Pianta di mirto

Pianta di mirtilli

La pianta di mirtilli (nome scientifico: Vaccinium myrtillum) è un arbusto della famiglia delle Ericacee che cresce fino a 20/60cm in altezza. Tipica delle zone settentrionali, questa pianta dà un frutto bluastro dalla forma globosa, il mirtillo nero, spesso confuso con una bacca. Esiste una varietà meno comune che dà invece mirtilli bianchi, che sono quasi compleatamente privi di pigmento. Questa varietà si trova nel Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano. La pianta di mirtillo, di natura selvatica, può però essere coltivata sia in giardino che in vaso. Vanno seminati tra marzo e aprile e, una volta spuntate le piantine, queste vanno innaffiate ma senza esagerare: in terreni più asciutti i mirtilli crescono non solo più rigogliosi ma anche più saporiti.
Mirtilli coltivati in permacoltura

Vivai Le Georgiche Mirto Comune (MYRTUS COMMUNIS)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11€


Pianta di mirtillo nero

Zone di crescita spontanea del mirtillo negli Stati Uniti Il mirtillo nero è la varietà più diffusa di mirtillo, dunque la pianta di mirtillo nero è quella che si troverà più facilmente in natura e in negozio. Tpico delle aree boschive dell'Europa e dell'America del Nord, il frutto del mirtillo nero era utilizzato già dai celti anche come colorante naturale. Si tratta di un arbusto cespuglioso dalle radici molto fini che si espandono ampiamente nella zona più superficiale del terreno. Dà fiori di colore bianco o rosa pallido che hanno la forma di campanelle. Il mirtillo americano, detto anche mirtillo gigante, ha una pianta più vigorosa e un frutto più grosso, dal gusto più dolce rispetto al mirtillo europeo, che è invece leggermente acidulo. In generale il mirtillo, seminato tra marzo e aprile, si raccoglie tra giugno e settembre. La varietà americana è quella che si consuma così com'è, mentre per le lavorazioni (marmellate, succhi, eccetera) è più utilizzata la varietà europea.

  • zucchina Questa sezione, crediamo, sarà utile un po’ per tutti: per chi ha la passione della coltivazione dell’orto ed è già abbastanza informato sulle operazioni da svolgere ma vuole apprenderne di nuove, per...
  • tettoia da giardino La tettoia indica sostanzialmente una copertura di un determinato spazio, che varia per dimensioni, infatti, essa può essere usata sia per offrire riparo all’ingresso di un portone ma può anche essere...
  • fontana a muro classica Le fontane a muro rappresentano la soluzione ideale per quanti non hanno uno spazio sufficientemente grande per installare una fontana ‘normale’. Si tratta di un modello assai comune negli spazi pubbl...
  • ombrellone in legno Il legno è un materiale che rappresenta un’ottima soluzione per gli arredi da esterno, anche perché si tratta di un elemento naturale che trova perfetto accordo con la natura: ecco perché gli ombrello...

Vivai Le Georgiche Mirto Tarantino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,2€


Pianta di mirtillo in vaso

Una pianta di mirtillo in fiore Per coltivare una pianta di mirtillo in vaso la cosa a cui bisogna prestare maggiore attenzione è il terreno. Il terreno ideale è argilloso e povero di calcare, in modo da drenare bene l'acqua e rimanere relativamente asciutto. Per seminare il mirtillo bisogna mettere i semi in una vaschetta con il compost, ricoprirla e attendere. Per mantenere temperatura e umidità pressocché costanti, è utile ricoprire con la pellicola trasparente alimentare. Quando le piantine saranno spuntate bisognerà procedere al rinvaso e iniziare a innaffiare, stando sempre attenti a non esagerare: al mirtillo non piace stare con i piedi nell'acqua. Una buona pacciamatura a base di torba e di foglie aiuta a mantenere il livello ideale di umidità del terreno. Per quanto riguarda l'esposizione, in piena estate è preferibile il mezzo sole. In vaso è però possibile continuare la coltivazione in autunno, nel qual caso sarà preferibile una buona esposizione.


Pianta di mirto sardo

Una pianta di mirto La pianta di mirto sardo, che non è una pianta di mirtillo, è un arbusto appartenente alla famiglia delle Mirtacee che cresce spontaneamente nella macchia mediterranea. Ha l'aspetto di un piccolo alberello che può crescere fino ai 3m in altezza. È una pianta che si adatta molto bene a terreni poveri e siccitosi, preferibilmente acidi o neutri. I fiori, bianchi o rosei, hanno un aspetto a calice e un lungo peduncolo. Le sue bacche blu, simili ai mirtilli, maturano tra novembre e gennaio e sono ricche di olio essenziale, tannini e resine. Particolarmente famose per il liquore che se ne può distillare, le bacche del mirto hanno però numerose altre proprietà: da quelle officinali e aromatiche, a leggere proprietà antisettiche. Ma anche le foglie vengono fatte essiccare e si utilizzano in cucina per insaporire piatti di carne o pesce; i fiori, tra i più profumati in natura, hanno invece molti utilizzi in cosmetica.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO