Infuso di rosmarino

vedi anche: Potatura rosmarino

Come si prepara

Nel caso in cui volessimo raccogliere il rosmarino manualmente, dobbiamo sapere che la stagione migliore per effettuare tale operazione è, senza ombra di dubbio, la primavera, almeno fino al termine dell'estate.

Nel caso in cui poi avessimo intenzione di essiccarlo, dobbiamo provvedere a rimuovere diversi ramoscelli che si formano sulla sommità della pianta, per poi legarli insieme con uno spago e appenderli all'interno di un ambiente il più fresco e secco possibile, sempre facendo attenzione a mantenere gli aculei dei ramoscelli sempre verso il basso.

Per realizzare un buon infuso a base di rosmarino , che sia in grado di svolgere un'attività tipicamente digestiva, non dobbiamo far altro che versare un cucchiaio di foglie essiccate di rosmarino all'interno di una tazza colma d'acqua bollente.

Lasciamo il composto in infusione per circa un quarto d'ora e poi eseguiamo il filtraggio.

A questo punto potremo tranquillamente bere il nostro infuso, a piccoli sorsi e da assumere circa tre volte al giorno, sempre in seguito ad ogni pasto.

infuso di rosmarino

Infuso di Rosmarino – 50g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,49€


Effetti benefici

infuso di rosmarino 2 La fitoterapia offre, nella maggior parte dei casi, tutta una serie di erbe e piante che possono rappresentare una valida alternativa all'uso di farmaci.

Molte volte, i prodotti naturali sono quelli che permettono di trovare nuova energia e sopratutto ridare benessere all'intero organismo.

Una delle piante che possono certamente costituire un rimedio per contrastare la stanchezza e rilanciare la salute del proprio corpo è indubbiamente il rosmarino.

Il rosmarino è uno degli aromi che vengono utilizzati con più frequenza all'interno della cucina mediterranea, dal momento che può vantare notevoli proprietà dal punto di vista tonico e disintossicante.

Anche nell'antichità il rosmarino era notevolmente considerato e largamente impiegato per le sue proprietà benefiche, al punto che per il popolo egiziano rappresentò anche un simbolo di immortalità.

Le sostanze presenti all'interno delle foglie di rosmarino si caratterizzano per svolgere un'azione stimolante ed energetica, dato che consente anche di favorire e migliorare la circolazione sanguinea, oltre a rappresentare un'ottima soluzione per quanti abbiano intenzione di contrastare la stanchezza, debolezza o cali di pressione.

Sopratutto per merito della presenza dei flavonoidi, il rosmarino riesce a garantire lo svolgimento di un'azione riequilibrante e disintossicante, che si concentra in modo particolare sul fegato, ovvero quell'organo che viene maggiormente colpito da stress e stati ansiosi.

Ecco spiegato il motivo per cui gli infusi di rosmarino possono avere effetti benefici anche sulle ghiandole surrenali, per dare un'adeguata protezione nei confronti dello stress.

L'infuso a base di rosmarino viene frequentemente impiegato per la cura di depressione, disturbi epatici e di colesterolo elevato.

Proprio con l'infuso di rosmarino c'è la possibilità di realizzare sia lavaggi che impacchi per sfruttare nel migliore dei modi le sue proprietà curative.

  • Rosmarino Il rosmarino è tra gli aromi più diffusi nelle cucine italiane, parte fondamentale della dieta mediterranea per insaporire i cibi e le pietanze. La sua grande diffusione è legata anche alla possibili...
  • decotto rosmarino Nel caso in cui aveste intenzione di provvedere alla raccolta manuale delle foglie di rosmarino, dobbiamo sapere che si tratta di una pianta che può vantare foglie lungo tutto il corso dell'anno, anch...
  • Rosmarinus officinalis Il rosmarino è una pianta aromatica molto utilizzata sulle tavole italiane. Il suo nome viene dal latino, e significa rugiada del mare. Infatti, si tratta di un arbusto che cresce spontaneo lungo le z...
  • Rosmarino (Rosmarinus officinalis) Tra le piante adoperabili in fitoterapia, il rosmarino è sicuramente una delle più conosciute, a causa del suo largo utilizzo in cucina come spezia per insaporire i cibi. Tuttavia, esso possiede numer...

Infuso Rosmarino 36 G

Prezzo: in offerta su Amazon a: 4,32€


Ricette

Per fare in modo di contrastare tutti quei dolori alla testa, così come le emicranie che derivano da disturbi del sistema nervoso, possiamo preparare un ottimo infuso a base di rosmarino e camomilla.

Realizziamo una tisana sfruttando i vari ingredienti: per prima cosa laviamo i rametti di rosmarino e procuriamoci dei fiori di camomilla.

Versiamo il composto all'interno di una tazza colma di acqua bollente e poi lasciamo il preparato in infusione per almeno cinque minuti: l'operazione successiva sarà quella del filtraggio e poi aspettare che il composto diventi tiepido.

Bisogna rammentare come nel caso in cui l'infuso risulti troppo amaro, c'è sempre la possibilità di renderlo più dolce con l'aggiunta di un cucchiaino di miele, zucchero di canna o succo di limone.

Si tratta di un ottimo rimedio naturale, che permette di svolgere un'attività distensiva e rilassante per il corpo e per la mente.

Questo infuso a base di rosmarino può essere anche particolarmente utile per alleviare quei leggeri mal di testa, in assenza di una patologia particolare.

Infine, per preparare un ottimo infuso di rosmarino che possa essere efficace per curare le dispepsie gastriche e le coliche, sopratutto svolgendo un'attività tonificante, saranno necessari pochi passaggi.

Servono venti grammi di rosmarino da versare all'interno di un litro di acqua bollente: lasciamo in infusione il composto per qualche minuto e poi lo filtriamo: ricordiamo che si deve bere quando l'infuso è ancora molto caldo.


Infuso di rosmarino: Avvertenze

infuso di rosmarino Allo stesso modo di tutte le altre piante che sono in grado di svolgere un'attività stimolante, anche il rosmarino deve essere impiegato con la massima prudenza ed attenzione, sopratutto nel caso in cui la persona soffra di pressione alta, così come di disturbi legati all'insonnia oppure stia attraversando la fase della gravidanza.

La pianta di rosmarino è altrettanto controindicata per tutte quelle persone che soffrono di disturbi epilettici.

Infatti, sopratutto nel caso in cui non si mantenga l'estrema attenzione e prudenza sul quantitativo da assumere, ma si ecceda con il dosaggio, il rosmarino può essere la causa di irritazioni, convulsioni e vomito.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO