Ibisco rosso

vedi anche: ibiscus

Le origini dell'ibisco rosso

Arbusto sempreverde appartenente al genere delle Malvaceae, l'ibisco rosso è originario delle zone temperate dell'Asia. La pianta si è diffusa in tutti i continenti e in alcune zone dal clima particolarmente favorevole, come le Hawai, diventa una pianta spettacolare nella sua bellezza. In Italia le varietà più comuni sono a foglie caduche e fioriscono da giugno ad ottobre. Molto noto è l'Hibiscus Rosa Sinensis, disponibile in vari colori tra cui il rosso fuoco. Gli ibischi sono molto usati come piante ornamentali per giardini, ma anche per arredi urbani e per scenografie particolari.Fiore nazionale della Malesia, ha un nome che deriva dal greco: ibiskus.Per la sua breve vita, che dura soltanto un giorno, il fiore dell'ibisco è simbolo d'amore e regalare un ibisco rosso significa "mi hai ferito il cuore".Dura poche ore, ma resiste alla pioggia e al sole e, una volta sfiorito, si richiude su sé stesso, prima di cadere dal ramo per far posto al fiore successivo.
Fiore di <em>ibisco</em> rosso

Fiori d'ibisco secchi, Bissap Karkad&#232; 1 kg Biologico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,9€


Come coltivare l'ibisco rosso

Bocciolo di ibisco rosso Questa pianta allegra e solare vive bene all'aperto, pur non amando il freddo eccessivo. Nelle zone meno temperate durante la stagione fredda è meglio proteggerlo dalle intemperie.L'ibisco rosso predilige i terreni di sabbia e torba, che siano leggeri e fertili, ma riesce ad accontentarsi di qualsiasi terriccio. Le varietà perenni tenute in vaso vanno rinvasate ogni paio di anni in contenitori di poco più grandi. L'ibisco cresce forte e armonico se regolarmente potato, sia ad inizio inverno che alla ripresa vegetativa in primavera. Si pota per favorire lo sviluppo di nuovi rami fioriferi. Più l'estate sarà lunga e calda, più la fioritura dell'ibisco rosso sarà lunga ed abbondante.La moltiplicazione può essere fatta con seme o talea. In genere, si moltiplicano per semina le specie annuali e per talea le varietà perenni.La talea va fatta tagliando rametti di almeno 8 centimetri nel mese di luglio. I rami vanno interrati e annaffiati con cura fino a che compaiono i nuovi germogli; a quel punto potranno essere delicatamente rinvasati nel vaso definitivo o in giardino.

  • fiori da giardino Quando si decide di progettare il proprio giardino, è importante definire ogni spazio e stabilire a priori che genere di pianta collocarvi. Le piante dovranno essere scelte in base al luogo in cui dov...
  • bacche agrifoglio L'agrifoglio è una pianta appartenente al genere delle aquifoliaceae originario dell'Europa e nello specifico di tutto il bacino del mediterraneo .Questo arbusto che popola le nostre feste natalizie...
  • erika All’interno di questa sezione parleremo delle piante perenni, cioè quelle che vivono più di due anni; queste piante arricchiscono i giardini di colori meravigliosi soprattutto nella stagione autunnale...
  • rosa Il linguaggio dei fiori era un modo di comunicare molto diffuso nell’800 ma ancora oggi, ad esempio, le rose rosse si regalato per significare passione, quelle bianche purezza e quelle rosa amicizia. ...

50 particelle / bag semi di fiori di ibisco gigante Garden & Home perenne in vaso piante da fiore fattoria felice Hibiscus bonsai dell'erba seme rosso

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Fiori e foglie dell'ibisco rosso

L'ibisco rosso è un fiore semplicemente bello. Nella sua semplicità, ma col suo colore rosso acceso, regala sprazzi di luce in ogni giardino o balcone. Il fiore di ibisco, nella varietà a fiore semplice, ha cinque petali uguali, leggermente sovrapposti; dal centro del fiore a forma di imbuto spunta la colonna staminale con gli stami e i pistilli. L'ibisco non ha profumo, tranne che in alcune varietà leggermente profumate.Le foglie sono di colore verde scuro, lucide, molto eleganti anch'esse e contribuiscono alla bellezza della pianta; hanno forma ovale allungata e margini dentati.Il fusto si sviluppa in altezza anche per diversi metri, per alcune varietà e in alcune zone. Con gli anni diventa legnoso e di colore grigiastro. Dopo il terzo o quarto anno di vita della pianta, conviene effettuare regolarmente le potature per rinforzare l'ibisco, ma anche per aiutarlo a mantenere una forma armonica.


Ibisco rosso: Malattie e cure per l'ibisco rosso

Cocciniglia biancaCome tutti gli esseri viventi, anche l'ibisco è vittima di parassiti o funghi.Uno dei suoi nemici più frequenti è il ragnetto rosso, seguito dagli afidi (detti pidocchi delle piante) e dalle cocciniglie. La presenza degli afidi è segnalata da una sostanza mielosa, mentre le cocciniglie cotonose producono una specie di lanugine bianca. La cocciniglia bruna provoca la comparsa di macchie scure sulle foglie. Questi parassiti vanno combattuti, appena se ne nota la presenza, con un insetticida apposito.L'ibisco rosso può soffrire anche per l'oidio, una polvere bianca che ricopre le foglie e i germogli. Si tratta di un fungo che deve essere eliminato con un prodotto antifungino e che sarebbe bene usare anche a scopo preventivo.Sembrano accertate le proprietà emollienti, sedative e refrigeranti delle foglie e quelle diuretiche dei fiori, da cui si ricava un ottimo shampoo, ma in genere l'ibisco, alla nostre latitudini, viene coltivato esclusivamente per la sua innegabile bellezza.L'ibisco rosso merita sicuramente un posto d'onore nei giardini e sui balconi.


Guarda il Video
  • ibisco Arbusto a foglie caduche, originario dell’Asia, molto diffuso in coltivazione come pianta ornamentale, nei giardini e co
    visita : ibisco
  • ibisco fiore Buongiorno, ho 4 belle piante di ibisco che hanno superato già 2 inverni.Due di queste piante però quest'anno non hanno
    visita : ibisco fiore

COMMENTI SULL' ARTICOLO