Ficus exotica

vedi anche: Ficus

Caratteristiche

In natura possiamo trovare un gran numero di varietà di Ficus Benjamin: senza ombra di dubbio, una di quelle maggiormente diffuse corrisponde al Ficus Benjamin Exotica.

La principale caratteristica di questa varietà di Ficus Benjamin è rappresentata dal fatto che presenta delle foglie estremamente lucide, caratterizzate dalla presenza di nervature molto scure.

E' la principale differenza che intercorre tra questa varietà e le altre, visto che poi i metodi colturali sono praticamente gli stessi per tutte le varietà.

Nelle zone da cui proviene, il Ficus Benjamin si caratterizza per essere sfruttato essenzialmente con uno scopo decorativo ed ornamentale, anche in virtù del fatto che è la specie di Ficus dall'eleganza maggiore.

Proprio in virtù del fatto che si tratta di una pianta di provenienza tipicamente tropicale, dobbiamo sottolineare come il Ficus Benjamin Exotica abbia la necessità di svilupparsi all'interno di un clima particolarmente caldo ed umido e sarebbe meglio non collocarla mai all'interno di luoghi in cui la temperatura scende sotto i 10 gradi centigradi.

Ficus ginseng - 20cm pot

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Terreno

Nella maggior parte dei casi, il Ficus Benjamin Exotica deve essere rinvasato nel corso della stagione primaverile, in particolar modo il momento giusto si può intuire quando il vaso in cui è contenuta la pianta non ha più delle dimensioni adatte ad ospitarla.

Il terriccio che si può utilizzare più spesso per questa varietà di Ficus Benjamin è sicuramente quello soffice, caratterizzato da una buona porosità, ma deve essere anche un po' acido e con un buon livello di drenaggio, dal momento che anche il Ficus presenta una particolare sofferenza nei confronti dei pericolosi ristagni idrici.

Proprio per evitare la formazione dei ristagni d'acqua nella parte inferiore del vaso, è fondamentale inserire dei pezzi di vasi di terracotta rotti, che consentiranno una migliore e più veloce fuoriuscita dell'acqua in eccesso.

Il Ficus Benjamin, come abbiamo già avuto modo di dire, è una pianta che predilige gli ambienti tropicali, quindi caldi ed umidi ed è in grado di resistere anche a delle temperature che vanno oltre i 30 gradi centigradi.

  • foto afidi buongiornoin salotto ho un grande ficus beniamino che ultimamente presenta un lato con la parte superiore delle foglie appiccicosa. sembra pianga!Infatti sul parquet a volte c'è come resina. che d...
  • ficus benjamina Quando parliamo del Ficus facciamo riferimento a quel genere che appartiene alla famiglia delle Moracee e include tutta una serie di piante sempreverdi (addirittura più di 800) che provengono un po' d...
  • ficus retusa All'interno di questa famiglia c'è la possibilità di trovare diverse specie di piante che appartengono alla categoria sempreverde e che presentano un'origine tipicamente tropicale.Si tratta di speci...
  • ficus carica Il Ficus Carica è un albero che presenta origini tipicamente asiatiche, dal momento che proviene dalla parte occidentale dell'Asia: si tratta di una pianta che è arrivata ormai da un gran numero di se...

Cinesi rari Ficus Microcarpa Albero Semi 100pcs Cina Roots Sementes Bonsai Ginseng Banyan Garden albero all'aperto Fioriere

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,42€


Moltiplicazione

La riproduzione di questa varietà di Ficus Benjamin si deve verificare mediante talea oppure tramite margotta.

Nel caso della talea può essere apicale o fogliare con parte del fusto.

Tutte e due le tipologie di talea si devono prelevare direttamente a partire dalla pianta madre nel periodo che è compreso tra i mesi di aprile e di agosto e, in ogni caso, presentano una lunghezza che si aggira intorno ai dieci centimetri. E' fondamentale che il taglio venga eseguito proprio al di sotto del nodo, utilizzando un coltello affilato e, al contempo, pulito.

Per questa tipologia di moltiplicazione, le talee devono prevedere la rimozione delle foglie più basse e devono poi essere immesse all'interno di una polvere che permetta un migliore sviluppo delle radici.

A questo punto, è necessario collocare le talee all'interno di un terriccio che è formato da torba e da sabbia grossa, che permetterà un migliore drenaggio dell'acqua. Il passo successivo sarà quello di ricoprire il contenitore utilizzando della plastica, con l'intento di garantire il corretto livello di umidità e poi collocarlo in un ambiente ombreggiato, ad una temperatura che deve essere compresa tra 21 e 24 gradi centigradi.

Nel momento in cui spuntano i primi germogli, è sufficiente rimuovere la plastica e cercare di incrementare l'apporto di luce, ma è fondamentale cercare di conservare la medesima temperatura.

Quando le piantine cominciano ad assumere delle dimensioni piuttosto elevate, allora è possibile cominciare con l'operazione del trapianto.

La concimazione del Ficus Exotica può essere eseguita ogni 3 o 4 settimane, cercando di introdurre anche del concime liquido per piante verdi alla tradizionale acqua che viene impiegata per effettuare le annaffiature.

Il periodo migliore per eseguire la concimazione del Ficus Exotica è, senza ombra di dubbio, quello rappresentato dal periodo vegetativo più intenso, ovvero da aprile ad ottobre.


Ficus exotica: Parassiti

Il ficus Benjamin, in diversi casi, può essere attaccato da dei parassiti: quelli più pericolosi sono rappresentati dalla cocciniglia e dagli acari, che svolgono la pericolosa attività di succhiare la linfa e, di conseguenza, rendere decisamente più debole l'intera pianta.

SI tratta di parassiti che hanno anche un'altra caratteristica particolarmente fastidiosa, ovvero quella di concentrarsi sopratutto sulle foglie e depositare quella che viene chiamata melata: in poche parole, è una sostanza dalla consistenza zuccherina ed appiccicosa che favorisce lo sviluppo di funghi e muffe (sopratutto i fumaggini).

Le conseguenze della crescita di muffa e funghi possono anche essere irreparabili, specialmente nel caso in cui si non si abbia la prontezza di intervenire con tempistiche immediate.

Per poter contrastare in maniera estremamente efficace i parassiti che attaccano la pianta di Ficus Exotica, uno dei principali consiglio è sicuramente rappresentato dal fatto di utilizzare degli insetticidi ad ampio raggio, che risultano estremamente utili anche poter eseguire dei trattamenti di natura preventiva.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO