Rododendro

vedi anche: Il rododendro

Le esigenze idriche del rododendro

Il rododendro è una pianta esigente in termini idrici. Scegliendo di coltivarlo all'aperto dovremo preoccuparci del giusto apporto di acqua con annaffiature frequenti. Bisognerà ovviamente tenere in considerazione il clima del luogo in cui viviamo. La stagionalità delle normali piogge potrebbe non essere sufficiente per garantire l'acqua necessaria per la crescita, lo sviluppo e la fioritura di questa bellissima specie. La coltivazione all'interno dei vasi viene fatta raramente, viste anche le considerevoli dimensioni che il rododendro riesce a raggiungere. Tuttavia, avendo scelto una varietà adatta, che ci è stata consigliata dal vivaista di fiducia, dovremo fare in modo che la pianta sia sempre accolta da un terreno umido, non inzuppato ma sempre leggermente bagnato. Per ottenere questa condizione eviteremo di far ristagnare l'acqua, magari andando ad inserire delle palline di argilla espansa sul fondo del vaso ed annaffieremo spesso. All'aperto dovremo collocarlo nel posto più adatto con questo tipo di condizioni di umidità.
Pianta rododendro

Fito Lupini Macinati per Piante di Agrumi e Limoni 2 kg| Concime Naturale Biologico 100% Vegetale, Inodore a Base di Lupini in Microscaglie (1)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,04€


Cure e tecniche di coltivazione

fiore rododendro Per ottenere delle splendide piante di rododendro dovremo seguire alla lettera alcune importanti raccomandazioni. Questa specie non è adatta alla coltivazione nei luoghi troppo soleggiati e sarebbe opportuno cercare di ricreare un ambiente più simile possibile a quello in cui la fioritura del rododendro avviene naturalmente. Dovremo vaporizzare spesso le foglie, facendo attenzione a non farle ingiallire a contatto diretto con i raggi del sole. Potremo effettuare le operazioni di vaporizzazione al mattino presto o la sera dopo il tramonto. In questo modo l'umidità verrà trattenuta per un tempo maggiore e le goccioline che si formeranno non faranno ingiallire le foglie a contatto coi raggi solari. In genere non è necessario potare il rododendro ma è opportuno eliminare i fiori e le parti della pianta che appaiono rovinate ed invecchiate. Ovviamente, essendo una specie di cui possiamo coltivare moltissime varietà, ogni rododendro ha particolari e specifiche esigenze.

  • rhoda geisha Il rododendro appartiene alla famiglia delle ericaceae ed è originario dell'Asia , Oceania , America del nord e Europa . Il nome fu utilizzato per questo genere da LinneoIl genere rododendro compre...
  • Il significato del rododendro, considerato il re degli arbusti tra le piante da fiore sempreverdi dei paesaggi temperati, è un simbolo di eleganza, di bellezza e di temperanza in virtù della moderazio...
  • rododendropotatura La potatura è una tecnica colturale che viene praticata su alberi e piante ornamentali e su alberi da frutto. La sua finalità è quella di rinvigorire la pianta sia sotto il profilo estetico che sotto ...
  • fiori azalea Le azalee hanno bisogno che il terreno in cui risiedono sia costantemente umido. È una pianta delicata, soggetta a malanni se non irrigata bene. In estate più che in inverno è necessario procedere a r...

Rincospermum Falso Gelsomino Pianta in vaso di Rincospermum Falso Gelsomino - 40 Piante in vaso 7x7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 72€


Terreno ideale

Varietà fiori Il rododendro predilige un terreno sciolto e ben lavorato. Prima di metterlo a dimora opereremo in profondità per evitare la formazione di zolle e, soprattutto, per fare in modo che le generose annaffiature che andremo a dare alla pianta possano defluire correttamente. Per ottenere questo risultato ci dovremo occupare anche del substrato, all'occorrenza aggiungendo del terriccio apposito, acquistabile nei negozi specializzati di giardinaggio. Il grado di acidità del terreno dovrà essere verificato e corretto con una concimazione preferibilmente biologica e povera di calcio. Un'alternativa naturale potrebbe essere rappresentata dall'aggiunta dei fonti di caffè che fertilizzano e rendono il terreno leggermente più acido. Quando collocheremo il rododendro a dimora dovremo considerare la grandezza della pianta, evitando di mettere un altro esemplare troppo ravvicinato.


Rododendro: Clima e avversità

Pianta rododendro fiorita Il rododendro è una pianta che ama il clima umido. Abitando in una regione dove questa non è la caratteristica naturale, dovremo inevitabilmente cercare la zona del giardino più fresca. È una pianta che cresce, si sviluppa e fiorisce perfettamente alle altitudini collinari e di montagna. Nelle zone costiere sarà molto difficile ottenere fioriture di qualità e risultati ottimali. Esistono varietà di rododendro più adatte alla collocazione nelle regioni più calde. In linea di massima, tuttavia, l'Italia settentrionale è maggiormente indicata per riprodurre l'habitat del rododendro. Questo fiore può attecchire con successo anche nelle zone boschive dove si ambienta con facilità. Il rododendro può essere attaccato da parassiti e malattie. Il ragno rosso può provocare danni alla nostra pianta. Potremo anche notare un ingiallimento delle foglie le cui cause andranno valutate attentamente prime di ricorrere ad un prodotto chimico specifico. L'irrigazione insufficiente potrebbe essere la causa della caduta anticipata di fiori e foglie.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO