Hoya carnosa

Come irrigare

L'Hoya Carnosa è una pianta in grado di conservare acqua nelle sue foglie. Per questa ragione, non soffre particolarmente i periodi di siccità, ma al contrario teme molto degli eccessi di irrigazione. Nel caso in cui si ecceda con le bagnature, la pianta andrà incontro ai ristagni idrici. Questi ristagni tendono a sommergere le radici e causarne l'asfissia ed il conseguente marciume radicale. Il marciume radicale è una delle cause principali e più rapide di morte della pianta. È necessario procedere con delle bagnature solamente quando il terreno risulta asciutto fino a 3 cm di profondità, e solo durante il periodo vegetativo. Inoltre è bene, durante i mesi che vanno da marzo a settembre, mantenere l'umidità attorno alla pianta piuttosto elevata mediante delle vaporizzazioni oppure mediante l'uso di sottovasi pieni di acqua da porre al di sotto dell'Hoya Carnosa.
Germogli hoya carnosa

10 Rizomi di Mughetto (Convallaria majalis) (10)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18€


Come curare

Fiore di cera L'Hoya Carnosa ama un'esposizione soleggiata, ma non essere esposta direttamente ai raggi solari. Qualora la pianta venisse coltivata in vaso, è consigliato porla davanti ad una finestra esposta a Ovest o a Sud. Invece, se la nostra Hoya Carnosa viene coltivata in esterno, è possibile disporla sotto un albero dalle foglie caduche che sia in grado di proteggere la pianta dai raggi solari diretti. L'Hoya Carnosa riesce a resistere fino a temperature attorno ai 10°C, al di sotto di questi valori la pianta inizia a soffrire. Le condizioni migliori per l'Hoya Carnosa consistono in un clima che si aggiri attorno ai 18°C-22°C. È possibile effettuare una potatura in autunno. Non è importante procedere massivamente, ma piuttosto accorciando i rami di 1/3 o 2/3 a seconda di quanto si siano allungati nel corso della stagione vegetativa.

  • una perfetta fioritura geometrica dell'Hoya carnosa L'hoya carnosa è in Italia nota con il nome "fiore di cera" per la delicatezza dei suoi petali rosa, tanto da meritarsi anche l'appellativo "fiore di porcellana". Questa pianta da interni è di caratte...
  • Composizione peperomia Le Peperomia sono piante ornamentali originarie del Sudamerica del tutto particolari. Ciò che le rende davvero speciali sono i colori, la forma delle foglie e il comportamento dei loro germogli. Le sp...
  • attrezzi da giardino Quando si parla di attrezzi per il giardinaggio, occorre fare una netta distinzione tra gli attrezzi di un giardiniere professionista e quelli di chi ha solo una passione per la cura del giardino. in ...
  • tulipani screziati Il tulipano è un bellissimo fiore di origine orientale ma molto conosciuto in Europa per via della coltivazione olandese. Gli olandesi, nei loro commerci con l'Asia, scoprirono questo notevole bulbo e...

Mr.seeds 100 parti/bag semi bonsai rare semi di fiori tulipano nero giardini perenni e piante in vaso.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,05€


Come concimare

Hoya carnosa fioritura Per quanto riguarda la concimazione dell'Hoya Carnosa, è possibile procedere mediante l'uso di un concime liquido che sia ricco soprattutto in potassio. Il fertilizzante potrà essere diluito con l'acqua di irrigazione in dosi leggermente inferiori rispetto a quanto riportato sulla confezione. Si concima una volta ogni due settimane circa e soloamente durante il periodo vegetativo. Il terreno ideale per la coltivazione dell'Hoya Carnosa deve essere leggero e molto ben drenante. Al fine di preparare un substrato perfetto, è possibile mescolare manualmente le fibre vegetali, la sabbia e la torba. È importante tenere a mente l'importanza di porre uno strato drenante piuttosto spesso anche sul fondo del terreno del vaso. Infine, è possibile arricchire ulteriormente il substrato mediante l'uso della perlite.


Hoya carnosa: Malattie e rimedi

Esemplare fiore cera Per quanto riguarda gli insetti ed i parassiti che possono attaccare l'Hoya Carnosa troviamo il ragnetto rosso e la cocciniglia. Il ragnetto rosso causa sulle foglie delle macchie gialle o grigiastre, talvolta anche rugginose. Qualora la sua infestazione fosse piuttosto prolungata, questo parassita tende a formare anche delle ragnatele sulla pianta. La causa scatenante di questo attacco è una condizione climatica particolarmente secca e afosa, dunque, è bene nebulizzare sempre dell'acqua attorno alla chioma, specialmente in estate. Se l'infestazione è troppo avanzata, è bene utilizzare degli antiparassitari appositi. Per quanto riguarda la cocciniglia, questo insetto si attacca sui fusti o sulle nervature delle foglie. È possibile procedere mediante l'uso di batuffoli di cotone imbevuti di alcol oppure, in caso di infestazioni più gravi, tramite l'uso di oli minerali.


  • hoya bella Pianta ornamentale dall'elevato valore decorativo per la particolare infiorescenza che delizierà la vista e non solo, po
    visita : hoya bella

COMMENTI SULL' ARTICOLO