Potatura pini marittimi

vedi anche: Pino marittimo

Domanda : potatura pini marittimi

Ciao sono Silvia, nel mio giardino sono presenti da circa 30 anni tre pini marittimi ai quali sono stati tagliati soltanto i rami senza intervenire mai sulla chioma, ora mi trovo pini altissimi con poca chioma, posso tagliare la "testa" con la speranza che rigermogli?




pino marittimo

Pianta di rosa NOSTALGIE rosai rosaio fiori piante rose giardino cespuglio siepe

Prezzo: in offerta su Amazon a: 33,5€


Potatura pini marittimi: Risposta : potatura pini marittimi

Buongiorno Silvia e grazie per averci scritto. La potatura dei pini è generalmente un'operazione sconsigliata in quanto i pini hanno uno schema di crescita molto rigido, monopodiale ed impostato secondo schemi precisi e sono completamente diversi dalle piante a portatura simpodiale come per esempio le querce, i platani e le altre latifoglie. La potatura dei pini può essere fatta solamente per alzare la chioma eliminando i rami più bassi, oppure per pulire la chioma da eventuali rami secchi, ma potature di formazione su queste piante sono caldamente sconsigliate.

L'equilibrio interno delle forze che agiscono su una pianta di pino è delicato e frutto di una serie di forze e resistenze che nel loro complesso danno alla pianta la stabilità necessaria per stare in piedi e non cadere. Intervenire con la potatura su una pianta come il pino marittimo può essere la causa di gravi scompensi negli equilibri delle forze della pianta.

Il taglio di cui lei parla, ovvero la cimatura dei pini, è un trattamento che a nostro avviso dovrebbe essere vietato. I pini non hanno, a differenza delle latifoglie, la capacità di ricacciare rami dopo il taglio ed una cimatura del pino eseguita in quel modo significherebbe privare per sempre il pino della sua porzione apicale. Un intervento simile, oltre che veramente ignobile dal punto di vista estetico, è il classico taglio eseguito dai giardinieri improvvisati che non conoscono minimamente la fisiologia delle piante e la botanica in generale. Un pino capitozzato non può rigermogliare, non è previsto nel suo DNA quindi è inutile tagliarlo e poi sperare che questo germogli.

Nella progettazione dei giardini si dovrebbe pensare un minimo alle conseguenze che l'inserimento di determinate specie potrebbe avere quando si mettono a dimora le piante. I pini marittimi sono piante che crescono molto e al'epoca del trapianto si sarebbe dovuti pensare alle conseguenze nel futuro della crescita di queste piante. I pini marittimi inoltre hanno un apparato radicale che si sviluppa superficialmente e che moltissime volte provoca dei danni più che seri alle infrastrutture adiacenti e per questo motivo viene da sempre sconsigliato in giardini e strade.

A questo punto non le resta che tenere la pianta così com'è oppure abbatterla e sostituirla con delle specie dallo sviluppo più contenuto. Una cimatura della testa del pino marittimo porterebbe ad avere un pino dalla forma inguardabile che potrebbe anche ammalarsi a breve a causa delle aperture provocate dal taglio.


  • carpino Il carpino ha foglie di forma ovale e oblunghe, che presentano nervature particolarmente pronunciate e margini seghettati. Alla stregua del faggio, al quale assomiglia in diversi particolari, il carp...
  • lupinus Pianta erbacea annua è sia spontanea che coltivata, con un'altezza che può variare tra trenta e settanta centimetri. L'impianto radicale appare a fittone, ramoso e giallastro.Il caule tende ad esse...
  • foto pino silvestre Il pino, nome comune per pinus è una conifera arborea, spesso svettante a grandi altezze, diffuso in larga parte dell' emisfero settentrionale. Appartiene alla famiglia delle Pinaceae e di questa pian...
  • foto pino marittimo I pini comprendono un gran numero di specie che presentano molte differenze tra loro. Sono quasi tutti di grandi dimensioni e hanno la caratteristica comune di presentare foglie aghiformi, raggruppate...

1 PIANTA DI ALBICOCCO REALE D'IMOLA ALBERO DA FRUTTO MATURA A GIUGNO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,9€



COMMENTI SULL' ARTICOLO