Curare il bonsai ficus

vedi anche: Ficus

Quando e in che modo innaffiare il bonsai ficus

Il ficus bonsai richiede molta acqua per vivere ma solo quando il terreno inizia ad essere piuttosto secco. Aggiungendone troppa quando non serve, porterà solo al ristagno dell'acqua che soffocherà le radici, impedendo all'aria di circolare. In questo modo, le radici non riusciranno ad assorbire i sali minerali presenti nel terreno, contribuendo alla comparsa di funghi sulle foglie. Essendo una pianta sempre verde, si deve irrigare sia in estate che in inverno; nei mesi più freddi occorrerà solo diminuire la quantità. Nelle stagioni più calde e negli ambienti con temperature più alte invece l'apporto d'acqua dovrà aumentare, ma sempre in base allo stato del terreno. Il bonsai ficus è una pianta di origine tropicale, è quindi consigliabile bagnare le foglie con un nebulizzatore, meglio se con acqua demineralizzata per evitare la formazione di macchie e aloni sulla superficie delle foglie.
Bonsai ficus

Ficus Ginseng in vaso 20

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Come ci si prende cura di un bonsai ficus?

bonsai ficus frutti Oltre all'innaffiatura, il bonsai ficus non ha bisogno di grandi cure per vivere in forma. Se si intende mantenere il ficus in casa, però, occorrerà potare i rami e diminuire le radici, altrimenti da bonsai si potrebbe trasformare in un vero e proprio albero. La potatura dei rami si può fare in ogni periodo dell'anno, anche se la primavera è indicata come stagione migliore, con la nascita dei germogli. Se si vuole mantenere il suo tradizionale aspetto, basterà tagliare solo quei rami "ribelli", ovvero quelli che stonano con la folta chioma che presentano tutti i ficus. Per quanto riguarda le radici, dovrebbero essere tagliate di circa la metà della loro lunghezza, e accertarsi che siano tutte sotto terra al momento del rinvaso. Un bonsai ficus può anche essere piantato a terra in giardino o in vasi sempre più grandi, ma bisogna essere consci che optando per questa scelta il tronco crescerà sempre di più, rendendo complicata la potatura e i seguenti rinvasi nel corso degli anni.

  • adenium obesa pianta L’Adenium è di origine tropicale, di provenienza africana e fa parte della famiglia delle Apocynaceae. E’ una pianta che si adatta benissimo ad un appartamento ed è molto decorativa. Di una bellezza i...
  • fiori melo Il melo è una delle piante da frutto più coltivate e diffuse. I fiori del melo sono ermafroditi e si sviluppano riuniti in infiorescenze composte da tre a sette elementi a corimbo. La corolla è format...
  • bonsai ulivo salve vorrei creare il mio primo prebonsai,vivo vicino bari è vero che l'ulivo è difficile che ramifichi?che specie è facile che ramifica ed è molto resistente?grazie mille...
  • olivo bonsai L'olivo bonsai si caratterizza per far parte della categoria delle sempreverdi e per provenire da tutte quelle zone che rientrano nel bacino del Mediterraneo.Tra le principali caratteristiche di que...

Bonsai Ficus Retusa in vaso cm. 30

Prezzo: in offerta su Amazon a: 76€


La concimazione e il terreno adatti al bonsai ficus

foglie bonsai ficus La concimazione del bonsai ficus è molto importante perché le radici non potrebbero trovare il giusto nutrimento nel terreno a disposizione. Anche quest'ultimo deve rispettare due caratteristiche: essere composto da metà di terriccio normale e l'altra metà da akadama ed essere drenante. In questo modo il terreno potrà far scorrere verso il fondo l'acqua, che non ristagnerà a contatto con le radici ma fornirà alla pianta la giusta nutrizione di cui ha bisogno. Il concime deve essere somministrato ogni due settimane nei mesi estivi, mentre una volta al mese durante l'inverno. Il fertilizzante può essere sia liquido che solido. Il primo basta versarlo sul terreno diluito con dell'acqua, mentre il secondo deve essere cosparso sulla superficie del terreno. Molti giardinieri consigliano il concime liquido, perché viene assorbito meglio dalle radici e si evita che venga mangiato dagli uccelli, nel caso la pianta sia all'aperto.


Curare il bonsai ficus: Le malattie e l'esposizone al sole

malattie bonsai Il bonsai di ficus, nei periodi estivi, può essere posizionato anche sotto il sole, avendo le caratteristiche per resistere anche ai raggi solari che invece farebbe soffrire le altre piante. É possibile metterlo al sole anche in inverno, se la giornata lo permette, ma bisogna ricordarsi di riportarlo all'interno prima che la temperatura si abbassi troppo. Il ficus ama il caldo, ma il gelo è il suo nemico numero uno. L'aria secca e zone poco illuminate conducono alla presenza di acari o brattea, che si possono sconfiggere con delle stecche di insetticida da posizionare sotto il terriccio oppure con dei comuni spray. In seguito alla cura, il bonsai dovrà essere messo in una zona più illuminata e nebulizzato spesso. Oltre a funghi e piccoli parassiti, i bonsai ficus sono piuttosto resistenti alle malattie e attraverso le foglie (gialle o cadenti) si può capire se la pianta è in salute o meno.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO