Pianta curcuma

vedi anche: Curcuma

Quando irrigare

In Italia è consigliabile coltivare la curcuma in appartamento, perché soffre le temperature basse, infatti al di sotto dei 12 gradi inizia ad avere qualche problema. La sua zona d'origine è l'India ed i Paesi limitrofi che ben sappiamo avere un clima molto differente dal nostro. Coltivandola in vaso, nei periodi in cui si espone al sole è bene annaffiare frequentemente, una volta al giorno nello specifico e nei momenti in cui il terreno non è caldo, consigliamo come orario o la mattina presto o la sera. Nelle giornate in cui invece decidiamo di tenerla al riparo, quindi nei periodi freddi, possiamo irrigare anche a giorni alterni. Possiamo dire con certezza che la curcuma predilige i climi caldo umidi e quindi dobbiamo far sì che si crei questo microclima per coltivarla al meglio, con piccole accortezze.
Pianta curcuma

100 semi Roots Curcuma Curcuma longa erba medicinale Spice * Facile crescere le piante Bonsai Semi Giardino Vasi Seme fresco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Prendersene cura

Radice curcuma Il periodo migliore per iniziare a coltivare la pianta di curcuma è senza ombra di dubbio la primavera, perché l'esposizione al sole la può aiutare a crescere. Durante il periodo invernale è possibile notare una perdita delle foglie e dei fiori, ma non ci si deve preoccupare perché fa parte del normale procedimento di vita della pianta. E' in questo periodo in cui la pianta sembra quasi morente, che è possibile raccogliere la parte del rizoma che si utilizza a scopi terapeutici e culinari, prima che con la primavera ripartano i rizomi nuovi.La curcuma è una pianta che, se ben curata, può vivere per molti anni e dare numerosi rizomi. Si devono raccogliere attentamente le radici cercando di non danneggiare le nuove piante, si consiglia di cambiare terriccio ogni anno e lavare bene il vaso se si vuole riutilizzare lo stesso per evitare eventuali contaminazioni.

  • Radici curcuma La curcuma è una pregiata pianta originaria del continente asiatico, che possiede eccellenti proprietà medicamentose e curative. Il rizoma della curcuma pianta va posto direttamente in terra, senza so...
  • erbe aromatiche Le erbe aromatiche e le spezie rappresentano uno degli elementi più importanti nella cucina tradizionale.Si tratta di componenti preziose, dato che sono in grado di rendere più saporiti i vari piatt...
  • Varietà di timo limone Il timo limone è una pianta aromatica perenne di tipo cespuglioso che cresce bene in zone molto soleggiate e prevalentemente calde. È molto apprezzata per il suo delicato profumo, utile in cucina per ...
  • Fiori bianchi dell'Ocimum basilicum Il basilico o Ocimum basilicum è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Laminacee. Il fusto si presenta eretto e ramificato e può raggiungere i 50 centimetri. Le foglie sono verde...

BOTANICLY | Pianta fiorita – impianto di Curcuma"Siam Splash" con vaso bianco | Altezza: 55 cm | Curcuma

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,95€


La concimazione

Polvere curcuma Abbiamo già spiegato che la pianta della curcuma cerca dei terreni caldo umidi, ma dobbiamo aggiungere che devono essere ricchi di minerali per poter crescere al meglio. Per questo è bene nella fase di invaso unire del terriccio universale, adatto per tutti i tipi di piante, reperibile in commercio. Per quanto riguarda invece il drenaggio si deve fare molta attenzione che nel vaso non vi siano mai ristagni d'acqua, perché questo potrebbe creare grossi problemi alla radice e il risultato sarebbe la perdita del rizoma che si cerca di coltivare a volte anche a fini terapeutici. Per evitare acqua stagnante nel terreno non si devono utilizzare vasi chiusi completamente sotto ma con almeno un foro. Il drenaggio del terriccio è molto importante anche per la corretta ossigenazione, il metodo migliore è quello di mettere sul fondo prima del terriccio delle piccole pietre.


Pianta curcuma: Le possibili infestazioni

Rizoma essicato curcuma La pianta della curcuma, oltre ad avere straordinarie proprietà curative, è di per sé molto resistente. Sia in natura che in vaso è una pianta che difficilmente è vittima di invasioni di parassiti. Nel caso doveste notare delle piccole zone intaccate da parassiti è possibile con uno spruzzino ed acqua, in cui lasciar macerare per una notte intera sei spicchi d'aglio, bagnare abbondantemente tutta la pianta facendo attenzione a non lasciare zone asciutte. Si sconsiglia l'utilizzo di prodotti chimici che possono venir assorbiti dal rizoma ed alterarne le proprietà curative. Possono però trovarsi dei piccoli parassiti anche nel terreno, ed in questo caso è necessario cambiare la terra: estrarre la pianta dal vaso ed eliminare tutto il terriccio, facendo attenzione a toglierlo completamente anche vicino alle radici e utilizzare della terra nuova.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO