Sterlizia

Quanto irrigare

La Sterlizia deve essere annaffiata abbondantemente tranne che in giugno e in luglio perché in questo periodo la pianta si riposa e di conseguenza va innaffiata poco. Comunque sia, dopo un'irrigazione bisogna aspettare che la terra sia asciutta prima del prossimo intervento. La pianta predilige l'umidità, quindi è bene nebulizzare solo le foglie. La Sterlizia può essere rinvasata in primavera fino a quando avrà raggiunto cinque anni di vita. Verrà utilizzato ogni volta un vaso un po' più grande fino a raggiungere i 30 centimetri di diametro. Infatti dopo 5 anni la pianta viene considerata adulta e inizia a fiorire, quindi non deve essere più rinvasata e va lasciata indisturbata per ottenere una straordinaria fioritura. Si toglie allora qualche centimetro di terriccio e si sostituisce in primavera, nel momento in cui la pianta non è fiorita. Il terriccio dovrà essere fertile con concime maturo e sabbia grossa per il drenaggio dell'innaffiatura. La pianta infatti non sopporta i ristagni d'acqua. Per questo motivo si consiglia di posizionare dei cocci alla base del vaso per favorire il deflusso dell'acqua.
Sterlizia pianta

Sterlizia Regina Piante di Sterlizia in Vaso 7x7 - 5 Piante

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,49€


Come coltivare

Coltivazione pianta strelitzia La Sterlizia è una pianta abbastanza facile da coltivare e molto resistente a diverse condizioni. La temperatura ideale è quella che varia tra i 13°C e i 20°C, ma non deve mai scendere sotto i 5°C. Quindi la pianta si coltiva all'aperto nelle zone a clima mite e in inverno va tenuta in un posto riparato. La Sterlizia ama la luce intensa e il pieno sole, ma non nelle ore più calde delle giornata estive. Inoltre la pianta vuole un frequente ricambio d'aria senza correnti fredde. Le foglie vanno pulite sempre utilizzando un panno umido e senza lucidanti. La Strelitzia fiorisce da autunno fino a primavera, ma dopo i cinque anni. La coltivazione della Sterlizia avviene per seme oppure per divisione. Per eseguire quest'ultima procedura si deve togliere dal vaso e deve dividere in due l'apparato radicale con un utensile affilato e disinfettato. Le parti tagliate vanno poi trattate con un fungicida con zolfo e si ripiantano le due porzioni in due vasi distinti. Questi vanno sistemati al caldo e alla luce con del terriccio umido, ma non devono essere esposti ai raggi diretti del sole.

  • La <strong>strelitzia</strong> reginae La pianta, il cui nome scientifico è strelitzia, può avere, a seconda della specie, la forma di cespuglio, il quale può anche raggiungere al massimo più di un metro di altezza, o di albero. La strelit...
  • primo piano di strelitzia reginae Gli Uccelli del paradiso sono il nome comune delle Strelitzie reginae, piante sempreverdi perenni che fanno parte del genere Strelitzia, originario dell'Africa meridionale. Le Strelitzie hanno dei fio...
  • Pinus pinaster, particolare di foglie e frutto La pianta sempreverde da esterno è ideale quando non si vuole dedicare molto tempo alle opere di manutenzione, come il distacco manuale delle foglie secche o marcescenti, frequenti quando si possiede ...
  • Pianta Strelitzia La Sterlitzia è una pianta di origine tropicale che quindi ama i climi miti, caldi e l'umidità. E' necessario quindi annaffiarla abbondantemente ed abbastanza frequentemente, specialmente durante il p...

1 PIANTA DI STRELITZIA REGINAE O UCCELLO DEL PARADISO IN VASO 14CM perenne

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,9€


Come concimare

Sterlizia giardino La concimazione della Sterlizia avviene da ottobre a maggio ogni mese con un fertilizzante liquido da sciogliere nell'acqua per innaffiare. Il tipo di concime dovrà essere a base di azoto, potassio e fosforo quando la pianta è ancora giovane e cioè quando ha meno di 5 anni e non ha ancora iniziato a fiorire. Mentre, se la pianta è già oltre i cinque anni d'età e quindi è adulta si consiglia di somministrare un fertilizzante composto da potassio, che deve essere il doppio dell'azoto, e poco fosforo. A queste due tipologie di concime vanno anche aggiunti i microelementi che servono per lo sviluppo e una crescita ottimale. Inoltre si raccomanda l'apporto di chelati di ferro, due volte all'anno, per rafforzare e rinvigorire la pianta. La Sterlizia non va potata, ma devono essere eliminate solo le foglie secche che se lasciate potrebbero aumentare le malattie da parassiti.


Sterlizia: Esposizione e malattie

Pianta uccello del paradiso La Sterlizia teme i marciumi radicali causati dal fungo Phytophtora che prolifera di solito dopo abbondanti annaffiature. Per rimediare, si deve togliere la pianta dal suo vaso e si devono togliere le parti rovinate. Dove ci sono le parti eliminate bisogna trattare con un fungicida e si deve aspettare l'asciugatura del terreno. A questo punto, la pianta va ricollocata nel vaso aspettando 7 giorni prima di innaffiare. La Sterlizia può essere soggetta a diverse malattie causate dai funghi, ma viene visitata anche dagli afidi e dalla cocciniglia che si toglie con cotone e alcool se la pianta è in vaso, se invece si trova all'aperto si usano gli antiparassitari. Anche il ragnetto rosso può infastidire la pianta e in caso di infestazioni gravi si può usare un apposito insetticida. La bella Sterlizia ama la luce e il sole diretto, ma non nelle ore più calde in estate.


  • strelitzia fiore La Strelizia alba è originaria delle Sud Africa, si tratta di un genere composto da 5 specie di arbusti e alberi a palma
    visita : strelitzia fiore
  • fiore strelitzia Capita ormai abbastanza spesso che la nostra curiosità ci spinga verso piante insolite ed esotiche, come accade per la p
    visita : fiore strelitzia
  • sterlizia prezzi La Sterlizia è una pianta detta Uccello del Paradiso, che appartiene alla stessa famiglia dei banani. Ha una base legnos
    visita : sterlizia prezzi

COMMENTI SULL' ARTICOLO