Mirto

Esigenze idriche e caratteristiche del mirto

Per coltivare una bella e rigogliosa pianta di mirto dobbiamo garantire un costante apporto idrico, senza tuttavia esagerare. La situazione migliore sarebbe abitare in un luogo dove le precipitazioni atmosferiche naturali sono regolari e le stagioni sono caratterizzate da una buona piovosità. Questa condizione è sufficiente per la crescita della pianta di mirto che tollera, comunque, anche brevi periodi di siccità. Il mirto si propaga per polloni, che crescono in primavera, margotta o talea, da prelevare a fine estate. Per far radicare la giovane piantina sarà necessario utilizzare un prodotto specifico ed attendere con pazienza. In questa fase dovremo bagnare costantemente il terreno. Le annaffiature si intensificheranno nella stagione calda. Il mirto è una pianta ornamentale esteticamente molto bella. Fiorisce tra la fine dell'estate e l'inizio della primavera a seconda del luogo di coltivazione e della stagionalità. I frutti, invece, maturano in inverno.
Mirto pianta

Shop Meeko Magnolia Susan - 2 arbusti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€


Coltivare mirto

Pianta di mirto Si può optare per l'acquisto di una pianta di mirto direttamente in vivaio, rivolgendoci ad un rivenditore di fiducia che saprà anche consigliarci in merito alla varietà ideale per la collocazione all'interno del nostro giardino. Il fatto che sia una pianta rustica non deve trarci in inganno e sarà importante seguire le poche ma fondamentali raccomandazioni. In alternativa è possibile coltivare ilk mirto anche in vaso. Bisogna tuttavia disporre di un contenitore di dimensioni molto grandi. Questa tecnica è consigliata soltanto se abitiamo in luoghi dove le temperature invernali si avvicinano allo zero, potendo scendere anche al di sotto, e obbligandoci a proteggere la pianta spostandola in luogo riparato. Sul fondo del grande vaso sarà fondamentale garantire il drenaggio attraverso i fori, all'occorrenza inserendo della ghiaia o dell'argilla espansa.

  • mirto communis Il mirto è un arbusto conosciuto ed apprezzato per le sue doti medicamentose presso quasi tutti I popoli antichi dell' l'Europa . Il mirto ha popolato da sempre un grandissimo numero di leggende . I...
  • mirto bacche Il nome scientifico del mirto è “Myrtus communis L.” e appartiene alla famiglia delle Mirtacee. Il mirto è un arbusto sempreverde che presenta un aspetto particolarmente eretto e cespuglioso, che prov...
  • mirto1 Il mirto è un arbusto cespuglioso sempreverde originario delle aree mediterranee e tipico proprio delle specie vegetali che popolano la cosiddetta “macchia mediterranea”. Il suo nome botanico completo...
  • mirto salve sono intento a dedicarmi al mio giardino vorrei metterci delle piante di mirto.Sto nelle vicinaze di Pontedera Pisa non so se il clima è adatto e come riconoscere le piante che fanno le bacche...

5 semi Cherry Plum Prunus Cerasifera Fragrant ornamentale Albero CombSH M63

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,05€


Terreno ideale e concimazione

Mirto con frutti La scelta del terreno per la coltivazione del mirto è importantissima. Dovremo preparare la terra preventivamente operando in profondità per almeno mezzo metro. L'apparato radicale dovrà crescere e propagarsi liberamente. Per cui si dovrà evitare la formazione di zolle. Il mirto cresce in natura anche nei terreni più poveri ma per coltivarlo nel nostro giardino potrebbe giovare l'arricchimento con la torba e, all'occorrenza, con della sabbia. La collocazione dovrà essere in un luogo umido ma non fangoso. Alla pianta dovrà essere sempre garantito un ottimo drenaggio e le precipitazioni atmosferiche abbondanti dovranno essere completamente assorbite dalla terra lasciando defluire l'acqua in eccesso. La formazione di ristagni idrici è molto pericolosa per la salute della pianta. Non è necessaria una concimazione specifica ma l'apporto di un prodotto azotato potrebbe favorire un migliore sviluppo.


Mirto: Esposizione, clima e malattie

Fiori di mirto La coltivazione del mirto andrebbe fatta cercando di riprodurre l'habitat naturale. L'ideale sarebbe vivere in una zona caratterizzata da un clima caldo con le peculiarità di piovosità e temperature tipiche della macchia mediterranea. L'esposizione migliore è a tutto sole, in una collocazione dove l'irraggiamento diretto arriva per tutta la giornata. Possiamo scegliere di mettere a dimora il mirto a mezz'ombra soltanto nel caso in cui abitassimo in un luogo estremamente caldo come in alcuni posti del sud Italia. La condizione più importante, oltre al terreno drenante, è che il mirto sia al riparo dai venti. Anche nella coltivazione in vaso è raccomandabile tenerne di conto per la sistemazione in giardino. Il mirto può essere attaccato dalla cocciniglia, un parassita la cui prevenzione viene fatta con un apposito olio facilmente reperibile nei negozi di giardinaggio.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO