Parrotia persica

L'irrorazione

Il policromo arbusto decorativo proviene dal continente asiatico e appartiene al grande e fiorito raggruppamento delle Hamamelidaceae. Questa pianta esotica viene comunemente considerata ed ammirata per le sue tinte autunnali che presentano una serie infinita di sfumature, da quelle gialline ed arancio sino a quelle rossicce e violacee. Rustica e forte, non andrà frequentemente irrorata, se non nelle stagioni primaverile e soprattutto estiva, ogni 10 giorni in media. Nel periodo del freddo, invece, le annaffiature andranno moderate o interrotte, specie in presenza di frequenti fenomeni piovosi. Gli arbustivi della Parrotia persica sistemati in recipienti, invece, saranno maggiormente irrorati, ma soltanto qualora la terra risulti indurita o secca ed evitando accuratamente la formazione di stagnazioni idriche.
Parrotia persica

Clematis, Clematis fiori, rampicante pianta rampicante Clematis Seeds - 100 pezzi semi / bag

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,97€


Coltivaizone

Parrotia persica foglie La Parrotia persica dovrà essere di preferenza collocata all'aperto in pienezza di terra, ma non risentirà di una sistemazione all'interno di un vaso adeguatamente dimensionato. In tutti i casi, dovrà essere predisposto un terreno dotato di sufficiente sostanza organica, a cui si aggiungeranno elementi sabbiosi e torbacei a consentire l'efficace ed efficiente drenaggio. L'arbusto dovrà essere periodicamente sottoposto ad opere di potatura, per mantenere la sua forma ed il corretto portamento. Ci si dovrà concentrare massimamente sull'opportuno e modellante scorcio delle ramificazioni, in anticipo sulla formazione delle foglie, avendo però cura di rimuovere sempre i rami rinsecchiti e le infiorescenze avvizzite. Se posta in contenitore, la pianta andrà soggetta ad operazioni di rinvaso soltanto qualora le radici abbiano interamente colmato il recipiente.

  • Camelia Avete idea di quante possano essere le piante da giardino? Sicuramente moltissime e tutte molto interessanti e degne di considerazione ma noi ci limiteremo ad illustrarvene alcune come l’azalea, piant...
  • fiori da giardino Quando si decide di progettare il proprio giardino, è importante definire ogni spazio e stabilire a priori che genere di pianta collocarvi. Le piante dovranno essere scelte in base al luogo in cui dov...
  • innestipiante1 Gli innesti sono delle pratiche colturali che permettono di ottenere piante con una migliore produzione o una maggiore resistenza agli agenti esterni e agli attacchi degli organismi patogeni. Il princ...
  • Esemplare maschio di cycas Appartenente alla famiglia delle Cycadaceae, annovera numerose varietà diverse, tra cui la più famosa e la più coltivata (soprattutto in Italia) è la cycas revoluta. Quest'ultima deve il suo nome alla...

1 PIANTA DI DEUTZIA YUKI CHERRY BLOSSOM VASO 19CMCaducifoglia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€
(Risparmi 0,42€)


Fertilizzazione

Piante giardino fiori Ovunque sia la collocazione prescelta, l'arbusto andrà adeguatamente fertilizzato, onde poter ricevere correttamente i giusti nutrienti. La concimazione andrà effettuata periodicamente e con buona costanza, a cadenza almeno trimestrale, utilizzando fertilizzanti granulari a natura solida, che dispieghino i propri effetti in tempi progressivi. Molto consigliabili per la tipologia di pianta risultano essere i fertilizzanti di natura organica, e in specie quelli formati da miscele di letame umido e secco. Tali prodotti, infatti, hanno il pregio di fornire tutti gli elementi necessari allo sviluppo dell'arbusto, quali il fosforo ed il potassio, conferendo al contempo maggiore sofficità alla terra di coltura. Risulta, invece, scarsamente praticata la fertilizzazione liquida di questa pianta da ornamento.


Parrotia persica: Esposizione e patologie

Malattie piante giardino Lo splendido arbustivo andrà sistemato in un habitat estremamente illuminato ed esposto direttamente ai raggi solari. Anche per diverse ore della giornata. In virtù della sua notevole resilienza ed adattabilità, potrà essere sistemato anche in luoghi parzialmente ombrosi e con caratteristiche climatiche rigide, ma ne risentiranno certamente le meravigliose tinte autunnali del fogliame. Qualora le temperature diventino particolarmente fredde, però, occorrerà sempre proteggere il sistema radicale con pacciamature. Questa pianta robusta, infine, usualmente non verrà attaccata da insetti e parassiti, ma potrà essere insidiata da muffe e marciumi alle proprie radici. Ciò accadrà se la sede prescelta si riveli eccessivamente buia ed ombrata, o qualora il terreno non garantisca l'idoneo drenaggio.


  • parrotia persica La parrotia persica non ha bisogno di innaffiature frequenti, soprattutto perché in inverno la pianta si accontenta anch
    visita : parrotia persica

COMMENTI SULL' ARTICOLO