Fiori primaverili

Perché coltivarli

Con l'arrivo della bella stagione una soluzione per abbellire la propria casa, i davanzali delle finestre oppure il balcone è adottare fiori allegri e colorati, dalle tonalità accese o romantiche. In questo modo si crea un ambiente confortevole, pieno di vita e fatto su misura. Si possono adottare vasi di qualunque materiale e colore oppure contenitori di recupero che diano un tocco vintage alla stanza. I fiori primaverili rendono freschi gli ambienti e rendono più allegro e frizzante l'umore. Allo stesso tempo possono essere coltivati anche in giardino a seconda delle tecniche colturali necessarie. Ci sono tante specie di fiori primaverili tra i quali poter scegliere: ad esempio gli Iris danno un tocco scenografico allo spazio e i metodi di cura cambiano a seconda della varietà: possono crescere sia in vaso che in giardino.
Gigli narcisi tulipani

BULBI DA FIORE DI FRESIE IN CONFEZIONE DA 10 BULBI (mix)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,9€


Le caratteristiche

Fiori primaverili I Gerani sono tra i fiori primaverili maggiormente coltivati in vaso sui balconi e terrazzi. Sono veramente scenografici e danno bellezza e allegria all'ambiente, tuttavia è necessario mettere a punto alcuni accorgimenti per avere una fioritura abbondante. Occorre effettuare il rinvaso di questi fiori primaverili ogni primavera, scegliendo vasi di dimensioni adeguate. Bisogna evitare la formazione di ristagni idrici, quindi occorre piantare i bulbi in un terreno leggero e soffice, a cui è stata aggiunta molta torba. Durante l'estate i Gerani vanno innaffiati tutti i giorni e ogni 2 settimane bisogna aggiungere concime universale per favorire una fioritura abbondante. Un altro fiore primaverile è la Gerbera, il cui aspetto ricorda quello della Margherita, anche se i petali sono più eleganti e lunghi. Può avere tanti colori decisi, come il viola, il rosso, il giallo e l'arancione. si coltiva facilmente anche in vaso.

  • erika All’interno di questa sezione parleremo delle piante perenni, cioè quelle che vivono più di due anni; queste piante arricchiscono i giardini di colori meravigliosi soprattutto nella stagione autunnale...
  • rosa Il linguaggio dei fiori era un modo di comunicare molto diffuso nell’800 ma ancora oggi, ad esempio, le rose rosse si regalato per significare passione, quelle bianche purezza e quelle rosa amicizia. ...
  • stella di natale Chi di noi non conosce la stella di Natale, o meglio, l’Euphorbia Pulcherrima? Nessuno o quasi. Tutti noi, almeno una volta, abbiamo comprato questa pianta durante il periodo natalizio, per fare un re...
  • giardino fiorito Il giardino richiede cura e manutenzione costante, poiché le piante e i fiori devono essere seguite costantemente durante l’anno. Il giardinaggio è la tecnica che si occupa della coltivazione di piant...

BULBI DA FIORE PRIMAVERILI DI QUALITA' A FIORITURA ESTIVA (1, Dalie Nane Decorative Little Tiger)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,9€


Come coltivare le piante fiorite

Fiore primaverile Tra i fiori primaverili a bulbo si ricordano le Begonie, presenti in molti colori. Queste piante hanno foglie lucide, la cui tonalità va dal purpureo al verde. Sono facili da coltivare e vanno piantate da metà aprile, quando non si rischiano gelate estive che possano far morire i bulbi; i fiori spuntano in giardino in piena estate. Se la coltivazione avviene in vaso dentro casa, la fioritura è anticipata a marzo. Le Begonie necessitano di crescere in zone semi-ombreggiate e di avere un substrato ben drenato. Se si coltivano in vaso bisogna posare sul fondo uno strato di palline di argilla espansa spesso almeno 5 cm. I Crochi, invece, sono fiori primaverili che spuntano all'inizio della bella stagione e che possono essere dei colori più svariati: si va dalla tonalità albicocca a quella giallo oro, dal malva violaceo al bianco con sfumature lilla.


Fiori primaverili: Come coltivarli

Margherite papaveri viole Tra i fiori primaverili non bisogna dimenticare le Azalee: sono piante che appartengono al genere Rhododendron e si caratterizzano per i fiori dai meravigliosi colori (bianco, rosso, rosa e magenta) e per le foglie verde scuro molto fitte. A seconda della varietà coltivata, la fioritura va dal mese di marzo a quello di ottobre. Si tratta di specie sempreverdi e molto resistenti, sia alle alte che basse temperature. Le Azalee possono essere coltivate in giardino oppure in vaso; i piccoli esemplari possono essere usati come piante da appartamento. Il terreno è acido e ben drenato, mentre le innaffiature devono essere frequenti; al tempo stesso è fondamentale evitare la comparsa di ristagni d'acqua. Questi fiori primaverili sono dotati di radici molto superficiali, quindi non devono essere piantati in profondità. Si consiglia di somministrare concime universale di tanto in tanto per rendere più bella e abbondante la fioritura.



COMMENTI SULL' ARTICOLO