Come coltivare curcuma pianta

vedi anche: Curcuma

L'annaffiatura

La curcuma è una pregiata pianta originaria del continente asiatico, che possiede eccellenti proprietà medicamentose e curative. Il rizoma della curcuma pianta va posto direttamente in terra, senza sotterrarlo completamente, alla comparsa dei primi segni di germoglio si può procedere con l'annaffiatura, prestando attenzione a conservare il giusto grado di umidità nel terreno, bagnato ma non intriso d'acqua. Per aiutarsi nell'operazione di irrigazione del terreno della curcuma, ci si può aiutare frizionando una porzione di terriccio tra le dita, un terriccio umido è già sufficiente bagnato, mentre un terriccio asciutto richiede una buona dose d'acqua. Nella stagione calda, la frequenza di annaffiatura della curcuma sarà ogni 2 o 3 giorni, mantenendo un terreno sufficientemente umido ma evitando un ristagno, che potrebbe portare al marciume del rizoma ed alla conseguente morte della pianta.
Radici curcuma

BioBizz - Try-Pack Indoor

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,16€
(Risparmi 4,49€)


Prendersene cura

Piante curcuma La pianta della curcuma può essere coltivata indifferentemente sia in giardino, oppure in appartamento, l'unica precauzione da osservare è quella di riservarle, durante il periodo autunnale ed invernale, una temperatura minima di almeno 10/12°C. Questo è dovuto al fatto che la curcuma è una pianta tropicale, che non sopporta temperature rigide, per cui se è piantata in giardino, occorrerà dissotterrare il rizoma della curcuma ad inizio autunno, riporlo dentro un sacco di iuta coprendolo di sabbia, custodirlo in un luogo asciutto e scarsamente illuminato fino alla successiva primavera. Nel caso che la curcuma pianta viva in un vaso in appartamento, bisogna stare attenti al momento in cui si verificano le prime perdite fogliari, quindi sospendere l'irrigazione della pianta e portarla in un luogo tranquillo e mite, nel consentirle il necessario riposo vegetativo.

  • Pianta curcuma In Italia è consigliabile coltivare la curcuma in appartamento, perché soffre le temperature basse, infatti al di sotto dei 12 gradi inizia ad avere qualche problema. La sua zona d'origine è l'India e...
  • Piante di curcuma La curcuma pianta è una specie arbustiva rizomatosa originaria dell'estremo oriente. Il rizoma può essere più o meno ramificato a seconda della varietà in questione. Le foglie hanno una forma allungat...
  • erbe aromatiche Le erbe aromatiche e le spezie rappresentano uno degli elementi più importanti nella cucina tradizionale.Si tratta di componenti preziose, dato che sono in grado di rendere più saporiti i vari piatt...

Garden Pocket - Kit di Coltivazione CORIANDOLO - Borsa Maceta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Concimazione

Fiore piante aromatiche Il terreno ideale per la pianta della curcuma è rappresentato da un conglomerato fatto di torba, terriccio da giardino e sabbia, per ricreare un habitat simile a quello di origine. Deve essere morbido al tatto, ottimamente drenato e con una composizione tendente all'acido. Per quanto riguarda la concimazione della curcuma, bisogna attendere la comparsa sulla pianta dei primi germogli, sintomo della ripresa vegetativa e del vigore. A questo punto si parte con una concimazione sistematica, da ripetersi ogni 20/25 giorni, che si effettuerà con la somministrazione di specifico fertilizzante liquido per piante da fiori, scegliendone uno con buona percentuale di azoto e potassio, in modo da agevolare una rigogliosa fioritura e crescita del fogliame. La concimazione della curcuma pianta va terminata alla comparsa delle prime foglie gialle.


Come coltivare curcuma pianta: Principali parassiti

Parassiti erbe aromatiche Come tutte le piante, anche la curcuma può essere soggetta all'attacco di fastidiosi parassiti, che nei casi più eclatanti ed estesi possono portare anche alla morte di questa graziosa pianticella. Fra i più temuti nemici della curcuma ci sono sicuramente gli afidi, nella caratteristica configurazione di piccoli insetti di colore bianco tendente al giallo, di agevole individuazione, mentre durante il periodo della bella stagione un altro pericolo è rappresentato dal ragno rosso, che si manifesta facendo ingiallire le foglie, che avvizziscono e successivamente cadono. Il rimedio più diretto ed immediato contro questa tipologia di aggressioni è quello di impiegare un preciso insetticida per piante, l'alternativa è rappresentata dall'utilizzo di tecniche naturali. Si possono pulire le foglie della curcuma pianta strofinandole delicatamente con un batuffolo di cotone contenente alcool, continuando per un certo periodo questa operazione con una cadenza a giorni alterni. Se la pianta risulterà irrecuperabilmente contaminata dai parassiti, è opportuno estirparla e contemporaneamente bruciarla, per evitare che il contagio si propaghi ad altre piante.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO