Taxus

Taxus: caratteristiche generali

Il Taxus è una conifera sempreverde originaria delle zone che si affacciano sul Mar Mediterraneo. Appartiene alla famiglia delle Taxaceae ed è un albero sempreverde, a crescita lenta ma molto longevo. Raggiunge dimensioni massime di circa 15 metri e si sviluppa più in larghezza che in altezza. Il fusto ha una corteccia rossastra e liscia negli esemplari più giovani e composta da scaglie in quelli adulti. La fitta chioma si sviluppa fino alla base della pianta ed è molto larga, le ramificazioni sono innumerevoli e sono composte da fogliame verde e aghifoglie. Gli esemplari femmina, alla fine della stagione estiva, producono dei frutti rosso corallo, piccoli e tondeggianti. È conveniente tenere sempre bene a mente che, le foglie e i frutti, se ingeriti dagli animali, sono molto tossici.
Frutti del Taxus.

Taxus baccata, Tasso, 3 anni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,3€


Coltivazione

Dettaglio fogliame del Taxus. Il Taxus è un sempreverde che si adatta a qualsiasi condizione e posizione. Può essere messo a dimora in zone soleggiate, semiombreggiate e in piena ombra. A questo proposito, è utile ricordare che, in Italia, si possono osservare alcuni esemplari nel sottobosco. I forti venti provenienti dalla costa e l’inquinamento atmosferico non sono dei problemi per questa pianta. Può essere coltivato sia come pianta da siepe e sia in solitaria. Si adatta a qualsiasi conformazione della terra, anche se, predilige un terreno drenato anziché umido. Sopporta i periodi di siccità in quanto, per mantenersi vigoroso, sfrutta l’acqua piovana. Le potature devono essere praticate con attenzione e, attuarle solo quando la pianta lo necessita. Eliminare eventuali polloni in modo tale da mantenere il Taxus in ordine. Infine, durante la fine della stagione invernale, è conveniente disporre alla base dell’albero, del concime organico maturo, preparandolo così alla stagione primaverile.

  • taxus baccata dovostoniana Il tasso, nome comune per taxus baccata, appartenente alla famiglia delle Taxaceae, è una conifera sempreverde originaria dell'Europa, principalmente nelle aree intorno al Mediterraneo ma anche nelle ...
  • Esempio di Taxus Baccata La Taxus Baccata, conosciuta più semplicemente come tasso, è una conifera sempreverde originaria dei paesi del Mediterraneo. Cresce lentamente, ma è molto longeva e può raggiungere altezze elevate, fi...
  • Camelia Avete idea di quante possano essere le piante da giardino? Sicuramente moltissime e tutte molto interessanti e degne di considerazione ma noi ci limiteremo ad illustrarvene alcune come l’azalea, piant...
  • begonie Questa sezione è dedicata alle piante annuali, cioè quelle il cui ciclo vitale dura un anno oppure una o due stagioni. Parleremo, tra le altre, di alcune piante molto note che troviamo nei nostri parc...

Vivai Le Georgiche TAXUS BACCATA (TASSO)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13€


Moltiplicazione e potatura

Esempio forma del Taxus. La moltiplicazione del Taxus avviene prevalentemente per semina, durante la stagione autunnale. Riempire il contenitore con del terriccio composto in parti uguali da sabbia e torba, mettere i semi e ricoprirli. In seguito si mette in una serra fredda e si mantiene il terriccio umido finché non iniziano a nascere i primi germogli. Poi si prendono i germogli e si mettono a dimora in vaso e tenute sempre nella serra per almeno due anni. Quando il Taxus raggiunge la giusta maturazione, in primavera, può essere messo in piena terra. La moltiplicazione può avvenire anche mediante talea o, più semplicemente, si possono utilizzare i polloni formatisi alla base del Taxus. La potatura è praticata sia per eliminare rami secchi, infetti o danneggiati, e sia per conferire alla pianta la forma desiderata.


Parassiti e malattie

Il Taxus raramente è soggetto ad aggressioni ad opera di parassiti o malattie, tuttavia, se non si segue qualche semplice regola, si avrà una diminuzione dello stato salutare della stessa pianta. È bene ricordare che se non si mette a dimora in un terreno ben frenato, i ristagni idrici possono causare marciume e il proliferare di malattie fungine (Phytophthora). Fare molta attenzione anche alla cocciniglia del tasso, ai bruchi e all’insetto oziorrinco. Quest’ultimo è un coleottero che attacca le foglie, limitandone il processo di fotosintesi e crescita del fogliame stesso. Se non si vogliono utilizzare prodotti chimici, per eliminarli basta scuotere (durante le ore notturne) l’albero e fare in modo che gli insetti cadano sulla paglia sparsa sulla base dell’albero.



  • taxus Conifera sempreverde molto longeva originaria dell'Europa e dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Ha crescita ab
    visita : taxus

COMMENTI SULL' ARTICOLO