Coleus - Coleus blumei

Coleus

Il coleus è una pianta sempreverde coltivata come annuale. E’ molto apprezzata per le sue foglie che possono assumere diverse colorazioni. Questa pianta appartiene al genere Coleus, a cui appartengono circa 150 specie, e alla famiglia delle Labiatae. Il nome “coleus” deriva dal greco “koleos” che significa “fodero”, in riferimento ai filamenti degli stami che sono riuniti in fasci.Il coleus è originario dell’Asia e dell’Africa. In Italia è coltivato soprattutto come pianta d’appartamento, per la bellezza delle sue foglie che sono vistose e colorate, ma lo troviamo anche nei giardini dove è usato per la creazione di aiuole e bordure. I coleus hanno un fusto a sezione quadrangolare, in genere raggiungono un’altezza di 50 cm, ma ci sono delle specie che possono arrivare ad 1m; le foglie possono essere ovali, cuoriformi o lanceolate, con i margini lisci o dentellati, di diversi colori combinati fra loro, tra cui il rosso, il giallo, l’arancione, il verde, il bianco. I fiori sono piccoli e non particolarmente belli, formano un’infiorescenza a pannocchia di colore rossa, bianca, blu, viola.
coleus

Click&Grow Refill Coleo Cartuccia con semi di Coleus

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,87€


Ambiente ed esposizione

coleus I coleus vanno posti in un luogo luminoso; è possibile esporli anche alla luce diretta del sole che favorirà una colorazione brillante delle foglie. La temperatura più adatta alla coltivazione di queste piante va dai 20 ai 25 gradi ; sopportano bene anche temperature più alte, ma non sopravvivono a temperature molto basse, per questo motivo in inverno non devono essere esposte ad una temperatura inferiore ai 12 gradi.

    Miracle-Gro AeroGarden Colorful Coleus Seed Pod Kit (7-Pods)

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 63,95€


    Terreno

    coleus rosso Per una migliore coltivazione del coleus si consiglia di utilizzare un terreno fertile e leggero; è preferibile aggiungere al terriccio della torba e della sabbia; la sabbia favorirà il drenaggio dell’acqua.


    Messa a dimora e rinvaso

    Coleus bordura I coleus vengono messi a dimora in tarda primavera; si scava una buca abbastanza profonda, si estrae la pianta dal suo vaso, si libera dalla terra in eccesso, facendo attenzione a non danneggiare le radici, e si pone nella buca; si ricopre con del terriccio fertile, si compatta la terra e si annaffia abbondantemente. Il rinvaso va fatto due o tre volte per stagione; bisogna trasferire il coleus in un vaso leggermente più grande del precedente, cercando di non arrecare danni alla pianta.


    Annaffiature

    Il coleus ha bisogna di molta acqua; in primavera e in estate, quindi, è bene annaffiare molto con acqua a temperatura ambiente, mentre in autunno e in estate le annaffiature vanno diminuite; bisogna evitare i ristagni d’acqua che provocherebbero gravi danni alla pianta, ma la terra deve restare sempre umida tra un’annaffiatura ed un’altra.


    Concimazione

    I coleus vanno concimati dall’inizio della primavera, alla fine dell’estate, mentre nelle altre stagioni la concimazione va sospesa; si consiglia di utilizzare un concime liquido che contenga azoto, fosforo e potassio, che va mescolato all’acqua delle annaffiature; il trattamento va ripetuto ogni quindici giorni.


    Riproduzione

    coleus Il coleus si riproduce per seme e per talea. La semina va effettuata nei mesi di gennaio-febbraio; i semi vanno posti in un contenitore con terriccio fertile che deve essere sempre umido, e vanno ricoperti con un telo di plastica, che servirà a proteggerli. Dopo poche settimane (o in certi casi dopo mesi) i semi cominceranno a germogliare; a questo punto si toglie il telo di plastica e, una volta che le piantine saranno cresciute, potranno essere trapiantate nel loro vaso definitivo. Le talee possono essere prelevate da aprile a settembre; bisogna tagliare un rametto di circa 8-10 cm con un coltello affilato e soprattutto pulito, in modo da evitare infezioni alla pianta, e sistemarlo in un vaso con torba e sabbia; quando spunteranno i primi germogli vorrà dire che la talea ha radicato e una volta che la piantina si sarà irrobustita potrà essere trasferita nel vaso definitivo.


    Potatura

    I coleus non hanno bisogno di una vera e propria potatura, basta tagliare gli apici vegetativi dei rami e gli steli dei fiori; questa cimatura porterà il coleus a produrre nuovi rami, e in questo modo la pianta avrà un aspetto più compatto e sarà più rigogliosa. Vanno eliminate anche le parti secche e danneggiate. Queste operazioni vanno effettuate con strumenti affilati e puliti, per non danneggiare la pianta.


    Fioritura

    coleus fiore Il periodo di fioritura varia a seconda della specie. I fiori sono molto piccoli, sono riuniti in un’infiorescenza a pannocchia e possono essere di colore rosso, bianco, blu, viola. Il coleus non viene coltivato per i fiori, che non sono particolarmente belli, anzi si consiglia di tagliarli per evitare che la pianta sprechi energia e in modo che tutte le sostanze assorbite siano utilizzate per lo sviluppo delle foglie, maggiormente apprezzate.


    Malattie e parassiti

    Il coleus è abbastanza resistente alle malattie e ai parassiti. Può, però, essere attaccato dalle cocciniglie, che determinano la comparsa di macchie sulla pagina inferiore delle foglie; in questo caso si può intervenire lavando la pianta con una spugna, per togliere manualmente il parassita, oppure usando un antiparassitario specifico. Anche gli afidi possono danneggiare il coleus; il rimedio consiste nell’usare un insetticida specifico.


    Vendita

    Prima di comprare il coleus si consiglia di verificare lo stato di salute della pianta. Bisogna assicurarsi che non ci siano parassiti e che la pianta sia stata annaffiata sufficientemente (lo si può verificare osservando il grado di umidità della terra del vaso). Sono da preferire i coleus rigogliosi, dai colori brillanti e che non presentino parti secche e danneggiate.


    Specie

    Tra le varie specie abbiamo: Coleus Blumei, che è la più diffusa e usata per la creazione di ibridi; può raggiungere l’altezza di 1 m e ha foglie ovali dentellate di colore porpora con i margini verdi; Coleus thyrsoideus, che ha foglie cuoriformi e fiori di colore azzurro.


    Curiosità

    coleus verde e viola Dal coleus si estrae una sostanza che è utile nella perdita del peso, in quanto favorisce la trasformazione dei grassi in energia.



    • coleus Con il termine Coleus blumei ci si riferisce a un genere costituito da alcune piante erbacee perenni, coltivate come ann
      visita : coleus

    COMMENTI SULL' ARTICOLO