Sorbo

Quanto irrigare

Il sorbo è un albero di medie dimensioni che può superare i 10 metri d'altezza. Essendo una pianta molto diffusa allo stato selvatico, non necessita di assidui interventi di irrigazione, in quanto l'acqua piovana è più che sufficiente a soddisfare le sue esigenze idriche; è bene però evitare periodi di siccità molto prolungati, che sono in ogni caso tollerati dalla pianta ma che ne limitano la produzione dei frutti. In particolar modo, nei periodi di caldo intenso è opportuno procedere con moderati interventi di annaffiatura; i volumi d'acqua non devono risultare troppo elevati, poiché potrebbero formare pericolosi ristagni idrici. Inoltre, anche la temperatura dell'acqua d'irrigazione dev'essere controllata, in quanto se è troppo bassa o troppo elevata può provocare pericolosi shock termici.
Sorbo

TREA2SURE - Sacco per la Coltivazione di Fragole da Giardino con Manici e 11 Tasche per Fragole, Erbe, Fiori (2 Pezzi)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,76€
(Risparmi 3,2€)


Cure richieste

Terriccio calcareo Il sorbo non necessita di cure particolari, essendo un albero principalmente diffuso allo stato selvatico; è però tuttavia importante dare dei cenni sul suo habitat ideale. Preferisce terreni molto drenanti, mediamente compatti e calcarei; il suo clima ideale è mite, ma riesce a tollerare sia temperature elevate che molto basse (anche se è meglio evitare le gelate). I suoi frutti, le sorbe, vanno raccolti o quando cadono spontaneamente dall'albero o quando assumono un colore giallo-rosso, mentre quando sono verdi è opportuno lasciarli maturare per ancora qualche giorno. Sia per permettere la maturazione dei frutti che per stimolare la crescita della pianta, è bene scegliere una zona molto esposta alla luce del sole e ben ventilata. La messa a dimora di un sorbo dev'essere effettuata in primavera, lontano dalle gelate invernali.

  • foto sorbo Il sorbo, nome comune per sorbus, appartenente alla famiglia delle Rosacee è un albero di medie dimensioni originario dell'Europa settentrionale e diffuso nel nostro paese spontaneamente. Il genere so...
  • Fragola La fragola è il dolce e piccolo frutto di colore rosso che si sviluppa spontaneamente nel sottobosco collinare e alpino del nostro paese. Con il tempo si è diffusa la sua coltivazione in gran parte d'...
  • Sorbo Il sorbo, nome comune per sorbus, appartenente alla famiglia delle Rosacee è un piccolo albero apprezzato in particolar modo per il colore delle sue foglie e dei suoi frutti che conferiscono alla pian...
  • Mirabolano La crescita ottimale e la produttività del mirabolano si basano su un'adeguata umidità del terreno. L'irrigazione può migliorare la pezzatura dei frutti e anche prolungare la vita dell'albero. Un irri...

Mango regali fatti a mano Sari riciclato multicolore indiano vintage, bandierine 19 bandiere

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,9€


Come concimare

Fertilizzante organico Anche la concimazione non è necessaria per questa pianta, la quale è in grado di adattarsi egregiamente alle condizioni del terreno. Interventi di concimazione, soprattutto per terreni impoveriti di nutrienti a causa di coltivazioni precedenti, possono avere effetti significativi per quanto riguarda la crescita e la maturazione dei frutti. A questo proposito, è opportuno usare circa 15 kilogrammi di concime per le piante giovani e 25 per le piante adulte; il concime più indicato è lo stallatico maturo bovino o equino, a lenta cessione, e con azoto, fosforo e potassio in proporzioni simili tra loro. L'intervento di concimazione deve essere effettuato in primavera, in modo da favorire la maturazione estiva dei frutti e concedere un'ulteriore protezione alla pianta contro l'inverno successivo. Il concime va impiantato ai piedi dell'albero, a pochi centimetri di profondità.


Sorbo: Malattie e parassiti

Mal bianco sorbo La pianta ha sviluppato una forte protezione contro l'attacco di afidi e piccoli insetti, ma in ogni caso è consigliato mettere in atto un'azione preventiva tra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera. L'attacco da parte di funghi rappresenta invece un rischio molto più grave. Tra i funghi più pericolosi vi sono alcuni ceppi appartenenti alla famiglia Erysiphaceae, che causano una malattia conosciuta come mal bianco. Tale malattia si manifesta con una spessa copertura biancastra sulle foglie che limita la fotosintesi; lo strato biancastro non è altro che il micelio del fungo, il quale causa innanzitutto una decolorazione delle foglie, seguita dalla necrosi. A questo punto le foglie si seccano e si distaccano dall'albero, il quale s'indebolisce e, nei casi più gravi, può morire. Per debellare il fungo dalla pianta è opportuno utilizzare dei composti a base di zolfo.


  • sorbo Il sorbo, nome comune per sorbus, appartenente alla famiglia delle Rosacee è un albero di medie dimensioni originario de
    visita : sorbo
  • frutto sorbo Il sorbo appartiene alla famiglia delle Rosacee, alla sottofamiglia delle Pomoidee ed al genere Sorbus, comprendente num
    visita : frutto sorbo

COMMENTI SULL' ARTICOLO