Radici kiwi

Domanda : Radici kiwi

Mi hanno detto che le piante di kiwi a ridosso dei muri possono col tempo danneggiarli con le loro potenti radici. Siccome ho tre piante messe proprio a ridosso di un muro di mattoni e pietre e finalmente dopo tre anni sono entrate in produzione volevo sapere se questa notizia è veritiera o del tutto priva di fondamenti prima di procedere allo spostamento delle piante. Grazie in anticipo per la gentile risposta.
kiwi

06-260-020 SUPERThrive 120ml, Marrone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,55€
(Risparmi 0,53€)


Risposta : Radici kiwi

Buongiorno Alessandro e grazie per averci scritto tramite la sezione domande e risposte del nostro sito. Il kiwi è una pianta coltivata come rampicante che possiede un apparato radicale superficiale. Le radici di questa pianta dioica (esistono piante maschili e piante femminili), si sviluppano principalmente nei primi 30 cm di terreno e non vanno in profondità. I danni che possono fare ai muri limitrofi sono proporzionali al tipo di muro che si trovano vicino ed alla distanza alla quale è posto questo muro. Se per esempio il muro è molto vicino (0,5-1,5 metri) ed è stato costruito a secco o comunque senza un minimo di fondamenta, le radici possono intaccare la sua stabilità. Nel suo caso le piante di kiwi sono state piantate vicino ad un muro in mattoni e pietre che potrebbe essere intaccato con il tempo a causa del crescere delle radici.

La notizia che le è stata riportata è quindi vera anche se molto dipende dal tipo di muro che si trova in prossimità delle radici. Se ha intenzione di spostare le piante di kiwi le consigliamo di aspettare quest'autunno e di potare in maniera molto intensa le piante prima di smuoverle. Una potatura molto incisiva è fondamentale per permettere la buona riuscita del trapianto. Le consigliamo quindi di eliminare molti rami lasciando solo qualche tirasucchio e pochi rami con foglie.

Prima di decidere di spostare le tre piante di kiwi che finalmente sono entrate in produzione le consigliamo comunque di richiedere il parere di un agronomo o di un dottore forestale, professionisti del settore in grado di poter vedere con più calma e dal vivo la sua situazione e decidere se è il caso di asportare le piante. Il trapianto è una operazione rischiosa, faticosa, costosa e con gravi ripercussioni sulle piante e quindi prima di intervenire si deve valutare la situazione con un esperto.


  • foto kiwi Posseggo da circa 5 anni, 3 piante di kiwi di cui 1 maschile e 2 femminili (la terza femmina che avevo acquistato è morta).Premetto che abito a circa due Km dal mare ed il terreno è sabbioso. Mentre l...
  • potaturakiwi Il kiwi è il frutto agrodolce di una specie rampicante chiamata actinidia chinensis. La pianta, originaria dell’Asia e della Nuova Zelanda, è ormai abbondantemente coltivata anche in Italia, che è div...
  • Coltivazione di kiwi Il kiwi (Actinidia chinensis) è una pianta rampicante caducifoglia, originaria della Cina, che raggiunge gli 8-10 metri d'altezza. Le foglie sono rotonde ed i fiori, a 5-6 petali, sono di colore bianc...
  • Il Kiwi: polpa verde con semini neri Il kiwi, il cui nome botanico è Actinidia chinensis, è un frutto esistente da oltre settecento anni, originario della Cina meridionale dove, oltre ad essere considerato una prelibatezza, veniva adoper...

Kit trio Bonsai di Plant Theatre - 3 diversi alberi Bonsai da coltivare - Ottimo regalo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO