Papiro pianta

La pianta del papiro fra storia e leggenda

La pianta del papiro è legata alla scrittura egizia, ma anche a testi arabi, latini, greci ed aramaici. Il papiro ricopriva le regioni più umide del delta del Nilo, ma oggigiorno in quelle zone è praticamente scomparso, salvo pochi esemplari, coltivati per fabbricare fogli di papiro per attrazione turistica; è invece facile trovarlo nel Sud del Sudan. Etimologicamente, in egiziano antico, la parola papiro significava "figlio del re" e la pianta di papiro simboleggiava la rinascita e la rigenerazione del mondo. Il suo nome scientifico è Cyperus Papyrus ed è della famiglia delle Cyperaceae. Al genere Cyperus appartengono più di 700 varietà: il Cyperus papyrus è molto diffuso fra le piante da giardino, mentre per quelle d’appartamento, in commercio si trova soprattutto il Cyperus involucratus o alternifolius, che però è originario del Madagascar e dell’Australia.
papiro cyperus alternifolius

Papiro - Albero Artificiale Da Arredo Interno - Alto 180 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 189,99€


Il papiro, una pianta che ama l’acqua

A volte gli amanti del giardinaggio si dividono in due categorie: quelli che si dimenticano di annaffiare e quelli che annaffiano troppo. Per i primi è consigliabile coltivare piante grasse, mentre per i secondi la pianta di papiro è sicuramente fra le più indicate. Il papiro infatti è una pianta acquatica o che comunque ama molto l’acqua e l’umidità. E’ quindi fondamentale controllare che non rimanga mai asciutto, sia che sia coltivato in interno che in esterno. Se decidete di coltivare la vostra pianta di papiro in giardino, l’ideale sarebbe di creare un laghetto artificiale in cui piantarla direttamente: crescerà più rigogliosa e inoltre la resa estetica sarà assicurata. Il papiro vive bene anche in appartamento ma a condizione che la terra sia sempre bagnata e il modo migliore è tenere il vaso in un portavasi di giusta ampiezza riempito d'acqua, in modo che la pianta rimanga costantemente inzuppata: questo garantirà la giusta umidità, soprattutto in estate o in inverno quando il calore dei termosifoni potrebbe asciugare troppo l'ambiente.

  • Esemplare di Cyperus papyrus E' una pianta, questa, che ha colonizzato praticamente tutte le zone paludose del pianeta, partendo dal delta del Nilo, il suo luogo di origine, dove è ancora presente, ma in quantità decisamente mino...
  • giardino con stagno Il giardino d’acqua, grazie proprio alla presenza costante dell’acqua, riesce a conferire allo spazio esterno un aspetto piuttosto particolare. Chi ha una particolar predilezione per le piante acquati...
  • bacopa fiori Il genere Bacopa comprende circa cento specie di piante acquatiche perenni o annuali. La bacopa è una pianta acquatica di tipo perenne diffusa soprattutto negli Stati Uniti ...
  • Elodea densa Le piante ossigenanti sono molto utili per mantenere l’acqua pulita, limpida, senza odori sgradevoli e ben ossigenata, affinché pesci, tartarughe ed altri animali possano vivere bene. Un’alta dose di ...

Semi Ranunculus asiaticus fiore per la casa e il giardino piante fai da te persiano Ranuncolo seme di fiore Bulbi - 20pcs / lot

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


La pianta del papiro: cura e propagazione

talea di papiro Il papiro non richiede cure particolari ma necessita di un’attenzione costante: l’acqua è la prima cosa perché, essendo una pianta acquatica, le radici devono mantenersi costantemente bagnate. Se tenete il papiro in giardino e non vivete in una zona temperata, fate attenzione: teme il freddo e se la temperatura scende a -5° c’è il rischio che la vostra pianta di papiro non sopravviva. In casa occorre invece fare attenzione al periodo in cui il riscaldamento è acceso: i termosifoni seccano l’aria e il papiro ha invece bisogno di umidità, quindi occorrerà non solo annaffiarlo spesso o meglio ancora immergerlo in un portavasi colmo d’acqua, ma anche nebulizzarlo con regolarità. Ricordate poi di tagliare sempre gli steli e le foglie ingiallite o secche e di rinvasarlo ogni due anni utilizzando un terreno sabbioso. Si riproduce facilmente per talea: scegliete uno stelo verde e rigoglioso, tagliatelo a pochi centimetri dal ciuffo, poi prendete un bicchiere colmo d’acqua e immergete lo stelo a testa in giù: in meno di un mese compariranno le radici e potrete piantare la vostra nuova pianta in piena terra.


Papiro pianta: La pianta del papiro: malattie più comuni

pianta del papiro Se durante il periodo estivo avete tenuto la vostra pianta di papiro in terrazzo o in giardino e vivete in una zona in cui l’inverno è piuttosto rigido, allora dovete ospitarlo in casa all’arrivo dei primi freddi: il cambiamento da dentro a fuori potrebbe fare ingiallire un po’ le foglie. L’ingiallimento può essere dovuto ad una mancanza d’acqua, ad una temperatura troppo bassa o ad una mancanza di luce. In ogni caso è meglio allora aumentare la quantità d’acqua, assicurarsi che ci sia una temperatura di almeno 16° e spostarlo in una zona luminosa. In casa, i luoghi ideali in cui tenere una pianta di papiro sono la cucina e il bagno perché solitamente sono le stanze con maggior tasso di umidità. Una malattia comune nel papiro è l’infestazione da afidi o da cocciniglie: in questo caso occorre vaporizzare le foglie con l’olio bianco o inserire nel vaso delle compresse d'insetticida facilmente reperibili in commercio.


Guarda il Video
  • papiro pianta Viene chiamata comunemente papiro una pianta erbacea appartenente al genere delle cyperacee, il cui nome botanico è cype
    visita : papiro pianta
  • pianta di papiro E' una pianta, questa, che ha colonizzato praticamente tutte le zone paludose del pianeta, partendo dal delta del Nilo,
    visita : pianta di papiro

COMMENTI SULL' ARTICOLO