Chimonanthus praecox

vedi anche: Il calicanto

Chimonanthus praecox: caratteristiche generali

Il Chimonanthus praecox originario dell’Asia e dell’Europa, è un albero a lenta crescita chiamato anche calicanto d’inverno. Può raggiungere dimensioni massime di circa 4 metri d’altezza. Le infiorescenze hanno la particolarità di svilupparsi prima dell’apparato fogliare e nel bel mezzo della stagione invernale, i petali sono colore giallo e una parta centrale di colore rosso. Il fogliame conferisce alla pianta una sorta di plasticità e solidità; le foglie crescono in modo opposto, hanno una forma lanceolata, sono ruvide, raggiungono dimensioni di circa 20 centimetri, sono verdi, stropicciate ed emanano un inconfondibile profumo. Questa pianta può essere impiegata per la formazione di siepi, grazie alle aggrovigliate ramificazioni. Nonostante non necessiti di cure specifiche, è conveniente potare i rami danneggiati o vecchi, successivamente al disseccamento delle infiorescenze.
Dettaglio fogliame Chimonanthus praecox.

Armeniaca semi mume prugna, Chimonanthus semi praecox, bei colori molto di fiori realizzati in Cina, 10PCS / bag

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


Chimonanthus praecox: coltivazione

Dettaglio infiorescenze Chimonanthus praecox. Trattandosi di una pianta rustica, il Chimonanthus praecox si adatta a qualsiasi tipo di clima e di terreno. Tuttavia predilige una posizione semiombreggiata, nella quale possa godere di alcune ore di sole durante la stagione invernale. È conveniente collocarla in un luogo protetto dagli agenti climatici, soprattutto se si tratta di una giovane pianta. Il Chimonanthus praecox predilige terreni ben drenati, acidi, freschi e non eccessivamente calcarei. Non ha bisogno di potature se non per eliminare rami danneggiati dal gelo invernale. Anche le annaffiature non sono necessarie, fino a quando l’albero può usufruire dell’acqua delle piogge; durante la stagione estiva e siccitosa, è conveniente annaffiare con una certa regolarità, in modo tale da non far seccare la pianta.

  • erika All’interno di questa sezione parleremo delle piante perenni, cioè quelle che vivono più di due anni; queste piante arricchiscono i giardini di colori meravigliosi soprattutto nella stagione autunnale...
  • rosa Il linguaggio dei fiori era un modo di comunicare molto diffuso nell’800 ma ancora oggi, ad esempio, le rose rosse si regalato per significare passione, quelle bianche purezza e quelle rosa amicizia. ...
  • giardino fiorito Il giardino richiede cura e manutenzione costante, poiché le piante e i fiori devono essere seguite costantemente durante l’anno. Il giardinaggio è la tecnica che si occupa della coltivazione di piant...
  • fioriera da giardino Il giardino è uno spazio verde dove sono predominanti piante e fiori. Se la superficie a disposizione per piantare nella terra le specie vegetali è piuttosto ridotta si può ricorrere all’uso delle fio...

Armeniaca semi mume prugna, Chimonanthus semi praecox, bei colori molto di fiori realizzati in Cina, 10PCS / bag

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


Chimonanthus praecox: propagazione

Albero adulto di Chimonanthus praecox.La propagazione del Chimonanthus praecox può avvenire mediante semina e talea. È utile ricordare che ai fiori fanno seguito delle capsule semilegnose all’interno delle quali si trovano dei semi. Essi possono essere utilizzati per realizzare a nuove piante. All’inizio della stagione primaverile s’interrano i semi in terriccio composto da parti uguali di torba e sabbia. Il contenitore deve essere messo all’aperto perché i futuri germogli hanno bisogno di fresco inoltre, occorre tener la terra ben umida e fare in modo che i semi non vengano seccati dal sole. Quando i nuovi germogli sono nati, è conveniente metterli in vasi e aspettare un po’ di tempo prima di coltivarli in piena terra. La talea si può praticare o a primavera inoltrata o durante la stagione estiva. Il ramo della pianta madre che s’intende interrare, deve essere privato del fogliame. Lo sviluppo di queste nuove piante figlie è molto rapido, infatti, già dopo qualche anno, si potrà avere un albero di una certa dimensione.


Chimonanthus praecox: malattie e parassiti

Difficilmente un Chimonanthus praecox viene attaccato da parassiti o è soggetto a malattie. Tuttavia, occorre fare molta attenzione agli afidi. Si tratta di pidocchi che si nutrono della linfa dei germogli, portandoli alla morte. Occorre prendere seriamente in considerazione questi parassiti, già dalla stagione primaverile, rimuovendo gli afidi ed evitando in questo modo una propagazione dei parassiti. Le eccessive annaffiature o un terreno poco drenato portano a un marciume radicale e della chioma del Chimonanthus praecox. In questo caso, sospendendo le annaffiature e potando i rami marci, la pianta può tornare al suo originario livello di salute. Talvolta invece, può verificarsi una condizione inversa: i rami sono danneggiati dalla calura estiva. In questo caso basta nebulizzare la chioma e aspettare che si riprenda. Compiere quest’operazione prima che i raggi solari arrivino sulla pianta.




COMMENTI SULL' ARTICOLO