Villa Carlotta

Villa Carlotta

Si affaccia sul Lago di Como, a metà tra l’acqua e le montagne. Sembra un paradiso sospeso, anche nella sua immensa e stupenda concretezza. Sappiamo che state già immaginando il posto appena descritto. Non è difficile indovinarlo, perché si tratta di Villa Carlotta, uno dei tanti e bellissimi monumenti storici presenti sul territorio italiano. Villa Carlotta comprende un edificio nobiliare e un magnifico giardino botanico. Entrambi sono accessibili ai visitatori dietro contatto o prenotazione e pagando la relativa tariffa. Dentro i locali della Villa è scritta la Storia degli ultimi tre secoli d’Italia, ma anche la storia dell’arte internazionale. I locali della villa ospitano infatti tantissime opere di pregio, mentre gli esterni, adibiti a giardino botanico, contengono specie rare, esotiche e piante dalla rigogliosa fioritura.
villacarlotta1

Whirlpool Villa Carlotta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 831€


Caratteristiche

villacarlotta2 Villa Carlotta è un edificio nobiliare che si trova a Trezzano, in provincia di Como. L’edificio, costruito su tre piani, si affaccia sul Lago di Como. E’ infatti posto su una conca naturale dove dietro di vedono le montagne ammantate di verde. I piani della Villa sono tre, anche se quelli ben visibili sono due: il pian terreno e il primo piano. In realtà, quello che chiamiamo pian terreno e un vano rialzato o terrazzato, dove nella parte inferiore sorge uno splendido giardino botanico. I piani interni ospitano pregiatissime opere d’arte, sia pittoriche che scultoree. All’interno di Villa Carlotta trovano spazio opere del Canova (Palamede, Amore e Psiche, Tersicore, La Maddalena Penitente), di Thorvaldsen (L'ingresso di Alessandro Magno a Babilonia) e di Hayez (l'Ultimo addio di Romeo e Giulietta). Queste opere si possono ammirare proprio all’interno delle sale che le ospitano, oramai adibite a museo. Villa Carlotta si estende su una superficie di 70 mila metri quadri, che comprendono il giardino e le camere del museo. La parte esterna comprende anche una serra di agrumi ormai adibita a museo di antiche attrezzature agricole. Nella parte inferiore della Villa, proprio quella che si affaccia sul Lago di Como, sorge lo splendido giardino botanico, un’area che da sola copre parte della superficie complessiva della Villa. Il giardino è elegante, ampio, ma allo stesso tempo sobrio e lineare. Alcune zone sono realizzate nel perfetto stile dei giardini all’italiana, altre, come i giardini all’inglese. Villa Carlotta ospita tante attività, dall’intrattenimento, ai laboratori culturali e scientifici. In questo prezioso edificio si possono anche celebrare matrimoni civili o semplici promesse di matrimonio. Le sale sono adibite solo alle cerimonie, non ai banchetti.

    Cilio 293678 - Lanterna in acciaio INOX "Villa"

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 54,95€


    Storia

    Villa Carlotta venne costruita alla fine del Seicento da Giorgio II Clerici, appartenente a una nobile famiglia di Trezzano. I Clerici erano molto ricchi ed amavano lo sfarzo in tutte le sue forme. All’inizio dell’Ottocento, l’edificio divenne proprietà di Gian Battista Sommariva, politico del tempo e appassionato collezionista di opere d’arte. Fu proprio il Sommariva ad arricchire i piani inferiori dellaVilla con la galleria di opere d’arte ( quadri e sculture) che tutto il mondo ancora oggi ci invidia. Villa Carlotta prese poi il nome della figlia della principessa Marianna di Orange – Nassau, la nuova proprietaria della dimora, che la regalò alla giovane in occasione del suo matrimonio con il duca di Sassonia-Meiningen Giorgio II, appassionato di botanica. Fu proprio il marito di Carlotta a progettare e costruire l’immenso giardino botanico che fa da sfondo a una delle dimore più belle d’Italia. Il giardino si affaccia sul lago, mentre l’edificio, alle sue spalle, è arricchito dal verde delle montagne. Tutta la struttura permette anche di vedere la penisola di Bellagio, lembo di terra che fa parte di un comune montano. Il giardino botanico voluto da Giorgio II era per l’epoca il simbolo dell’amore per la natura. Anche se sfarzoso, venne progettato in maniera sobria e lineare, in coerenza con lo stile della Villa.


    Il Giardino

    Una delle principali attrazioni di Villa Carlotta è il giardino botanico. Esteso su quasi settemila ettari, vanta una posizione panoramica e un’abbondanza di stili che lo rendono attraente per qualsiasi visitatore. Una parte del parco è realizzata secondo i canoni del giardino all’italiana, quindi armoniosa e delimitata da siepi e balaustre, mentre un’altra parte segue i criteri del giardino all’inglese, con alberi secolari ad alto fusto e molto pregiati. Alla fine dell’Ottocento, il giardino venne arricchito da specie esotiche, piante rare, azalee, rododendri, palme, cedri, camelie, piante tropicali, felci, bambù, conifere e agrumi, oltre a 500 specie di piante fiorite che rispondono bene al clima della zona. Il bambù occupa una specifica area del giardino, area che viene definita proprio orto o “giardino di bambù”. Le camelie sono invece servite a creare delle bellissime siepi. Gli agrumi vengono coltivati in serra, mentre in estate, la stessa viene adibita a museo di attrezzi agricoli.


    Tariffe per visitarla

    La visita a Villa Carlotta prevede il pagamento di un biglietto di ingresso. Il costo del biglietto per gli adulti è di nove euro a persona, cinque per gli anziani. Gratuito, invece, l’ingresso per i bambini. Per comitive di adulti con 20 persone, il costo del biglietto è di 6,50 euro, che scendono a 3,50 se la comitiva è composta da una scolaresca.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO