Amaryllis

Quanto e quando innaffiare l'amaryllis

Per riuscire a far fiorire al meglio l'amaryllis e quindi far crescere le sue foglie dall'aspetto lineare e lucido che possono arrivare fino a 50 cm, per fare in modo che i suoi steli raggiungano altezze che vanno dai 50 ai 70 cm, di colore verde intenso ed infine ottenere i suoi splendidi fiori a forma di tromba, bisogna prestare particolare attenzione all'innaffiatura. Il terreno dovrà essere caratterizzato da un buon drenaggio in quanto questa è una pianta che non tollera i ristagni idrici; la composizione della terra dovrà bilanciare discretamente sia le sostanze organiche che la sabbia. Durante il periodo della fioritura l'irrigazione dovrà essere mirata solo a tenere il terriccio leggermente umido, mentre andrà bagnato abbondantemente in estate quando il terreno è asciutto; dopo la fioritura sarà opportuno sospendere del tutto l'innaffiatura.
Amaryllis rosso con bordi bianchi

Amaryllis set regalo Amaryllis include pot & Potting compost

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,18€


Coltivare e prendersi cura dell'amaryllis

Amaryllis rosso porpora L'amaryllis è una pianta di facile coltivazione, la posizione ideale per i suoi bulbi sarebbe in piena terra, ma è possibile ottenere delle splendide piante anche in vaso, avendo cura di seguire alcuni accorgimenti. Il vaso deve essere abbastanza grande e profondo inoltre per favorire questo tipo di coltivazione sarà necessario seguire un attento piano di concimazione. L'amaryllis non ama i cambiamenti, infatti i suoi bulbi andranno trapiantati ogni 7 anni circa e ci si dovrà aspettare che nell'anno del primo trapianto non fiorirà poichè ha bisogno di tempo per adattarsi alla nuova condizione. Per la sua moltiplicazione si ricorre ai bulbi più piccoli che si formano sul bulbo principale; questi andranno estratti delicatamente in estate quando è assente la parte aerea dell'amaryllis. Dopo il trapianto dei nuovi bulbi occorreranno circa 4 anni per ammirare i primi fiori.

  • Disegno botanico di due varietà di amarillide Pochi fiori hanno avuto una storia tanto controversa quanto l'amarillide. Il genere di questa pianta bulbosa infatti è stata a lungo confuso con un altro, e ancora oggi non vi è molta chiarezza in pro...
  • Hippeastrum bianco e rosso L'Hippeastrum è un genere di pianta che appartiene alla Amaryllidaceae ed è originario dell'America meridionale. L'Hippeastrum comprende circa 80 specie di piante bulbose sempreverdi oppure decidue es...
  • Fiori di Amaryllis belladonna L’Amaryllis belladonna è una pianta da fiore appartenente alla famiglia Amaryllidaceae. Originaria del Sud Africa, questa pianta è ampiamente diffusa e coltivata in buona parte del mondo a scopo ornam...
  • Crocus Il croco, o crocus, appartiene alla famiglia delle iridacee ed è coltivata nella maggior parte dei paesi del Mediterraneo, ma anche in Asia Minore. Dal bulbo del croco nasce una pianta alta non più di...

Bulbi da Fiore ALTA QUALITA' per fioritura PRIMAVERILE (2, Amaryllis belladonna)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,9€


Come e quando concimare

Amaryllis bianchi La concimazione dell'amaryllis dovrà essere effettuata regolarmente durante tutto il periodo della fioritura e dal momento in cui le sue foglie iniziano a spuntare e a crescere. Sarà necessario prestare particolare importanza alla concimazione della pianta quando questa è provvista di foglie, poichè l'amaryllis potrà accumulare maggiormente le sostanze organiche all'interno dei bulbi, questo consentirà in futuro di ottenere fioriture sempre più abbondanti. Il fertilizzante da somministrare dovrà essere liquido e andrà miscelato con l'acqua dell'annaffiatura in dosi dimezzate rispetto alle indicazioni della confezione. Questo tipo di concimazione deve essere effettuata una volta al mese dopo la fioritura. I concimi ideali sono quelli a base di sangue di bue, ma la soluzione ideale sarebbe quella di somministrare da Luglio a Ottobre un prodotto ricco di azoto e potassio, mentre successivamente si potrà optare per formulati ricchi di fosforo che aiuteranno l'accrescimento del bulbo.


Amaryllis: Esposizione e problemi dell'amaryllis

Bulbi dell'amaryllis L'amaryllis è una pianta che ama stare in pieno sole, se coltivata all'esterno sarà opportuno proteggerla dalle gelate che potrebbero comprometterne la fioritura; se la coltivazione avviene in vaso all'interno della casa, in estate è consigliabile collocarla all'esterno. Le limacce e la mosca del narciso sono dei parassiti che potrebbero attaccare la pianta e crearle problemi; le prime attaccano la foglia rosicchiandola e rischiando di infliggere gravi danni alla pianta. Per allontanarle si potrà procedere manualmente oppure ricorrere a delle esche che possono essere acquistate nei negozi di giardinaggio, ma anche a rimedi come il cibo secco per cani e gatti, la birra, una miscela di lievito e miele, infine si può anche usare un deterrente in rame. La mosca del narciso invece depone nel periodo primaverile le sue uova nelle foglie dell'amaryllis, le larve che nasceranno, migreranno verso il bulbo privandolo di sostanze nutritive. Ci si accorgerà del problema quando le foglie mostreranno una crescita debole senza alcun motivo apparente; in quest'ultimo caso un rimedio è costituito dall'immersione del bulbo in acqua alla temperatura di 45 ºC per un'ora.


  • amaryllis I grandi bulbi comunemente venduti con il nome di Amaryllis, spesso per la fioritura invernale e la coltivazione in appa
    visita : amaryllis
  • amaryllis bianco L'Amarillo, noto anche come Amayllis oppure come Hippeastrum, è una pianta bulbosa originaria dell'Africa Meridionale, l
    visita : amaryllis bianco
  • amaryllis coltivazione Gli amaryllis, o Hippeastrum, sono bulbose a foglia caduca, originarie dell'America meridionale; il bulbo, di grosse dim
    visita : amaryllis coltivazione

COMMENTI SULL' ARTICOLO