Cambria

Caratteristiche generali e annaffiatura della Cambria

La Cambria è una tipologia di orchiedea sempreverde di non difficile coltivazione negli appartamenti e quindi adatta anche a chi si è appena avvicinato al mondo delle orchidee. E' una pianta prevalentemente da interno di origine ibrida. La sua fioritura può avvenire in primavera o in autunno, a seconda delle condizioni ambientali.La sua posizione deve prevedere una buona luminosità ma si deve evitare di esporla al sole diretto mentre la temperatura, del luogo di esposizione, deve essere superiore a 8°C.Il modo migliore per poter innaffiare la Cambria è quello dell'immersione. Questa tecnica consiste nell'immergere il vaso con la pianta per qualche minuto in acqua per poi riporlo, dopo averlo scolato bene per evitare ristagni tra le radici, in un luogo asciutto. Nei periodi invernali è consigliabile l'annaffiatura una volta al mese mentre nei mesi estivi la regolarità dell'annaffiatura diventa settimanale. Per la sua natura, la Cambria, necessita di un buon tasso d'umidità quindi, con temperature molto alte, è consigliabile anche ricorrere a nebulizzazioni di acqua.
Fiori orchidea

XONE Lettino Sdraio ergonomica in Alluminio e textilene Cambria Dondolo Tortora

Prezzo: in offerta su Amazon a: 79,9€


Tecniche di coltivazione della Cambria

Orchidee CambriaIl miglior terreno che possa aiutare la crescita della Cambria è composto da bark, torba di sfagno, agriperlite e materiali inerti (cortecce, fibre di cocco).La Cambria necessita di un rinvaso almeno ogni paio d'anni e il periodo più indicato è quando la pianta ha emesso il nuovo bulbo ed ha raggiunto una misura di almeno 5 cm. Inizialmente bisogna bagnare il terreno così da rendere le radici più elastiche. Da queste andrà eliminato tutto il vecchio substrato e vanno eliminate le parti morte. Queste vanno tagliate almeno 1 cm sopra la parte morta con delle forbici pulite e disinfettate con varechina. La superficie tagliata, inoltre, dev'essere trattata con fungicida.Se durante il rinvaso si sono effettuati tagli alle radici, allora sarà necessario attendere una settimana prima di iniziare l'innaffiatura che, comunque, andrà fatta con moderazione fin quando le radici non si siano riprese dal trauma.Il vaso nel quale coltivare la Cambria deve prevedere fori di drenaggio dell'acqua e prima del suo utilizzo dev'essere lavato e disinfettato. Quando si curano le orchidee è consigliato indossare guanti per evitare che le impurità delle nostre mani possano danneggiarle.

  • orchidea In questa sezione vi parleremo delle orchidee, fiori bellissimi simboli di eleganza e raffinatezza, con un profumo delicato e sensuale che inebria i nostri cuori e il nostro spirito.Si dice che il n...
  • fiore di orchidea L’orchidea si presenta come un fiore dal profumo dolcemente seducente, dal fascino misterioso dettato da una rara bellezza, davvero unico per eleganza e senso di regalità, simbolo di armonia perfetta ...
  • orchidea zygopetalum L’orchidea viene coltivata soprattutto per i suoi magnifici fiori dai tantissimi colori che vengono venduti in modo particolare come fiori recisi. I fiori dell’orchidea si sviluppano solitari oppure...
  • dendrobium giallo Il Dendrobium è una specie floreale molto diffusa, anche se la maggior parte di noi a sentire questo nome apparentemente così inusuale non riuscirà ad immaginare nella propri mente di cosa stiamo parl...

Burgon & Ball Orchidea potatrice cesoie cesoie cesoie | antiruggine per Un Taglio preciso

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,99€


Concimare la Cambria

fiori Cambria In natura le orchidee non possiedono una grande quantità di elementi nutritivi e riescono a sopravvivere con i pochi elementi che riescono a trovare nell'acqua piovana e di ciò che trovano tra le cortecce degli alberi come materiale organico in decomposizione. Per questo la concimazione, nella cultura in appartamento delle orchidee, assume un ruolo fondamentale. La Cambria, quindi, prevede una concimazione estremamente regolare. Il concime va somministrato ogni tre settimane e si consigliano concimi liquidi del tipo NPK 20-20-20. Ovvero concimi bilanciati in azoto, potassio e fosforo. La dose consigliata prevede 0.5 gr di concime per litro d'acqua. La dose viene diminuita se si usa un substrato inerte. Per evitare bruciature, prima di somministrare il concime, è consigliato di bagnare prima il terreno.


Problematiche della posizione della pianta

Fiore orchidea Cambria La maggior parte delle patologie che colpiscono le orchidee sono legate a tecniche non adatte di coltivazione. Questo vuol dire che bisogna adottare numerose accortezze per preservare le orchidee. In caso di patologie non parassitarie possiamo individuare una serie di indicatori che ci possono avvertire su problematiche facilmente risolvibili.In presenza di cadute di foglie potremmo dover affrontare un eccesso idrico, quindi sarà necessario ridurre l'apporto di acqua. Mentre la caduta dei fiori indica il problema opposto e quindi la pianta necessita una maggiore irrigazione.Se la pianta mostra foglie poco lucide bisognerà provvedere ad aumentare l'umidità ambientale, magari con nebulizzazioni. Un eccesso di luce che colpisce una foglia di orchidea non asciutta comporta un'ustione della foglia stessa. Questo è molto pericoloso perché può portare all'attacco della pianta da parte di funghi.



  • cambria orchidea La cambria è una orchidea abbastanza diffusa in commercio e, data la sua adattabilità, può essere consigliata ai neofiti
    visita : cambria orchidea

COMMENTI SULL' ARTICOLO