Il Noce

vedi anche: noci cola

L'apporto idrico

Il noce è un albero che può raggiungere notevoli dimensioni, superando i 20-25m di altezza. Nei primi anni di vita della pianta dovremo intervenire con frequenza per garantire un apporto idrico costante. Con la crescita del noce che diventerà adulto dovremo intervenire solo quando le normali piogge stagionali si faranno attendere. Il noce è una pianta molto resistente che può sopportare l'assenza di acqua per brevi periodi durante l'estate. L'importante è che le precipitazioni non siano completamente assenti per più di 10-15 giorni. Durante la primavera e l'autunno è più che sufficiente lasciare che la natura faccia il proprio corso. Questa regola vale a tutte le latitudini d'Italia. Soltanto in estate e nei primi anni del ciclo vegetativo del noce potrebbe essere necessario un periodico intervento di irrigazione, specialmente nelle zone caratterizzate da un clima più torrido.
Noci

TRAPPOLA A FASCIA ADESIVA CONTRO IL VERME DELLA NOCE, MELA E PERA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,79€


Tecniche e cure per la coltivazione

Albero noce Il noce è una pianta che va messa a dimora durante l'inverno, in attesa della ripresa vegetativa nella nuova collocazione. Possiamo acquistare una pianta già sviluppata, coltivata per noi dal vivaista che ci consiglierà anche sui tempi e le modalità di trapianto. Non occorrerà fare una buca troppo profonda e sarà sufficiente interrare semplicemente le radici con tutto il pane di terra. Nei primi anni potrebbe essere necessario assicurare l'alberello ad un supporto, anche per favorire una direzione corretta dello sviluppo. Procederemo poi ad una prima potatura, che favorirà uno sviluppo vegetativo migliore e che ci consentirà di dare una forma adeguata alla chioma che diventerà molto grande. In fase di sviluppo dovremo evitare di potare spesso la pianta, con la tentazione di mantenerla a dimensioni piccole che sarebbero innaturali.

  • potarealberifrutto1 Gli alberi da frutto hanno, in genere, delle dimensioni più grandi rispetto alle specie erbacee e cespugliose, anche se crescono in vaso. Gli alberi coltivati a fini produttivi possono assumere dimens...
  • albicocco L’albicocco è un albero da frutto tipico delle zone mediterranee. Gradisce climi temperati e si caratterizza per un’abbondante produzione fruttifera, dovuta alla fertilità dei suoi rami ed alla loro v...
  • Fiori pesco La potatura del pesco non è un'operazione semplicissima, poiché si tratta di un processo delicato e che necessita di molta cura, anche rispetto ad altri tipi di potatura. Procedere con l'eliminazione ...
  • Fichi L'albero del fico non si ottiene quasi mai a partire dalla semina. Questa operazione, infatti, nella metà dei casi genera piante improduttive per scopi alimentari. È più indicata la moltiplicazione pe...

GoodFaith - Nucleo di Noce di Cocco, in Fibra di Cocco, per piantare Il Terreno e piantare Il Terreno Senza Terra, 1 kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,53€


Terreno ideale

Raccolta gherigli Il terreno ideale dove porre il nostro albero di noce è leggermente acido. Potremo prepararlo preventivamente con una vangatura. Andremo poi a mischiare del compost con il fertilizzante apposito o aggiungendo dei fondi di caffè che abbassano leggermente e naturalmente il ph del terreno. Eviteremo prodotti che arricchiscono esageratemene la terra e ripeteremo periodicamente la stessa fertilizzazione durante i primi anni di sviluppo del noce. Questa operazione potrà essere fatta semplicemente interrando un po' di materiale vicino alla pianta. Il terreno, poi, assorbirà da solo i nutrienti necessari. Durante il primo e secondo anno di vita del noce potrebbe essere utile pacciamare la terra, cioè aggiungere sfalci d'erba o cortecce alla base della pianta per proteggere l'apparato radicale. Dovremo anche sarchiare la terra liberandola dalle malerbe. Successivamente potremo lasciare sviluppare un bel prato intorno alla pianta adulta.


Il Noce: Clima e avversità

Albero noce Il noce può essere attaccato durante tutta la vita da parassiti, insetti e malattie. Afidi ed altri parassiti possono essere combattuti con l'utilizzo di antiparassitari specifici che possiamo acquistare nei vivai o nei negozi di giardinaggio. Altre malattie più gravi come il cancro del legno possono portare anche alla morte dell'albero dovendolo necessariamente rimuovere. I marciumi radicali e del colletto possono essere combattuti facendo molta attenzione ai pericolosi ristagni idrici che rappresentano un vero nemico per la salute dell'albero. il noce può crescere bene e garantire un'ottima resa produttiva in climi anche molto diversi tra loro, sia in pianura che ad altezze collinari, addirittura fino a 1000m. Viste le considerevoli dimensioni che raggiungerà è opportuno valutare bene la collocazione, per evitare di farlo crescere troppo ravvicinato a costruzioni in muratura o altri ostacoli.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO