Scilla marittima

Le caratteristiche della scilla marittima

La Scilla marittima appartiene al genere Scilla o Urginea, comprendente specie bulbose della famiglia delle Liliacee. Il suo nome scientifico è Urginea maritima ed è la varietà più nota e diffusa: cresce nelle regioni mediterranee, nell'Africa meridionale e nelle Canarie. In Italia è abbastanza comune nei territori meridionali, nelle isole e lungo i litorali della Liguria, Toscana e Lazio. Si spinge pure all'interno, specialmente lungo le valli, anche per qualche decina di chilometri. La Scilla marittima, chiamata anche cipolla di mare, è una specie perenne, munita di un grosso bulbo che emerge spesso per una buona parte dal terreno. Per quanto riguarda l'irrigazione, durante il lungo periodo in cui i bulbi del tipo rustico formano radici al buio, occorre bagnare ogni due settimane in modo da mantenere leggermente umido il terriccio. Se è necessario, si aggiunge acqua quanto basta a impedire al terriccio di seccare. Da quando si sviluppano le infiorescenze fino a quando termina la fioritura è necessario bagnare abbondantemente.
Fiori scilla

Luci solari per esterni da giardino -Nuovo luci solari alimentate multi-colore Luci da paletto LED multicolori a giglio per giardini, percorsi, decorazioni per il patio -1 Pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,99€


Come coltivare la scilla marittima

Scilla marittima Le piante di Scilla marittima sono piccole bulbose, note per i fiori dai colori brillanti e anche per le belle foglie lucide e verdi. Alcune delle piante coltivate in casa sono rustiche e resistono al freddo, ma non fioriscono più se tenute negli ambienti interni per più di un anno. Perciò vengono trattate come piante annuali da godere finché sono in fiore, ma da scartare oppure da piantare all'esterno quando la fioritura è finita. Le foglie di queste piante rustiche spuntano in autunno e i fiori sono vivacemente colorati. I bulbi, che hanno un diametro di circa 1 cm, sono di solito coperti da un sottile involucro cartaceo, lucente o quasi trasparente; in questo caso si riesce a intravedere il fondo verde o crema, porpora scuro opaco o marrone sfumato di porpora. Le foglie di Scilla marittima sono senza picciolo, largamente lanceolate, lunghe 12-15 cm. Il colore è intenso, verde lucente nelle specie rustiche e variamente disegnato nelle altre. In mezzo alle foglie, dal centro di ogni bulbo, spuntano tre o quattro fusti fioriferi che portano parecchi fiori campanulati e penduli.

  • giardino fiorito Il giardino richiede cura e manutenzione costante, poiché le piante e i fiori devono essere seguite costantemente durante l’anno. Il giardinaggio è la tecnica che si occupa della coltivazione di piant...
  • cyclamen coum 15090 Il cliclamino, nome botanico Cyclamen, è una bella pianta bulbosa perenne che racchiude numerose specie che traggono origine dalle zone del Mediterraneo orientale; in alcune parti dell’Italia cresce e...
  • tulipani screziati Il tulipano è un bellissimo fiore di origine orientale ma molto conosciuto in Europa per via della coltivazione olandese. Gli olandesi, nei loro commerci con l'Asia, scoprirono questo notevole bulbo e...
  • Dalia Pompon La dalia, fiore appartenente alla famiglia delle composite, è originaria del Messico ma ha avuto una grandissima diffusione in tutta Europa. Questo bulbo da vita a fiori magnifici, ritenuti tra i migl...

50 Bulbi di Zafferano Sardo di San Gavino - N°1 al mondo (Crocus sativus) circonferenza 10/+ cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 45,9€


Il terreno ideale, la concimazione e il rinvaso

Scilla pianta La Scilla marittima cresce in qualunque tipo di terreno: va benissimo il comune terriccio universale. Non è necessario che le specie rustiche di Scilla siano sottoposte a concimazione durante la loro breve vita all'interno della casa. Per quanto riguarda l'invasatura e rinvasatura, è necessario usare un terriccio comune e piantare tutti i bulbi delle piante di Scilla marittima in mezzi vasi o ciotole. In autunno si invasano parecchi bulbi appena sotto la superficie del terriccio, in un unico contenitore. I bulbi vanno collocati l'uno molto vicino all'altro, ma in modo che non si tocchino; a questo punto si deve bagnare quanto basta a inumidire il terriccio, ma senza che l'acqua ristagni nel vaso. Inoltre si colloca il contenitore in un posto fresco e buio; l'ideale sarebbe poterlo mettere in una cantina. Se ciò non è possibile, si racchiudono i vasi coi bulbi in un sacchetto di plastica e li si colloca su un davanzale o un balcone ombreggiati. Buio e fresco sono indispensabili alla radicazione dei bulbi prima dello sviluppo dei germogli.


Scilla marittima: L'esposizione ed eventuali malattie

Piante scilla I bulbi della specie Scilla marittima dovrebbero essere piantati in autunno e dovrebbero essere tenuti al buio nelle prime 10-12 settimane, quando si stanno formando le radici e i germogli. Nel tardo inverno, non appena cominciano a spuntare i boccioli dei fiori, si devono abituare le piante gradualmente per un periodo di circa 10 giorni alla luce viva filtrata. Non bisogna mai sottoporle alla luce solare diretta. I bulbi della Scilla marittima devono essere invasati a temperature non superiori ai 10°C per quasi tutto l'inverno. Invece, quando spuntano i boccioli dei fiori, le piante possono tollerare temperature fino a 16°C. Benché le Scilla marittima possano fiorire anche con temperature superiori ai 16°C, il caldo accorcia la vita dei fiori. Questa specie è rustica e robusta, quindi in genere non viene attaccata da malattie e parassiti; è necessario prestare attenzione soltanto ai ristagni idrici.


  • bulbo pianta In bulbi trovate tanti articoli sulle piante di questa categoria, caratterizzate dall'aspetto simile ad un cipollotto. O
    visita : bulbo pianta

COMMENTI SULL' ARTICOLO