Buddleia

Le caratteristiche della buddleia

La buddleia ha la forma di un arbusto molto folto e con una crescita molto rapida. La sua altezza può raggiungere da 1,50 fino a 2,50 metri. Il fogliame della buddleia è caduco ed è di un bel verde argenteo. La sua infiorescenza è composta da una pannocchia che è densa e ha una forma conica: è formata da numerosi mazzi di fiori che sono agglomerati e molto intensamente profumati. I fiori della biddleia sbocciano durante il periodo estivo, dal mese di giugno fino a settembre. Sono molto ricchi di nettare e attirano tantissime farfalle. La sua specie selvatica ha i fiori color malva più o meno scuri e le tante varietà della buddleia offrono tantissimi colori, vivi e diversi tra loro: possono andare dal rosso porpora fino al rosa e anche al blu o al viola. La buddleia è una pianta bella da vedere ma anche molto facile da coltivare in giardino. Se si desidera avere sempre una pianta rigogliosa e fiorita occorre fare una potatura piuttosto drastica nell’inverno, avendo cura di tagliare i rami fragili e sottili per irrobustire soltanto la parte centrale dell’arbusto. Poi è bene porre la buddleia al sole e innaffiarla con regolarità soltanto nella bella stagione.
Una pianta di buddleia

Repubblica Gift GR120004 - Growbox a casa (buddleia)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,39€


Come si pianta la buddleia in vaso

Una buddleia lillaLa buddleia ha i ciuffi che sono a radice nuda d’inverno e infatti l’arbusto si pianta durante questa stagione, nel periodo che va dal mese di ottobre fino a fine aprile. Niente vieta però di acquistare una piccola pianta di buddleia da un vivaio e curarla come è necessario per poterla ammirare subito in tutta la sua bellezza. La pianta della buddleia ama molto il sole e anche un clima secco: infatti non necessita assolutamente di abbondanti e frequenti innaffiature. Basta procurarsi un vaso che abbia un diametro di 40 o 50 centimetri ed è possibile ospitare un arbusto di dimensioni medio-grandi. Occorre riempirlo di un buon terriccio, di apposito concime e di mettere tranquillamente a dimora la buddleia avendo l’attenzione di lasciare fuori della terra solo il primo giro delle sue foglie. La pianta della buddleia è poco esigente per quanto riguarda la natura della terra ma predilige un terreno drenato. La pianta richiede una collocazione soleggiata per avere la fioritura abbondante e per sopportare con facilità la siccità estiva.

  • Albero delle farfalle L’albero delle farfalle, noto anche col nome di buddleia, è un arbusto cespuglioso originario dell’Asia che è stato importato nel continente europeo nel Settecento. Cresce molto rapidamente e in poco ...
  • Buddleia pianta La pianta in questione proviene dalle zone tropicali dei continenti africano, americano ed asiatico e viene classificato nel peculiare e mediamente vasto raggruppamento familiare delle Buddlejaceae. Q...
  • gazebo da esterno Il gazebo è una struttura che permette di coprire uno spazio esterno, solitamente utilizzato come zona pranzo ma potrebbe essere usata anche come area relax oppure, acquistando un gazebo pieghevole, c...
  • grigliati per giardino I grigliati e i frangivento seppur hanno una struttura sostanzialmente differente possono svolgere la medesima funzione, i primi permettono, attraverso delle piante rampicanti di chiudere uno spazio, ...

Woodstock Chimes - Carrillon Giardino (buddleia)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 51,14€


Piantare la buddleia in giardino

Un arbusto di buddleia in giardino Se si desidera piantare la buddleia in giardino occorre scavare una larga e profonda buca del diametro di 40/50 centimetri circa. Si consiglia ovviamente di eliminare i sassi, eventuali radici e le erbacce. Quindi è bene mettere sul fondo della buca 80 grammi circa di cornunghia, che va mescolata alla terra, e riempire metà della buca con la terra mescolata con del terriccio per piantagione. Se occorre, anche con letame compostato (una palata circa).A questo punto si devono spuntare le estremità delle radici e immergerle dentro una mescolanza fatta di terra e di acqua: ciò assicura una ripresa migliore della pianta. Quindi occorre mettere la buddleia nella buca facendo attenzione che il colletto sia al livello della terra, cioè alla base dei rami. Riempire il resto della buca con quella terra che era stata asportata e migliorata mediante un terriccio da piantagione. Comprimere bene la terra alla base dell'arbusto creando una conca in cui annaffiare con abbondanza (15 o 20 litri) per garantire la buona coesione tra radici e terra. Terminare con la potatura di quei ramoscelli che sono lunghi 20 centimetri circa, sopra i germogli che sono situati all'esterno del ramo.


Buddleia: Potatura e mantenimento della pianta della buddleia

La buddleia globosa La buddleia deve essere annaffiata nella sua prima estate al fine di facilitare il suo attecchimento. Per avere un'ottima fioritura si consiglia di potarla drasticamente ogni anno verso febbraio o marzo, prima che avvenga la sua ripresa vegetativa. Occorre tagliare i getti cresciuti l'anno precedente a circa 10 o 15 centimetri dalla base, sopra un paio di getti nuovi. Si devono anche eliminare quei ramoscelli che sono troppo deboli e quelli sviluppati al centro dell’arbusto affinché la pianta abbia sempre un bel portamento equilibrato e arieggiato. Una buddleia che è troppo voluminosa oppure trascurata si può ringiovanire mediante una potatura, sempre d’inverno, molto drastica dei rami a 40 o 50 centimetri dal terreno. La buddleia si pianta da sola, in gruppo oppure come siepe. Si può abbinare piacevolmente a molti arbusti: per avere una bella combinazione di colori si può piantarla con l'altea, la tamerice, il viburnum, ecc. La buddleia è bellissima anche nelle aiuole dei fiori perenni oppure stagionali perché crea volume.


  • buddleia Le buddleia costituiscono una famiglia di circa cento arbusti, sia sempreverdi che decidui, originari dell'Asia e del su
    visita : buddleia

COMMENTI SULL' ARTICOLO