Talea ficus elastica

vedi anche: Ficus

Caratteristiche

Quando parliamo di Ficus Elastica, dobbiamo sicuramente sottolineare come si tratta di una pianta che viene utilizzata piuttosto frequentemente per degli scopi ornamentali.

La moltiplicazione di questa varietà di Ficus può avvenire mediante talea di ramo, che deve essere eseguita nel corso del periodo compreso tra il mese di giugno e quello di settembre.

Questo metodo di propagazione si caratterizza per essere in grado di migliorare notevolmente lo sviluppo della pianta di Ficus Elastica.

Per tutti coloro che volessero effettuare la talea ficus elastica, ecco come bisogna operare.

Nel corso dei mesi caratterizzati dalle temperature più elevate, si consiglia di prelevare, sfruttando delle cesoie (che devono essere prima disinfettate e ben affilate), delle talee di rami terminali, che presentano una lunghezza che si aggira intorno ai 30 centimetri.

Le talee devono avere la caratteristica di contenere almeno due o tre foglie aperte, oltre ad una gemma apicale che deve essere già cresciuta.

Le talee di rami devono essere lasciate asciugare all'aria aperta per un periodo di circa due ore, in maniera tale da completare l'asciugamento del lattica che viene fuori dai rami.

Il vaso che dovrà contenere le talee deve essere necessariamente ben pulito e deve essere stato anche disinfettato nel migliore dei modi.

Ficus Elastica

Ficus ginseng - 20cm pot

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Terreno

Il terreno dovrà essere formato da due parti di terriccio universale per delle piante d'appartamento, oltre ad una parte di sabbia silicea.

Prima di poter introdurre a dimora la pianta di ficus elastica, il consiglio è quello di provvedere a spolverare sulla base delle talee un ormone radicante, in modo tale da favorire la radicazione della pianta stessa.

I vasi al cui interno si trovano le talee devono essere posizionati all'interno di zone semi-ombreggiate, con una temperatura che si aggira intorno ai 25 gradi centigradi.

Per quanto riguarda le annaffiature è fondamentale prestare sempre la massima attenzione, dal momento che devono essere moderato, ma al tempo stesso costanti e regolari.

Adottando questo sistema, c'è la possibilità che in seguito a circa due mesi , le talee di ficus elastica cominceranno a radicare, sviluppando delle nuove piante, che si potranno poi rinvasare utilizzando dei contenitori singoli e poi è necessario coltivarle con la medesima attenzione date alla pianta madre.


  • foto afidi buongiornoin salotto ho un grande ficus beniamino che ultimamente presenta un lato con la parte superiore delle foglie appiccicosa. sembra pianga!Infatti sul parquet a volte c'è come resina. che d...
  • ficus benjamina Quando parliamo del Ficus facciamo riferimento a quel genere che appartiene alla famiglia delle Moracee e include tutta una serie di piante sempreverdi (addirittura più di 800) che provengono un po' d...
  • ficus retusa All'interno di questa famiglia c'è la possibilità di trovare diverse specie di piante che appartengono alla categoria sempreverde e che presentano un'origine tipicamente tropicale.Si tratta di speci...
  • ficus carica Il Ficus Carica è un albero che presenta origini tipicamente asiatiche, dal momento che proviene dalla parte occidentale dell'Asia: si tratta di una pianta che è arrivata ormai da un gran numero di se...

Fico – Ficus Carica – Vinalopo – Mac.22 cm – 120 cm di altezza

Prezzo: in offerta su Amazon a: 43,68€


Rinvaso

Ficus Elastica 2 Il ficus elastica deve essere rinvasato durante la stagione primaverile e solamente nel momento in cui la pianta comincia a soffrire un vaso che ha delle dimensioni troppo piccole e non è più in grado di sopportare il suo sviluppo (le radici, infatti, fuoriescono dal foro di fondo).

Tra le principali caratteristiche del terriccio c'è anche quella di essere piuttosto soffice, poroso e ottimamente drenato e con un ph pari a 6 e, per tale ragione, leggermente acido.

C'è la possibilità di sfruttare un terriccio torboso, di cui almeno una parte deve essere formata da terriccio di foglie.

E' fondamentale garantire al terreno un ottimo drenaggio, dal momento che i Ficus non sopportano in alcun caso i ristagni idrici. E' altrettanto importante prestare la massima attenzione nel sistemazione e nella preparazione del fondo del vaso, in maniera tale da inserire del materiale grossolano, come ad esempio la ghiaia, l'argilla espansa e dei pezzi di coccio, che permetteranno di sgrondare rapidamente le acque in eccesso.

E' fondamentale non dimenticare mai non rimuovere mai le radici aeree e di provare a sorreggere in ogni caso il fusto del Ficus utilizzando degli ottimi tutori, nel migliore dei casi potrebbero essere realizzati in bambù.

Spesso, il suggerimento verte su dei vasi di terracotta, dal momento che permettono alla terra di poter respirare nel migliore dei modi.


Talea ficus elastica: Come fare

La talea di Ficus rappresenta, come si può facilmente intuire, solamente una parte di ramo e si preleva con 4-6 foglie nel periodo compreso tra la stagione primaverile e quella estiva. Il taglio deve essere eseguito proprio al di sotto di un nodo (da cui poi cominceranno a svilupparsi le radici), tenendo bene a mente come la tale debba avere una lunghezza almeno pari a 20 centimetri.

E' fondamentale che, prima di porre a radicare la talea, si faccia coagulare il lattice deriva dalla ferita, lasciandolo semplicemente in un ambiente aperto per circa un giorno e poi combinandolo con della polvere di carbone: a questo punto tamponiamo anche la ferita della pianta madre da cui è stata prelevata la talea sfruttando della pasta cicatrizzante oppure un panno imbevuto di acqua fresca.

Per fare in modo di garantire il miglior attecchimento possibile, è fondamentale che la base recisa dei rami venga tratta sfruttando un particolare prodotto, ovvero un preparato a base di ormoni rizogeni, ovvero ormoni per lo sviluppo che vanno a stimolare un ramo tagliato, in modo tale da favorire la formazione di radici forti ed in perfetta salute.

Adesso, è sufficiente utilizzare dell'ottima composta per semi a base di torba, oltre ad un semplice vaso di terracotta, con un diametro di circa 7 cm: a questo punto, riempite il vaso con la composta, cercando di farla rimanere il più soffice possibile, fate dei buchi di ridotte dimensioni utilizzando un ferro da calza per favorire la circolazione di aria ed acqua e poi praticate un buco al centro dove inserire la talea.


Guarda il Video
  • ficus elastica In natura il ficus elastica è un grande albero, che raggiunge i 25-30 metri e si sviluppa nelle foreste tropicali dell’A
    visita : ficus elastica

COMMENTI SULL' ARTICOLO