Ficus ginseng, come coltivarlo

vedi anche: Ficus

L'irrigazione

Il ficus ginseng necessita di innaffiature regolari d'acqua, preferibilmente di acqua piovana, o in ogni caso acqua con basse percentuali di calcare e cloro. Se coltivato all'aria aperta non è necessario di ulteriori innaffiature a parte quelle fornite dall'acqua piovana. Ma nel caso in cui fosse coltivato in ambienti chiusi o ci fossero condizioni climatiche con temperature elevate ed assenza di piogge a lungo termine, allora sarà necessario innaffiarlo. Dunque, innaffiate il vostro ficus ginseng una volta al giorno; se il terriccio è ancora bagnato, rinviare le innaffiature al giorno successivo. Il bonsai di ficus ginseng è un'ottima pianta d'appartamento, tuttavia il suo ambiente ideale è più umido di quello di una casa. Bisognerà dunque vaporizzare frequentemente la chioma del ficus con una soluzione di acqua demineralizzata. È facile rendersi conto del fabbisogno di umidità del ficus dalle foglie: quando avrà bisogno di essere vaporizzato le foglie appariranno opache e di colore smorto.
Ficus ginseng rinvasare

BONSAI GINSENG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15€


La coltivazione

Ficus ginseng Il ficus ginseng non sopporta il gelo. Se coltivato a bonsai d'estate può essere posizionato all'esterno prestando attenzione a che non riceva il sole direttamente nelle giornate più calde. La collocazione ideale all'interno dell'appartamento, invece, è vicino alle finestre, in modo che il bonsai di ficus ginseng riceva sufficiente illuminazione, infatti è una pianta che necessita di molta luce. Per quanto riguarda il terriccio del ficus ginseng è consigliabile utilizzare quello specifico per bonsai. Il terriccio ideale per il ficus ginseng consente un ottimo drenaggio alla pianta, ed è costituito da terriccio universale e sadiba. Possono essere anche utilizzati fertilizzanti liquidi e organici a pellet per fornire al vostro ficus ginseng un perfetto apporto nutrizionale. Il ficus ginseng in natura può arrivare ad avere dimensioni imponenti.

  • adenium obesa pianta L’Adenium è di origine tropicale, di provenienza africana e fa parte della famiglia delle Apocynaceae. E’ una pianta che si adatta benissimo ad un appartamento ed è molto decorativa. Di una bellezza i...
  • fiori melo Il melo è una delle piante da frutto più coltivate e diffuse. I fiori del melo sono ermafroditi e si sviluppano riuniti in infiorescenze composte da tre a sette elementi a corimbo. La corolla è format...
  • bonsai ulivo salve vorrei creare il mio primo prebonsai,vivo vicino bari è vero che l'ulivo è difficile che ramifichi?che specie è facile che ramifica ed è molto resistente?grazie mille...
  • olivo bonsai L'olivo bonsai si caratterizza per far parte della categoria delle sempreverdi e per provenire da tutte quelle zone che rientrano nel bacino del Mediterraneo.Tra le principali caratteristiche di que...

Mini serra per bonsai - estremo oriente- con semi di ciliegio, murraya paniculata e acero palmato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9€


La concimazione

Ficus ginseng foglie Il ficus ginseng va concimato da primavera fino a fine luglio: ogni due settimane durante l'estate, ogni due/ quattro settimane nel restante periodo. Si può utilizzare sia fertilizzante liquido che quello organico a pellet, e sia concimi chimici che organici. Nel caso in cui il ficus ginseng non fosse in buona salute, sarebbe meglio evitare i concimi, sostituendoli con un fitostimolante. La concimazione del ficus ginseng segue i medesimi metodi delle piante verdi. I concimi chimici utilizzati devono essere quelli specifici appunto per le piante verdi, che nutrono meglio il terriccio con il loro rapporto di azoto, fosforo e potassio. I bonsai di ficus ginseng coltivati nelle abitazioni si possono utilizzare concimi organici inodore, facilmente reperibili in commercio. Per quanto riguarda i fertilizzanti invece, si possono mescolare con l'acqua per l'irrigazione del ficus ginseng. È bene ricordarsi che durante il rinvaso va effettuata una concimazione, perché le radici del ficus avranno perso la maggior parte delle sostanze nutritive.


Ficus ginseng, come coltivarlo: Le malattie

Bonsai coltivazione Come abbiamo detto precedentemente, il ficus ginseng necessità di illuminazione ed umidità. Qualora queste condizioni non fossero rispettate, si indebolirebbe, perderebbe le foglie e subirebbe l'attacco di acari. La sua guarigione si potrà avere utilizzando stecche di insetticida sistemico o spray. Inoltre servirebbero lampade per piante - da accendere per 12/14 ore al giorno - ed una frequente nebulizzazione per garantirgli l'umidità necessaria. Solamente così il vostro ficus ginseng si riprenderà. Il ficus ginseng può essere aggredito anche dalla cocciniglia (visibile con dei batuffoli di cotone), funghi, parassiti, tripidi, ragno rosso, bruchi. Per evitare l'insorgere di simili problematiche sarà sufficiente effettuare dei trattamenti preventivi a cadenza settimanale: acaricida, anticocciniglia, anticrittogramico. Utilizzati a rotazione vi consentiranno di mantenere il vostro ficus ginseng in perfetta salute.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO