siepi da giardino

Siepi da giardino

Le siepi da giardino sono una soluzione “verde” sempre più usata dagli amanti del giardinaggio. Queste strutture servono non solo a proteggere e a delimitare lo spazio privato, ma anche ad arricchire la resa estetica dello spazio esterno. Per la loro forma,le siepi si presentano come delle “pareti” alte o basse composte da rami, foglie e fiori. Le piante da usare per le siepi da giardino sono tantissime e possono dare vita a soluzioni ombreggianti ed altamente decorative. Spesso, le piante da siepe si possono usare anche per gli spazi pubblici; in tal senso non esiste alcuna differenza tra le siepi da giardino privato o da giardino comunale. Nello spazio privato si tende di solito a scegliere piante facili da gestire e coltivare, ma anche con una resa estetica discreta. Non è comunque semplice coniugare la resa estetica con la possibilità di avere una barriera “verde” protettiva e ombreggiante. In giardino si possono in ogni caso sperimentare diverse soluzioni: siepi sempreverdi, rustiche, fiorite, a foglia caduca. Ognuna di queste deve adattarsi allo spazio disponibile, ai propri gusti e alle condizioni climatiche dell’area in cui sorge il giardino.
siepigiardino1

20 Piante Lauroceraso da giardino siepi siepe vaso 7 (20 vasi)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,99€


Caratteristiche

siepegiardino2 Non esistono caratteristiche univoche per le siepi da giardino: tutte le piante, potenzialmente, possono essere adatte a una siepe privata, ma è bene concentrarsi sulle soluzioni più fattibili e più semplici da gestire. I giardini vengono solitamente decorati con specie sempreverdi, come il lauroceraso e l’alloro. Piante simili, queste ultime presentano diversi ritmi di crescita: più intensi nel lauroceraso e più ordinati nell’alloro. Le due piante non hanno comunque grandi esigenze di coltivazione e si possono gestire con estrema facilità. Solo per il lauroceraso bisogna prevedere un paio di potature l’anno che ne limitino gli eccessi vegetativi. Gli amanti delle siepi sempreverdi con un tocco di colore possono puntare anche sulla photinia, mentre quelli che amano le siepi fiorite possono scegliere il pyracanta, specie sempreverde spinosa che produce bacche intensamente colorate. Una siepe sempreverde da giardino si può creare anche con le conifere, alberi protagonisti di tante siepi create in aree e parchi pubblici. In giardino è ideale anche la siepe fiorita. Le piante per siepi fiorite sono numerose e si possono scegliere tra specie a foglia caduca, cespugli, tappezzanti e rampicanti. Le specie più usate sono l’oleandro, la rosa, la ginestra, la forsizia, il biancospino, la kolwitzia, la spirea, la kerria e il cotinus. Per le siepi basse si possono usare specie come il bosso, la lavanda nana, la lonicera pileata e l’ilex crenata.

  • siepisempreverdigiardino2-1 Le siepi sono ormai delle strutture immancabili nei giardini, sia pubblici che privati. Costruite da filari di piante, queste vere e proprie “barriere” vegetali possono servire a recintare, schermare,...
  • Giardino con siepi sempreverdi Le siepi sono tra gli elementi più importanti e significativi del giardino: costituiti da un filare ordinato e lineare di piante arboree o arbustive, questi muri viventi non solo svolgono una funzione...

SHINE HAI SK5 Cesoie Ergonomiche per Potatura da Giardino in Acciaio-Lame Affilate perfette per tagliare Cespugli, Arbusti & Siepi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,99€
(Risparmi 19,2€)


Messa a dimora

La siepe da giardino può essere creata con piante già adulte acquistate in vivaio o con piante giovani da mettere a dimora e da far crescere con il tempo. La prima soluzione è più pratica da eseguire, mentre la seconda è più complicata ma con il vantaggio di dare nel tempo siepi rigogliose ed esteticamente gradevoli. La messa a dimora delle piante da siepe avviene solitamente nello stesso periodo: dall’autunno alla primavera. Alcune specie più resistenti possono essere messe a dimora tutto l’anno, purché il terreno non sia troppo umido o gelato. Il suolo deve anche presentarsi fertile e ben drenato: i terreni aridi e compatti non sono ideali per la messa a dimora delle siepi. Prima della piantumazione, il terreno va zappato e lavorato. Le buche dove piantare le specie da siepe vanno scavate a una profondità di circa dieci,venti centimetri ( dipende dalle dimensioni della siepe). Le buche si concimano con letame maturo a cui vanno aggiunti torba o terriccio per rendere il terreno fertile e ben drenato. Per le piante da siepe acidofile ( amanti dei terreni acidi) bisogna ricordarsi di correggere il terreno se dovesse essere troppo basico. I terreni a ph basico sono quelli calcarei, duri, compatti e argillosi. La correzione di questi terreni si può effettuare con concimi naturali o chimici a effetto correttivo e con substrati ricchi di sabbia e torba. Dopo aver preparato il terreno, si traccia una linea che indicherà la direzione di sviluppo della siepe. Per facilitare la messa a dimora delle piante, si usano dei paletti di legno a cui vanno legate cordicelle di spago. Le piante si mettono a dimora in posizione verticale: quelle alte vanno messe a una distanza maggiore l’una dall’altra, mentre quelle basse, in posizione più ravvicinata. Dopo aver inserito le piante, si ricopre la buca con il terriccio, si pratica una leggera pressione e si procede all’innaffiatura.


siepi da giardino: Cura

Le siepi da giardino vanno curate con estrema attenzione. Le cure vanno calibrate in base al tipo di piante scelte. Uno degli interventi maggiormente richiesti dalle siepi è la potatura. Questa si può praticare in qualsiasi stagione, a patto di scegliere quella più giusta per il tipo di siepe coltivata. Le siepi senza fiori si potano a fine inverno, mentre quelle fiorite, dopo la fioritura. Le rose rampicanti, che permettono di creare siepi fiorite, si potano, invece, durante la stagione invernale. Alcune specie sempreverdi possono richiedere più potature durante lo stesso anno: il lauroceraso, ad esempio, ha bisogno di essere potato anche più di due volte. Oltre alla potatura, sulle siepi da giardino si può eseguire la cimatura, ovvero la rimozione dei germogli apicali. Questa pratica favorisce l’emissione di nuovi getti rendendo la siepe più compatta e rigogliosa. Se la siepe è composta da conifere è meglio non cimare, perché questa pratica rallenta notevolmente lo sviluppo dei nuovi rami e delle foglie. I rami troppo lunghi della siepe possono anche essere piegati verso il basso, per nascondere eventuali zone vuote. Le siepi vanno anche concimate periodicamente. Il periodo ideale è compreso durante la stagione vegetativa, mentre non è necessario concimare in inverno. I concimi ideali per le siepi da giardino possono essere organici o chimici. Questi ultimi vanno preferibilmente scelti in forma granulare e a lenta cessione.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO