Alberi da frutto

vedi anche: alberi da frutto

Gli alberi da frutto e la messa a dimora

Per mettere a dimora gli alberi da frutto occorre scavare una buca profonda 60-70 cm e arieggiare il suolo in modo da favorire l'attecchimento delle radici. A questo punto si sparge concime sul fondo e lo si mischia con il terreno, ricoprendo poi il tutto con uno strato di terriccio alto 15-20 cm. Si consiglia di posizionare un tutore per facilitare lo sviluppo della pianta; va mantenuto per i primi anni di vita della pianta e si elimina quando l'esemplare ha raggiunto un'altezza sufficiente e una certa robustezza. Prima di piantare gli alberi da frutto occorre potarne leggermente le radici. Sarebbe bene potare anche i rami più corti e quelli rovinati. A questo punto si deve comprimere bene il terreno e innaffiare abbondantemente. A seconda della specie coltivata la fruttificazione avviene in 2-3 anni.
Albero frutto

ALBERO DI AZZERUOLO ROSSO SICILIANO A RADICE NUDA - 1 METRO pianta vera

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8€


Come coltivare le susine

Albero susino I susini sono alberi da frutto rustici che sono originari dell'Asia Minore, tuttavia si adattano con ottimi risultati a ogni clima. Lo sviluppo e la produzione sono maggiori se si piantano gli esemplari in terreni profondi, ricchi di sostanze nutritive e ben drenati. Il susino raggiunge un'altezza di 4-8 m ed è sensibile alle gelate tardive e al vento; i fiori spuntano alkl'inizioni della primavera e sono bianchi. Devono trascorrere 2-3 anni dalla messa a dimora prima che la pianta fruttifichi. Durante il primo anno non bisogna intervenire con potature, in modo da lasciar sviluppare il susino. Successivamente si effettuano potature periodiche di contenimento e in grado di dare all'esemplare un aspetto armonioso e per areare i rami interni. Questi alberi da frutto necessitano di un terreno fertile per fruttificare, quindi si deve aggiungere i concime organico in primavera e in autunno.

  • potarealberifrutto1 Gli alberi da frutto hanno, in genere, delle dimensioni più grandi rispetto alle specie erbacee e cespugliose, anche se crescono in vaso. Gli alberi coltivati a fini produttivi possono assumere dimens...
  • albicocco L’albicocco è un albero da frutto tipico delle zone mediterranee. Gradisce climi temperati e si caratterizza per un’abbondante produzione fruttifera, dovuta alla fertilità dei suoi rami ed alla loro v...
  • Fiori pesco La potatura del pesco non è un'operazione semplicissima, poiché si tratta di un processo delicato e che necessita di molta cura, anche rispetto ad altri tipi di potatura. Procedere con l'eliminazione ...
  • Fichi L'albero del fico non si ottiene quasi mai a partire dalla semina. Questa operazione, infatti, nella metà dei casi genera piante improduttive per scopi alimentari. È più indicata la moltiplicazione pe...

1 PIANTA DI KAKI CACHI MELA ALBERO DA FRUTTO POLPA SODA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,9€


Come coltivare il pero

Alberi pero Il pero è una pianta autoctona del continente europeo e si sviluppa preferibilmente in terreni profondi, freschi e fertili; soffre invece in suoli pesanti, sabbiosi o calcarei. Questi alberi da frutto sono molto sensibili al forte vento e alla siccità, quindi vanno innaffiati regolarmente e messi a dimora in luoghi riparati. Queste piante si caratterizzano per avere una chioma piramidale e per il fatto di poter superare i 10 metri una volta raggiunta la maturità. I fiori bianchi spuntano ad aprile e, in base alla varietà, si effettua la raccolta dei frutti dalla fine del mese di luglio a metà ottobre. Tra le varietà più apprezzate e note ci sono la Williams e la Conference. La fruttificazione interviene dopo che è trascorso un periodo variabile di 2-4 anni dal momento in cui è stata piantato l'esemplare.


Alberi da frutto: Come coltivare l'albicocco

Rami albicocco frutti In natura esistono diverse specie di alberi da frutto, coltivate sia perché molto decorative che per scopi nutritivi. Gli albicocchi sono alberi da frutto provenienti originariamente dall'Asia Minore: per questo motivo necessitano di temperature abbastanza alte e sopportano bene gli effetti della siccità. Al tempo stesso non si sviluppano nelle zone umide. L'albicocco raggiunge una media altezza (6-8 metri al massimo per gli esemplari adulti) e possiede una chioma arrotondata che con il tempo diventa più larga. I fiori spuntano precocemente, tra la fine di febbraio e i primi di marzo, e sono di colore bianco. Bisogna fare attenzione alle gelate tardive, quindi questi alberi da frutto vanno riparati durante l'inverno e piantati in un luogo soleggiato. I frutti maturano dalla fine giugno a metà agosto in base alla varietà coltivata. Le piante vivono in ogni terreno, a eccezione di quelli argillosi e umidi.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO