Raccolta mele

Periodo raccolta mele

La mela sarà pronta per essere raccolta quando la quantità di zucchero e l'esterno della buccia avrà le giuste caratteristiche. Anche questo aspetto può subire delle varianti se le mele raccolte saranno destinate al consumo personale, oppure se dovranno essere commercializzate. La raccolta varia anche dalla qualità della mela. Si effettuerà la raccolta mele in periodi estivi se i frutti apparterranno alla varietà Gala, Ozark Gold o Gravenstein; nei periodi autunnali per le specie Granny Smith, Renette, Annurca, Red delicious, Golden delicious, Rome Beauty, Imperatore, Jonathan, Gloster, Elstar, Idared. Nella raccolta per uso personale, si dovrà avere l'accortezza di eliminare i frutti che presentino delle parti non completamente sane; nella raccolta destinata al commercio, le mele, oltre che essere prive di difetti, dovranno rispettare standard di pezzatura e colore.
Raccolta mele manuale

ROLL-IN MEDIUM - RACCOGLITORE UNIVERSALE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 50,98€


Raccolta mele: come staccare le mele dall’albero

Cassette di mele raccolte Per procedere alla raccolta mele e garantirne la giusta conservazione, bisogna seguire alcune regole. Per staccare il frutto dalla pianta, è necessario impugnare la mela con la mano, tirare girandoli verso l'alto, facendo molta attenzione che rimanga attaccato al frutto il peduncolo che lo teneva attaccato alla pianta. Il momento della giornata più adatto al raccolto è il mattino. In queste ore del giorno la temperatura si mantiene ancora bassa e la frutta non avrà assorbito il calore del sole. Anche perché, rispettando questa regole, le mele si conserveranno meglio. Al momento della raccolta, è bene riporre i frutti direttamente nei contenitori dove saranno conservati. Riducendo la manipolazione del frutto, non si correrà il rischio di ulteriori ammaccature. Questa operazione potrà avere delle varianti se le mele sono destinate ad un uso casalingo o immesse nel circuito di vendita.

  • pomodoro pachino Il pomodoro Pachino è massicciamente coltivato nella regione Sicilia e nell’Italia meridionale in genere; questo tipo di pomodoro è caratterizzato da una polpa molto gustosa e consistente, da frutti c...
  • cappero Il cappero, il cui nome scientifico è “Capparis spinosa L.”, fa parte della famiglia delle Capparidacee e rappresenta una delle pianta tradizionali degli ambienti mediterranei ed ha la caratteristica ...
  • santoreggia fiore La santoreggia domestica, che viene chiamata anche con il nome di santoreggia estiva, fa parte della famiglia delle Labiate, al genere Satureja ed alla specie hortensis.Si tratta di una pianta annua...
  • cannella pianta La cannella è una spezie esotica che si può ricavare dalla corteccia di due specie vegetali che fanno parte della famiglia delle Lauracee ed al genere Cinnamon: ecco spiegato il motivo per cui l'alber...

Cestello raccogli-frutta, utensile per giardinaggio, attrezzi agricoli, attrezzi da giardino, per la raccolta di mele, pera, pesca, per raccogliere mele, agrumi, pera, pesca

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,03€


Raccolta mele: come conservarle

Albero di mele Dopo avere effettuato la raccolta mele, dobbiamo pensare al loro mantenimento. Le mele possono essere conservate per lunghi periodi. Basterà osservare qualche piccola regola e potremo gustarle in ogni stagione. Per il loro mantenimento hanno bisogno di un luogo fresco, abbastanza umido e possibilmente buio. Una cantina che sia ventilata, è il luogo giusto dove conservarle. Se non dovesse esserci umidità a sufficienza, possiamo aumentarla mettendo dei contenitori d'acqua all'interno del locale. Le mele possiamo immagazzinarle in casse rivestite di segatura o cartone ondulato e sopra degli scaffali. Se le conserviamo in contenitori alti, bisognerà mettere del cartone ondulato tra uno strato e l'altro. Un accurato controllo settimanale della frutta, ci consentirà di togliere i frutti che saranno marciti, evitando il contagio con quelli sani.


Conservazione industriale raccolta mele

Conseravazione industriale mele Il metodo più diffuso per la conservazione industriale delle mele, è immagazzinarle in celle frigorifere refrigerate. Le temperature all'interno di questi locali permettono di mantenere inalterate sia la qualità che il peso della mela. Gli aerorefrigeranti istallati, sono progettati in modo da mantenere la giusta umidità ed evitare che la frutta secchi. Speciali ventilatori, danno un raffreddamento iniziale al prodotto. Per il successivo mantenimento, le temperature saranno più alte. Intervenire solo sulla temperatura della cella frigorifera, non è sufficiente a garantire l'inalterabilità delle mele. In questi ambienti, infatti, viene mantenuta l'anidride carbonica al 5% . Questo processo stabilizza il frutto. Le mele, con questo trattamento, conservano tutte le loro proprietà da centottanta a duecentocinquanta giorni.



Guarda il Video
  • raccolta mele Forse non tutti sanno che ci sono moltissime varietà di mela, ognuna con caratteristiche organolettiche specifiche, per
    visita : raccolta mele

COMMENTI SULL' ARTICOLO