Potatura vite, come si esegue

Quando effettuare la potatura

La potatura dell'albero di vite è un'operazione necessaria per permettere alla pianta di produrre frutti quantitativamente e qualitativamente superiori ad una pianta poco curata. Potare l'albero di vite rappresenta un impegno importante per il coltivatore ed è un passaggio della sua crescita da non sottovalutare. Inoltre è bene non effettuare tali operazioni senza specifiche competenze nel campo della potatura. La longevità dell'albero di vite infatti dipende appunto dalla cura apportata durante la potatura. Durante questa fase bisogna recidere soprattutto i rami sui quali non germoglieranno i frutti, in modo che quest'ultimi possano crescere più liberamente. La potatura dell'albero di vite va effettuata quando l'albero ha perso le foglie, ovvero durante il periodo invernale, concentrato soprattutto tra i mesi di gennaio e febbraio.
Frutti vite

Bahco P140-70-BULK5 - Forbici entrambe le mani un ?? potare alberi e arbusti da giardino.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 43,7€


L'utilità della potatura

Coltivazione vite L'albero di vite è una pianta molto diffusa sui terreni italiani. Quest'ultima necessita di ambienti prevalentemente aridi per la sua coltivazione, soprattutto terreni argillosi, sabbiosi o calcarei (solo se ben idratati). Esistono diverse tipologie di alberi di vite, alcune riescono a crescere anche in terreni più umidi, ma è sempre consigliabile scegliere habitat miti per il loro sviluppo, dato che hanno bisogno di una corretta esposizione al sole. Per fare ciò è necessario potare annualmente i rami superflui che crescono sulla pianta. Se l'albero di vite è molto forte è consigliato non apportare molti tagli, mentre se il fusto è più debole si devono recidere più rami. In entrambi i casi bisogna assicurare ai rami dell'albero una corretta esposizione ai raggi solari e alla ventilazione.

  • Potatura secco vite La vite è una pianta rampicante che cresce in natura attaccandosi a pareti rocciose e agli alberi o allargandosi al suolo. La sua crescita è molto rigogliosa, perciò nei vigneti viene potata per evita...
  • maturazione uva La vite da uva vive bene in terreni siccitosi, ma rimane comunque fondamentale irrigare se il periodo di siccità dovesse protrarsi per troppo tempo. L’annaffiatura è importante specialmente durante i ...
  • Per il suo modello di crescita, il glicine dai fiori profumati è uno degli esempi più originali di vite rampicante legnosa, motivo per cui il significato del glicine si è prestato a diverse interpreta...
  • agnocasto1 L’agnocasto, nome completo Vitex agnus castus L. è un arbusto ornamentale, più o meno grande che cresce nei letti dei torrenti e sulle sponde dei fiumi del Mediteraneo e dell’Asia Centrale. Si svil...

Demiawaking, cesoie da taglio professionali per potare alberi e da giardino, attrezzo per fattoria con 2 lame a innesto + 1 nastro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€


Potatura con il metodo Guyot

Crescita vitigni Esistono diversi metodi per effettuare la potatura dell'albero di vite. Una delle tecniche più diffuse è il metodo Guyot semplice. Quest'operazione consiste nell'eliminazione di tutti i tralci vecchi o spezzati, lasciandone solo uno, quello più spesso. A questo ramo verrà affidato quasi l'intera produzione di frutti dell'albero. Quest'ultimo tralcio rimasto viene legato, lasciando sulla sua base dalle sette alle nove gemme, a seconda dell'età dell'albero. Nella parte inferiore poi si lascerà uno sperone, che l'anno successivo diventerà a sua volta il tralcio portante della pianta. Il metodo Guyot può anche prevedere di lasciare liberi due speroni che in questo caso andranno in direzioni diametralmente opposte, o in alternativa, nella stessa direzioni però ad altezze differenti (chiamato doppio Guyot sovrapposto).


Potatura vite, come si esegue: Metodo a cordone speronato

Pianta foglie In alternativa alla potatura dell'albero di vite con il metodo Guyot, è possibile eseguire un metodo a cordone speronato. Questo metodo consiste nell'imporre alla pianta di crescere in modo orizzontale, usando in modo opportuno le diverse legature. Quindi al tralcio che crescerà in modo parallelo al suolo vengono lasciati dai tre ai cinque speroni, tutti egualmente distanziati l'uno dall'altro e ad ognuno di questi tralci verranno lasciate tre gemme, per essere sicuri che almeno uno di loro riesca a sopravvivere in caso di clima rigido. Questo metodo è molto più semplice da attuare rispetto al metodo Guyot. Quest'ultimo infatti garantisce un lento invecchiamento dell'albero però richiede molta più manutenzione dato l'impiego delle corde. In entrambe le tecniche di potatura si consiglia di usare delle forbici pneumatiche elettriche che velocizzano quest'operazione rendendo il lavoro più confortevole.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO