Baobab - Adansonia digitata

Il Baobab

Il baobab, nome comune per adansonia, comprende otto specie di alberi decidui e tropicali. E' originario di terre dal clima elevato, diffuso soprattutto in Africa, Madagascar e Australia. Tra questi una delle specie più note è l'adansonia “digitata”, detta anche baobab africano. Il baobab è assai noto per le sue grandi dimensioni e il suo nome deriva dal termine “bu-hibab”, con il significato di frutti dai molti semi. Il frutto è infatti uno degli elementi più caratteristici dell'albero: considerato sacro e magico nell'antichità era inoltre probabilmente, stando agli studi storici, già utilizzato duemila anni fa dall'affascinante popolazione egizia. Il baobab appartiene alla famiglia delle Bombaceae e si presenta in natura come un impotente presenza che va a svilupparsi molto spesso in modalità isolata, anche in terre rocciose o desertiche, grazie alle sue importanti radici e al suo tipico tronco che funge da serbatoio d'acqua. E'un albero dunque dalle grandi dimensioni, che può superare agevolmente i venti metri di altezza e presenta, come una delle sue parti rilevanti, un tronco particolarmente largo - fino a una dozzina di metri di diametro - dalla consistenza spugnosa all'interno, più fibrosa nella sua parte esterna. La sua corteccia ha un colore grigio chiaro, talvolta marrone, e ha consistenza liscia al tatto. Un elemento interessante del tronco è appunto la sua interna consistenza spugnosa, grazie alla quale l'albero riesce ad incamerare una sufficiente quantità di liquidi durante la stagione delle piogge che consentirà poi alla pianta di sopravvivere nel tempo in cui sopraggiungerà la stagione della siccità. Studi tecnici rilevano che un solo albero di grosse dimensioni può intrattenere una quantità di acqua vicina addirittura ai diecimila litri. In questo modo la cavità interna del tronco, larga e cava, diventa una vera e propria riserva d'acqua, della quale si riforniscono specie in Africa alcune popolazioni o la fauna locale. I rami del baobab si presentano più larghi vicino al tronco e più sottili verso la parte finale. I rami più grandi sono quelli di minore età.
foto baobab

SAFLAX - Set per la coltivazione - Baobab di Grandidier - 2 semi - Adansonia grandidieri

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,75€


Foglie e fiori

Le foglie dell'adansonia possono essere semplici oppure digitate, munite di piccole foglioline per un numero che varia da 5 a 9, collocate in modo alternato al termine del ramo oppure su alcuni rilievi del tronco. La forma delle foglie può essere ovale o allungata. I fiori hanno un bel colore bianco. Sono di grandi dimensioni e si presentano al termine di un peduncolo o soli o a coppie. Essi tendono verso l'alto con i loro bei 5 petali candidi.

  • disegno botanico dei frutti dell'adansonia digitata Nonostante l'albero di baobab sia originario dell'Africa meridionale, è uno degli alberi più noti anche nel continente europeo, perchè colpì sin da subito i primi esploratori che si recarono nel conti...

Baobab Mini, colore bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,57€


Frutti

Particolarmente interessante è il frutto del baobab, ovoidale o cilindrico, di consistenza legnosa esternamente e di una parte commestibile e polposa interna, che contiene anche diversi semi. Notevole e il valore nutritivo e curativo del frutto che infatti, spesso presso popolazioni indigene ma anche nella nostrana erboristeria, è utilizzato nelle terapie per i suoi effetti analgesici, antisettici, depurativi, ostili a febbri di vario genere e per molti altre malattie. Ricco di minerali, il frutto ha la particolarità di avere un potente valore anti-ossidante, in virtù della concentrazione davvero elevata di vitamina c. Questa caratteristica è la maggiore causa del suo tipico sapore acidulo.


Moltiplicazione

Per seme, ma anche per talea. Tuttavia la prima modalità è molto più diffusa e si concentra nella stagione primaverile. Per facilitare la germinazione è consigliabile mantenere i semi per un giorno intero immersi in acqua calda, dal momento che questi germinano, in natura, dopo essere rimasti a lungo tempo o nel terreno oppure nell'apparato digerente degli animali che si sono nutriti dei frutti.


Esposizione

Data la sua origine, il baobab preferisce di gran lunga luoghi in pieno sole. E' necessario proteggere la pianta durante le stagioni più fredde, collocandole in una serra possibilmente a temperatura mite.


Terreno

La sua preferenza va a un terreno sciolto e sufficientemente drenato, ma che non abbondi di materiale organico.


Annaffiatura

Annaffiare dall'inizio della primavera fino ad ottobre. E' importante che il terreno sia asciutto tra un'annaffiatura e l'altra per evitare ristagni d'acqua che potrebbero danneggiare l'albero. Nelle stagioni più fredde evitare queste operazioni.


Utilizzi

Varie parti dell'albero possono essere utilizzate per diversi scopi: se i frutti, si è detto, sono commestibili e altamente consumati per il loro valore nutritivo e proprietà terapeutiche, anche le foglie sono usate in erboristeria, sminuzzate o in polvere, sia per uso alimentare per le loro proprietà benefiche, sia come materiale utile a lavaggi e operazioni igieniche. Anche i semi sono spesso mangiati, mentre interessante è l'utilizzo dei grandi gusci dei frutti che, svuotati, possono fungere da piatti o per la costruzione di soprammobili e contenitori. Il legno, infine, non facile a tagliarsi per le sue proprietà elastiche, è usato spesso anch'esso nella costruzione di oggetti come piatti o contenitori vari, ma anche per la creazione di mezzi per spostarsi in acqua come le canoe.



  • baobab albero Nonostante l'albero di baobab sia originario dell'Africa meridionale, è uno degli alberi più noti anche nel continente e
    visita : baobab albero

COMMENTI SULL' ARTICOLO