Mimosa pudica

La mimosa pudica: caratteristiche generali

La mimosa pudica è originaria dell’America meridionale e appartiene alla famiglia delle Fabaceae. Ha dei fusti molto sottili color marrone-rossastro e dotati di spine; non presentano tante ramificazioni e hanno delle piccole foglie verde chiaro e appiattite, simili a felci; inoltre il fogliame è coperto da una leggera polverina. Le infiorescenze si sviluppano a primavera inoltrata e hanno una forma tondeggiante, simili a pompon e di colore rosa o lilla. Questi arbusti se messi a dimora in zone a clima tropicale, possono diventare infestanti. La caratteristica principale di questa pianta, si denota anche dal nome, è la capacità delle foglie, di chiudersi durante la notte o se entrano in contatto con qualsiasi cosa. Tutte le parti dell’arbusto, se ingerite, sono dannose per l'organismo.
Pianta di mimosa pudica.

Vendite calde! 30pcs Bashful Erba Semi Mimosa Pudica Linn, fogliame Mimosa Pudica sensibile Bonsai impianto Casa Giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


Coltivazione

Mimosa pudica con infiorescenze. La mimosa pudica può essere dimorata nelle zone soggette ai raggi solari diretti o nella penombra. Necessita di un terreno umido, ben drenato, soffice e sciolto; se si decide di coltivarle in vasi, occorre utilizzare un terriccio di tipo universale miscelato a torba e sabbia. Riguardo alle annaffiature, esse devono essere regolari durante tutto l’arco della fioritura fino alla stagione autunnale. Per le piante in vaso, durante l’inverno le annaffiature devono essere ridotte notevolmente mentre, per quelle coltivate all’aperto, devono essere totalmente sospese. Anche la concimazione deve avvenire secondo regole ben precise, in modo tale da non intossicare la pianta e da permettere una rigogliosa crescita della stessa. Durante la stagione invernale si somministra dello stallatico maturo e nella stagione primaverile, misto all’acqua delle annaffiature, si utilizza ogni mese del fertilizzante a base di potassio e azoto.

  • erika All’interno di questa sezione parleremo delle piante perenni, cioè quelle che vivono più di due anni; queste piante arricchiscono i giardini di colori meravigliosi soprattutto nella stagione autunnale...
  • rosa Il linguaggio dei fiori era un modo di comunicare molto diffuso nell’800 ma ancora oggi, ad esempio, le rose rosse si regalato per significare passione, quelle bianche purezza e quelle rosa amicizia. ...
  • giardino fiorito Il giardino richiede cura e manutenzione costante, poiché le piante e i fiori devono essere seguite costantemente durante l’anno. Il giardinaggio è la tecnica che si occupa della coltivazione di piant...
  • fioriera da giardino Il giardino è uno spazio verde dove sono predominanti piante e fiori. Se la superficie a disposizione per piantare nella terra le specie vegetali è piuttosto ridotta si può ricorrere all’uso delle fio...

MIMOSA PUDICA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,26€


Moltiplicazione e potatura

Esempio di moltipicazione. La moltiplicazione della mimosa pudica avviene mediante semina o talea semilegnosa. La semina si fa in primavera, utilizzando del terriccio misto a sabbia e torba, in modo tale da avere un ottimo drenaggio del terreno ed evitare ristagni idrici. La talea invece si pratica in estate. Occorre recidere i rami prodotti lo stesso anno e si piantano nel terriccio misto a torba e sabbia. Quando s’iniziano a formare le radici, occorre spostare la pianta figlia nella terra del giardino oppure in un vaso. Così facendo si potranno, fin da subito, osservare le prime infiorescenze. Riguardo alla potatura, essa si pratica in seguito alla fioritura e, consiste nell’eliminazione di rami secchi o danneggiati e nell'accorciare quelli eccessivamente lunghi.


Mimosa pudica: Malattie e parassiti

Il nemico più temuto dalla mimosa pudica è il marciume provocato da ristagni d’acqua. Per prevenire questo inconveniente occorre miscelare al terriccio della sabbia e controllare le annaffiature. Riguardo ai parassiti, la pianta può essere colpita dagli afidi e dalle cocciniglie. I primi possono essere definiti come una sorta di pidocchi che assorbono il nutrimento dalle foglie, portandole a disseccamento. Le cocciniglie creano una sorta di sostanza appiccicosa all’interno della quale i parassiti proliferano. Queste ultime devono essere eliminate in modo meccanico, utilizzando del cotone imbevuto in acqua e alcool e terminare con l’uso di un antiparassitario. Se l’arbusto si trova in zone a clima rigido, è conveniente proteggere la base dall’inverno alla primavera, con una pacciamatura di paglia e foglie secche. Infine, per prevenire l’attacco di parassiti, è conveniente fare dei trattamenti con del piretro (pianta erbacea contenente piretrina) e altri prodotti naturali.


Guarda il Video
  • mimosa pudica Arbusto sempreverde di piccole dimensioni, in genere ricadente o eretto, originario dell’America meridionale. Ha sottili
    visita : mimosa pudica

COMMENTI SULL' ARTICOLO