Plumbago capensis

Generalità

Il plumbago capensis appartiene alla famiglia delle Plumbaginaceae; originario dell'America del Sud, è una pianta sempreverde, arbustiva o rampicante, che può arrivare a un'altezza di 2 m; il suo fusto è semilegnoso e i rami sono sottili, allungati e sarmentosi; le foglie sono fornite di picciolo, di colore verde intenso, di forma ovale e lunghe sino a 5 cm. Il plumbago capensis deve la sua diffusione alla bellezza dei fiori, che si sviluppano in gruppi di venti dalla caratteristica forma a ombrello; la fioritura avviene da aprile a fine ottobre. Esistono diverse varietà di plumbago capensis, distinguibili dal colore dei fiori. La crescita spontanea del plumbago capensis tende a essere piuttosto disordinata; per questo sarà bene guidarla e contenerla con adeguate potature.
Fiore di plumbago capensis

Plumbago Capensis Pianta in vaso di Plumbago Capensis - 10 Piante in vaso 7x7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Coltivazione

Plumbago capensis La coltivazione del plumbago capensis non presenta particolari difficoltà: questa pianta ama le posizioni luminose, ma non la luce solare diretta; teme molto il freddo e non sopporta gelate e temperature inferiori ai 10°C, soprattutto se si tratta di una pianta giovane. Il plumbago capensis non ha particolari esigenze in fatto di terreno, purché sia ben drenato, in quanto non tollera i ristagni idrici: a questo scopo, nella coltivazione in vaso sarà bene posizionare, sul fondo del contenitore, pezzi di coccio o ghiaia. Dalla primavera all'estate, il plumbago capensis richiede innaffiature abbondanti, ma si dovrà sempre aspettare che la superficie del terreno sia asciutta prima di procedere con la successiva irrigazione; inoltre, sarà bene vaporizzare la pianta, tranne che nel periodo della fioritura.

  • Plumbago rampicante Questo arbustivo, denominato anche gelsomino azzurro, proviene unicamente dai continenti africano ed europeo ed è annoverato nel peculiare e variegato gruppo familiare delle Plumbaginaceae. Il gradevo...
  • erica carnea L’Erica è una pianta perenne sempreverde che ha origine nell’Europa occidentale e mediterranea ed in Africa, ha dei fiori molto belli che variano a seconda della specie, per questo spesso viene utiliz...
  • Acalifa L’Acalifa è una pianta erbacea perenne di tipo sempreverde che trae la propria origine dal sud-est asiatico fino alle isole del Pacifico dove il cilma è di tipo mediterraneo-tropicale. E’ una pianta c...
  • aucuba japonica variegata L’Aucuba è una pianta arbustiva sempreverde originaria del continente asiatico; attualmente è molto diffusa anche in America ed in Europa nelle zone dove il clima è temperato grazie alle sue foglie mo...

Plumbago Capensis Pianta in vaso di Plumbago Capensis - 40 Piante in vaso 7x7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 49,59€


Moltiplicazione

moltiplicazione plumbago Semina: in primavera, spargere i semi del plumbago capensis sul terriccio, che andrà quindi irrigato, coperto con una plastica trasparente e sistemato all'ombra, a circa 24°C; ogni giorno, sollevare la plastica per evitare la condensa. Quando spunteranno i germogli, eliminare la plastica e sistemare il semenzaio in posizione luminosa e arieggiata. Non appena le piantine diventeranno sufficientemente grandi, trasferirle in vaso e trattarle come piante adulte.Talea: tra maggio e agosto, prelevare talee di 10 cm e piantarle in terriccio fertile e sabbia. Inumidire il terriccio e coprirlo con una plastica trasparente, posizionandolo all'ombra, a circa 20°C.; ogni giorno, rimuovere la plastica per eliminare la condensa. Alla nascita dei nuovi germogli rinvasare le piantine.


Malattie e parassiti Plumbago capensis

plumbago capensis Nel plumbago capensis l'avvizzimento e/o la perdita delle foglie è indice di innaffiature troppo abbondanti o scarse: correggere la frequenza delle irrigazioni. In caso poi di gelate improvvise, la parte aerea della pianta potrebbe seccarsi, ma ciò non significa che il plumbago capensis sia morto: eliminare le parti danneggiate e proteggere la pianta con paglia, torba o tessuto-non-tessuto. Se è ancora viva, a primavera rifiorirà.Inoltre, il plumbago capensis soffre di marciume radicale, per cui controllare sempre che non si formino ristagni idrici.Parassiti: il plumbago capensis è soggetto all'attacco di afidi (piccoli insetti biancastri che si muovono) e cocciniglie (escrescenze marroni o biancastre sulle foglie). In ambedue i casi, trattare la pianta con gli appositi prodotti.



  • plumbago Arbusto rampicante caduco originario dell'Africa, alcune specie di plumbago sono originarie dell'Europa meridionale. Ha
    visita : plumbago
  • plumbago potatura Vorrei informazioni sul plumbago ed in particolare: -si può coltivare sul terrazzo? -necessita di ombra o di sole?
    visita : plumbago potatura
  • plumbago rampicante Questo arbustivo, denominato anche gelsomino azzurro, proviene unicamente dai continenti africano ed europeo ed è annove
    visita : plumbago rampicante

COMMENTI SULL' ARTICOLO