Curare le orchidee

L'orchidea

Le orchidee sono molto variegate e perenni, alcune varietà sono in grado di assorbire le sostanze nutritive dall'acqua tramite radici aeree, oppure assimilare sostanze da organismi in decomposizione. La maggior parte delle specie di orchidee sono originarie delle zone tropicali o sub-tropicali di Asia, dell'America centrale e del Sudamerica, solo il 15% riesce a crescere spontaneamente nelle zone temperate e fredde. Le orchidee sono in grado di adattarsi a qualsiasi tipo di clima ad eccezione delle zone ghiacciate, anche se alcune specie si spingono fino al circolo polare artico o all'Antartide, o desertiche, dal momento che necessitano di molta acqua. La maggior parte delle specie sono epifite, quindi posseggono radici aeree che consentono loro la vita sulle rocce o sui tronchi degli alberi.
Orchidea cattlkeya

Orchidea NEUDORFF Orchide en curare 250 ml 417

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,98€


Orchidee (Struttura)

Orchidea miltonia Le orchidee mostrano una struttura tipicamente alata con 3 sepali superiori e 3 petali inferiori, uno dei quali si differenzia per dimensione in modo da riuscire ad attirare gli insetti impollinatori.Le foglie presentano una struttura intera e lineare, le radici, soprattutto nelle specie tropicali, sono aeree e presentano un velo che serve ad assorbire l'umidità atmosferica. Le specie europee e mediterranee invece sono prevalentemente terricole con radici sotterranee, costituite da bulbi. La riproduzione delle piante può avvenire per via sessuata o asessuata a seconda della specie. La riproduzione sessuata può avvenire con scambio fra fiori diversi oppure per autoimpollinazione. Quella asessuata invece può avvenire per moltiplicazione vegetativa dallo stesso bulbo o con la produzione di semi fertili.

  • orchidea In questa sezione vi parleremo delle orchidee, fiori bellissimi simboli di eleganza e raffinatezza, con un profumo delicato e sensuale che inebria i nostri cuori e il nostro spirito.Si dice che il n...
  • fiore di orchidea L’orchidea si presenta come un fiore dal profumo dolcemente seducente, dal fascino misterioso dettato da una rara bellezza, davvero unico per eleganza e senso di regalità, simbolo di armonia perfetta ...
  • orchidea zygopetalum L’orchidea viene coltivata soprattutto per i suoi magnifici fiori dai tantissimi colori che vengono venduti in modo particolare come fiori recisi. I fiori dell’orchidea si sviluppano solitari oppure...
  • dendrobium giallo Il Dendrobium è una specie floreale molto diffusa, anche se la maggior parte di noi a sentire questo nome apparentemente così inusuale non riuscirà ad immaginare nella propri mente di cosa stiamo parl...

XIAOLIN-- Ferro Fiore Rack multipiano Piano Balcone Hanging Orchidea coperta Soggiorno Scala Verde Ravanello Fiore Rack --Fiori di finitura cornice ( Colore : 2 , dimensioni : 68*24*65cm )

Prezzo: in offerta su Amazon a: 90,13€


Orchidee (Cura)

Ophrys holosericasepali rosa Le esigenze climatiche variano a seconda della specie che si desidera coltivare oltre che alla fase biologica di vita della pianta. Le orchidee amano la luce, ma non devono essere esposte direttamente alla fonte luminosa. Da osservare la temperatura, dal momento che una temperatura troppo difforme da quella necessaria alla pianta potrebbe provocare deformazioni nelle foglie e nei fiori. Anche l'umidità può provocare problemi alla pianta, se eccessiva provoca la comparsa di macchie sui fiori, se bassa provoca ingiallimento e raggrinzimento. Per la specie con radici aeree è bene umidificare l'ambiente più che bagnare il terreno. In ambienti riscaldati e durante la stagione calda l'irrigazione deve essere effettuata da 2 a 4 volte la settimana, nella stagione fredda è sufficiente 1 volta a settimana.


Curare le orchidee: Orchidee (Coltivazione)

Orchidea phalaenopsis Le orchidee preferiscono terreni che tendono verso l'acido, soffici e aerati, ma con pochi elementi minerali. Procedere scegliendo miscugli di torba, sfagno, foglie, radici di felci e terra di bosco. Questo miscuglio è da utilizzare soprattutto per le specie terrestri che necessitano di nutrienti, per quelle epifite serve solamente come sostegno. Le orchidee non necessitano di molti elementi nutritivi, per la concimazione si può utilizzare una miscela che contenga il doppio di azoto rispetto al fosforo e al potassio e si deve sostituire da un minimo di una volta ogni 7 giorni ad un massimo di una volta al mese a seconda della stagione e della specie. La potatura va effettuata per eliminare gli steli secchi quando necessario, le foglie e i fiori secchi devono essere eliminati quotidianamente.



COMMENTI SULL' ARTICOLO