Lewisia

L'irrigazione della lewisia

La Lewisia è a tutti gli effetti una pianta cosiddetta grassa. Per cui non serve esagerare con l'apporto idrico che, anzi, rischia di essere dannoso se non è costante e moderato. I periodi in cui si devono intensificare gli interventi sono la ripresa vegetativa stagionale e la fioritura, quando la pianta richiede una maggiore disponibilità di nutrimenti. Se abbiamo deciso di coltivarla in vaso dovremo procurarci un contenitore munito di forellini sul fondo per la fuoriuscita dell'acqua in eccesso. Sarebbe consigliabile mettere delle palline di argilla espansa o dei sassolini per facilitare ulteriormente il drenaggio. I ristagni idrici sono pericolosissimi per la salute della pianta. Ovviamente in caso di precipitazioni intense non irrigheremo e ci preoccuperemo di spostare il vaso all'interno in luogo riparato.
Fiori lewisia

Viburno Viburnum Opulus Pianta Ramificata da Siepe in vaso ø24 cm h.160/200 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,8€


Come prendersi cura della lewisia

Giardino lewisia La Lewisia si può coltivare a partire da una giovane piantina acquistata presso il vivaista di fiducia, che ci saprà consigliare sia sulla varietà scelta che sulle cure da assicurare. Con la primavera la piantina produrrà meravigliosi fiorellini colorati. La moltiplicazione avviene sia per seme che per talea, prelevando un rametto da un esemplare già sviluppato ed ottenendo una Lewisia perfettamente uguale alla pianta madre. Il periodo migliore per effettuare questa operazione è l'inizio dell'estate, nel mese di Giugno. Dopo aver aspettato che la giovanissima piantina abbia prodotto le prime radici, potremo trasferirla in un vasetto. Periodicamente rinvaseremo la pianta, regolandoci con la grandezza del vaso ed eseguendo l'intervento quando le rosette occupano completamente il contenitore. Se invece abbiamo deciso di metterla a dimora, il mese ideale è Aprile, quando siamo sicuri che non si ripresentino gelate.

  • Camelia Avete idea di quante possano essere le piante da giardino? Sicuramente moltissime e tutte molto interessanti e degne di considerazione ma noi ci limiteremo ad illustrarvene alcune come l’azalea, piant...
  • fiori da giardino Quando si decide di progettare il proprio giardino, è importante definire ogni spazio e stabilire a priori che genere di pianta collocarvi. Le piante dovranno essere scelte in base al luogo in cui dov...
  • innestipiante1 Gli innesti sono delle pratiche colturali che permettono di ottenere piante con una migliore produzione o una maggiore resistenza agli agenti esterni e agli attacchi degli organismi patogeni. Il princ...
  • Esemplare maschio di cycas Appartenente alla famiglia delle Cycadaceae, annovera numerose varietà diverse, tra cui la più famosa e la più coltivata (soprattutto in Italia) è la cycas revoluta. Quest'ultima deve il suo nome alla...

Pianta Corbezzolo, Eretto ad Alberello, Altezza 50/60cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8€


Terreno e concimazione

Lewisia dimora La Lewisia può essere coltivata si nei giardini rocciosi che in vaso. Per quanto riguarda la coltivazione all'interno del vaso, disporremo i sassolini o l'argilla espansa sul fondo e successivamente metteremo del terriccio per piante da fiori. L'importante è che il substrato e la terra siano ben sciolti e che assicurino un perfetto drenaggio. La ghiaia può essere cosparsa anche in superficie, in modo da creare l'habitat ideale. Il ph del terreno dovrebbe essere tra 6,8 e 7. La piantina collocata direttamente a dimora avrà le medesime esigenze di terreno. Per cui ci preoccuperemo di zappare energicamente la terra in profondità, cercando di evitare la formazione di zolle e di pozzanghere. Dalla primavera e per tutta la fase di fioritura provvederemo a concimare con un fertilizzante liquido apposito facilmente acquistabile presso i negozi di giardinaggio. Ripeteremo l'operazione ogni 20 giorni.


Lewisia: Clima e avversità

Lewisia fiore La Lewisia può essere coltivata in tutte le regioni d'Italia da Nord a Sud. Può adattarsi a climi molto differenti tra loro e cresce sia nelle fasce costiere che nei territori di collina. L'esposizione ideale per la pianta sarebbe in un luogo a mezz'ombra. Questa caratteristica è particolarmente apprezzata da chi ha a disposizione un'area vuota del giardino dove non crescerebbero altre piante più esigenti in termini di irraggiamento diretto del sole. Il caldo eccessivo può danneggiare la pianta come la piovosità troppo intensa. In entrambi i casi, se queste sono caratteristiche del clima del luogo di coltivazione, può essere consigliato optare per la coltivazione in vaso, in modo da poter riparare la Lewisia quando si presentano quelle condizioni avverse. La pianta può ammalarsi e si potrebbe rendere necessario ricorrere a prodotti antifungini e antiparassitari. Correggendo le operazioni di irrigazione si evitano i marciumi radicali che possono rovinare irrimediabilmente la Lewisia. Bisognerà fare particolare attenzione anche alle limacce e alle lumache che si cibano delle foglie.



COMMENTI SULL' ARTICOLO