipote Pietro Guadagni. Il marchese acquistò i terreni vicini realizzando un parco che si estendeva proprio su una superficie di dieci ettari. Lo stile del giardino, progettato dall’architetto Luigi Cambray Digny e poi da Pietro Baccani, venne realizzato secondo lo stile all’’inglese, con geometrie perfette, aiuole e statue che si ispiravano ai temi dell’Arcadia e della Massoneria.

    Progettazione dondolo giardino altalena amaca modello di larice di legno: 'KUREDO-OD'

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 202,12€


    Struttura

    Giardino Torrigiani è idealmente diviso in tre aree: il giorno, la notte e la torre. Nel primo si trovano una statua di Osiride e altre statue classiche, tra cui una che rappresenta Seneca. Nel secondo, ai lati del prato, su una piccola collina artificiale, sorge un boschetto ombroso con un vano che simboleggia un forno crematorio. La torre, invece, venne costruita nel 1824. Alta ventidue metri, raffigura lo stemma dei Torregiani. Il giardino vero e proprio è infine realizzato secondo i canoni dello stile inglese. Ospita cinquemila piante in vaso (ananas, agrumi, rododendri e camelie ) e tredicimila piante a pieno campo tra cui magnolie, cipressi, pini e alberi da frutto. Visitando il giardino, tra gli alberi secolari, si possono incontrare piante come la sequoia sempervirens, il Ginkgo biloba, il Pinus excelsa, il Pinus strobus, un enorme Quercus robur, l’ Olea fragrans, molti Platani di grandi dimensioni, Cipressi di notevole altezza e boschi di Lecci. Presenti anche tre varietà di cedri: il Cedrus libani, l’ atlantica e deodora e il Fagus tricolor, molto grande e raro.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO