Coltivazione arance

I primi passi

Il primo requisito da soddisfare per poter dar vita ad un'ottima coltivazione è sicuramente rappresentato dalla scelta del luogo in cui effettuare tale operazione: infatti, per una corretta coltivazione delle piante di arancio è fondamentale che le temperature, nel corso della stagione invernale, non scendano al di sotto della soglia di 0 gradi centigradi, anche in virtù del fatto che le condizioni ideali corrispondono ai 7 gradi minimi durante l'inverno e ai 28 gradi massimi durante la stagione estiva.

Come ben sappiamo gli aranci amari sono in grado di offrire un maggior livello di resistenza, anche se bisogna sottolineare come più o meno le condizioni sono uguali per tutti.

Il principale elemento che determina un'ottima coltivazione o meno è la scelta riguardante il terreno, che deve presentarsi decisamente leggero, molto sciolto, estremamente fertile e in grado di assicurare un'ottima disponibilità di acqua che, in ogni caso, deve riversarsi al suolo in modo estremamente veloce e, per tale ragione, è fondamentale cercare di evitare in tutti i modi la pericolosa formazione di ristagni idrici.

Un altro aspetto che bisogna certamente tenere in grande considerazione è quello corrispondente alle correnti d'aria: proprio per questo motivo, il vento può provocare un gran numero di danni alle piante, in particolar modo provocando la distruzione di frutti e fiori e, per tale ragione, deve essere sempre domato ed evitato.

La coltivazione delle arance, quindi, risulta perfetta nel momento in cui viene svolta in luoghi che presentano un clima temperato, in cui durante la stagione invernale non fa troppo freddo, potendo in questo modo lasciare le piante all'aperto, sempre in una collocazione che sia protetta nei confronti del vento.

coltivare arance

Donegal RockinNature oro, 20 kg, decorazione da giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,83€


Concimazione

arancePer quanto riguarda la concimazione, è bene sottolineare come sia sufficiente utilizzare una ridotta quantità di concime granulare, che deve essere collocata sulla parte superficiale del vaso, con una cadenza bimensile, nel periodo compreso tra gli ultimi giorni del mese di marzo ed i primi del mese di settembre.

E' fondamentale utilizzare il concime liquido per gerani, che si può tranquillamente diluire all'interno di circa 6-8 litri di acqua, ma è altrettanto importante leggere con grande attenzione le istruzioni scritte sulla bottiglia per regolarsi nel migliore dei modi con il dosaggio. Nella maggior parte dei casi, ad ogni modo, si utilizza tale concime una volta ogni settimana, nel periodo compreso tra il mese di marzo e quello di settembre.

Per quanto concerne l'irrigazione, invece, è importante mettere in evidenza il fatto che le piante di arancio sono in grado di resistere senza particolari problemi alla siccità: nel momento in cui, però, tale situazione si prolunga nel corso del tempo, provoca la perdita sia dei fiori che dei frutti.

Per fare in modo di garantire una migliore produzione, un altro suggerimento è sicuramente quello relativo alle irrigazioni regolari che devono essere effettuate nel corso del periodo compreso tra la stagione primaverile e quella autunnale.

E' fondamentale fare in modo di evitare gli eccessi e aspettare in ogni caso che il terreno si asciughi tra un'annaffiatura e quella successiva.

  • arance Tarocco Le arance Tarocco si caratterizzano per essere particolarmente diffuse sul mercato, riuscendo a garantire delle ottime produzioni.Tra le principali caratteristiche delle arance Tarocco troviamo la c...
  • Arancia di ribera L'arancia di Ribera, come si può facilmente intuire dal nome stesso che le è stato assegnato, è originaria di Ribera.La produzione di questa arancia targata DOP (chiamata anche Riberella) si caratte...

TERRICCIO PER AGRUMI SOLEVIVO MEDITERRANEO CONFEZIONE DA 50 LITRI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,75€


Potatura

Un'altra importante operazione che caratterizza la coltivazione delle arance è sicuramente rappresentata dalla potatura.

Le potature devono essere differenziate in due grandi categorie: nella prima rientrano le potature di allevamento, mentre nella seconda troviamo le potature di produzione.

Le potature di allevamento si devono effettuare nel corso dei primi anni di vita delle pianta dell'arancio: l'obiettivo fondamentale che si ha intenzione di raggiungere praticando questo tipo di potatura è sicuramente quello di dare alla pianta una forma ed una dimensioni in grado di soddisfare le proprie preferenze ed esigenze.

Nel caso, invece, delle potature di produzione, lo scopo è senza ombra di dubbio quello di ottenere il grado di fruttificazione più elevato.

La potatura di produzione, è importante ricordarlo, deve essere eseguita solamente una volta durante l'anno, nel momento in cui l'albero sta attraversando la fase di riposo vegetativo.

La messa a dimora, invece, deve essere seguita nel corso della stagione primaverile.


Coltivazione arance: Malattie

Tra i principali pericoli per le arance, così come per tutti agrumi, troviamo l'afide verde degli agrumi, le cui conseguenze più importanti sono rappresentate dagli accartocciamenti fogliari, ma anche dei deperimenti dal punto di vista vegetativo, così come la colatura dei fiori, nonché la cascola dei frutti, oltre a contrastare in modo netto la crescita dei germogli.

L'afide verde è uno dei principali pericoli per la pianta dell'arancio.

Un'altra insidia per le piante di arancio è rappresentata dalla mosca mediterranea della frutta, che produce dei danni sopratutto sui frutti.

Durante il periodo compreso tra la stagione estiva e quella autunnale, spesso un ulteriore pericolo può essere rappresentato dalla fillominatrice, le cui mine provocano uno sviluppo anormale, ma anche degli strani disseccamenti e la caduta delle foglie.

Il cotonello degli agrumi è un altro pericolo per l'arancio, anche perché va a colpire anche tanti altri agrumi, come il limone e il mandarino: va a infestare sopratutto i punti di contatto che collegano i diversi organi, quindi va a colpire le foglie, i frutti e così via.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO