Lauroceraso malattie

Lauroceraso malattie

Il lauroceraso è una pianta arbustiva sempreverde largamente utilizzata a scopo ornamentale. Le sue foglie verdi, lussureggianti e simili all’alloro, rendono questa pianta adatta alla creazione di siepi e barriere o alla decorazione di terrazzi e balconi. Il lauroceraso, infatti, è coltivabile sia su terreni neutri che in vaso. In genere, questa pianta si presenta piuttosto resistente ai parassiti e alle malattie, anche se negli ultimi anni si è assistito a un aumento delle fitopatologie che prediligono proprio il lauroceraso. Alla base del fenomeno ci sono certamente i cambiamenti climatici, ma anche gli errori colturali. Le malattie del lauroceraso vanno individuate, combattute ed arginate per tempo, perché, in caso di infestazioni molto estese, si assiste alla definitiva morte della pianta.
lauroceraso

Compo 1441402005 Duaxo Fungicida per Piante, 100 ml, Trasparente, 4.5 x 7.5 x 12 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,9€


Caratteristiche

laurocerasomalattie Come detto al paragrafo precedente, il lauroceraso è un arbusto sempreverde usato a scopo ornamentale. La pianta, di altezza media, è originaria dell’Asia e largamente impiegata in vaso per decorare terrazze e balconi e per creare siepi o barriere da giardino. Il nome botanico di questa specie, appartenente alla famiglia delle Rosaceae, è Prunus laurocerasus. L’arbusto può essere colpito da alcune patologie vegetali, causate sia da insetti che da funghi. A volte, la presenza di malattie fungine è originata proprio dall’azione di insetti parassiti. Il lauroceraso, infatti, può essere attaccato dall’oziorrinco, dalla cocciniglia e da un insetto chiamato metcalfa pruinosa. Le malattie propriamente dette sono, invece, causate da funghi. Tra queste ricordiamo l’oidio o mal bianco, il seccume o cancro rameale, la trecheomicosi e la clorosi fogliare.

  • cancro lauroceraso Buongiorno,abbiamo acquistato nel mese di aprile 20 piante di lauro ceraso e le abbiamo piantate nelle nostre fioriere. Già in precedenza ne avevamo delle altre che sono morte per cancro rameale.P...
  • lauroceraso Tra le piante da giardino con il maggiore effetto ornamentale rientra sicuramente il lauroceraso, arbusto sempreverde usato per creare siepi e barriere naturali molto fitte o alte. Questa pianta può ...
  • siepe lauroceraso Tra le siepi sempreverdi più usate troviamo anche quelle di lauroceraso. Queste siepi sono alte, fitte e con un bel fogliame verde lucido. La loro resa estetica è merito dell’arbusto con cui vengono r...
  • Giardino con siepi sempreverdi Le siepi sono tra gli elementi più importanti e significativi del giardino: costituiti da un filare ordinato e lineare di piante arboree o arbustive, questi muri viventi non solo svolgono una funzione...

SOLFATO DI RAME GRANITELLO 98-99% DI PUREZZA IN CONFEZIONE DA 10 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 59€


Sintomi

lauroceraso Nelle malattie del lauroceraso, i sintomi variano in base all’agente responsabile. Gli attacchi di insetti sono evidenziati da danni alle foglie o ai germogli. L’oziorrinco, ad esempio, rosicchia i margini fogliari, la cocciniglia provoca macchie sui rami e sulle foglie, la metcalfa pruinosa succhia la linfa vegetale ricoprendo la pianta con una sostanza zuccherina detta melata. Più gravi i sintomi delle malattie fungine. Nell’iodio o mal bianco si assiste alla formazione di una patina biancastra sulle foglie giovani e sui germogli e alla loro successiva necrosi; nel seccume o nel cancro rameale, causato dal fungo Sphaeropsis malorum, si formano dei seccumi nei rami, che appaiono come se fossero “bruciati”. Nella trachemomicosi, provocata dal fungo Verticillium alboatrum, si assiste alla comparsa di sintomi simili alla fusariosi, con un progressivo disseccamento delle parti colpite. Nella clorosi fogliare si assiste a un progressivo ingiallimento delle foglie, che perdono la capacità di compiere la fotosintesi. Tra le malattie citate, quella più grave e frequente sembra il cancro rameale o seccume del lauroceraso. Questa patologia è causata da un fungo microscopico, lo Sphaeropsis malorum, che penetra nei rami provocandone il disseccamento e una colorazione bruna tipica delle bruciature. Il fungo, se non fermato in tempo, causa anche delle spaccature in tutte le parti della pianta, fino a estendersi al fusto. Le cause del cancro rameale possono essere diverse, tra cui il vento, l’azione degli insetti, morsi di animali, eccessiva umidità, tagli di potatura eseguiti con attrezzi non disinfettati ed eccessive concimazioni azotate.


Prevenzione e lotta

pianta di lauroceraso Anche se il lauroceraso è una pianta sostanzialmente resistente agli attacchi di parassiti e malattie, è sempre possibile che queste si manifestino, specie se causate da errori colturali. In genere, tutte le malattie delle piante si prevengono con adeguate tecniche di coltivazione e, dunque, effettuando irrigazioni regolari, ma non eccessive e soprattutto evitando i ristagni idrici. Vanno anche evitate le eccessive concimazioni azotate, che rendono le foglie molto verdi ed esteticamente gradevoli, ma molto suscettibili agli attacchi di parassiti e malattie. Al contrario, le concimazioni a base di fosforo e potassio induriscono il tessuto vegetale del lauroceraso, rendendolo poco appetibile sia per gli insetti che per i funghi patogeni. In caso di infezioni conclamate, si possono usare degli insetticidi specifici, mentre gli attacchi dei funghi si possono combattere con sostanze e base di rame e zolfo. Il cancro rameale, inoltre, si può combattere procedendo a rimuovere i primi rami infettati. La malattia, infatti, al suo esordio, lascia intatte le parti sane, causando un evidente contrasto tra quelle verdi e quelle imbrunite o bruciate. I rami malati vanno tagliati almeno a quindici centimetri dalla zona infetta e vanno bruciati lontano dalla pianta. Le potature delle parti sane devono essere lievi e trattate con attrezzi ben disinfettati. Per evitare la trasmissione del fungo, le ferite devono essere protette usando del mastice per piante. Le malattie fungine si possono prevenire usando anche alcuni accorgimenti, come spostare la pianta in vaso lontano dalle zone ventose, che generalmente trasportano in giro le spore dei funghi, o evitare che le foglie siano morse da animali domestici. I funghi patogeni sfruttano proprio le ferite del morsi per infettare i tessuti vegetali del lauroceraso.


Come scegliere i prodotti giusti

lauroceraso pianta La vostra pianta è malata? Ha bisogno di essere curata ma non sapete come fare? Il mercato offre molteplici soluzioni per risolvere il problema. Come scegliere i prodotti giusti? Fondamentale è saper effettuare una scelta consapevole, la scelta vincente, saper optare tra la vasta gamma di prodotti quelli più adatti, meno nocivi e che permettono alla pianta un reale recupero. Spesso è consigliabile farsi aiutare dagli esperti piuttosto che acquistare un prodotto a caso. Per combattere le cocciniglie per esempio, utili sono gli spray anticocciniglia pronti all’uso o insetticidi concentrati a base di olio minerale. Per l’oidio si potrebbe optare per fungicida spray o zolfo in polvere ad alta adesività sulle colture. In ogni caso, un aiuto dagli esperti in materia non può di certo nuocere ma anzi, supportarvi nella scelta!



Guarda il Video
  • lauroceraso Il lauroceraso è un arbusto, o piccolo albero, originario dell’Asia e dell’Europa, molto diffuso nei giardini italiani;
    visita : lauroceraso
  • lauro pianta Lauro deriva dal latino "laurus", che a sua volta era la traduzione greca della parola "dafne", usata dagli antichi Grec
    visita : lauro pianta
  • lauro ceraso Tra le siepi sempreverdi più usate troviamo anche quelle di lauroceraso. Queste siepi sono alte, fitte e con un bel fogl
    visita : lauro ceraso
  • siepe di lauro Il prezzo del lauroceraso è molto contenuto. Molto dipende anche da cosa ci si vuole fare con questa pianta: ovviamente
    visita : siepe di lauro

COMMENTI SULL' ARTICOLO