Espianto abete rosso e palma

vedi anche: Abete rosso

Domanda : espianto abete rosso e palma

Mia suocera ha avuto la brillante idea di piantare, circa 15 anni fa, due abeti rossi usati per l'albero di natale, e due palme, sul ciglio della strada e a ridosso della recinzione in una aiuola larga circa 60-70 cm. E' possibile un loro espanto? Qual è il periodo migliore? quali le tecniche? Grazie mille
abete rosso

Net Agralan M572 Enviromesh di sicurezza per le colture ad alto fusto XL

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,49€
(Risparmi 0,22€)


Espianto abete rosso e palma: Risposta : espianto abete rosso e palma

Gentile Antonella, benvenuta nella rubrica di giardinaggio.net dedicata alle domande dei lettori. Anche se gli abeti sono degli alberi bellissimi, specialmente se nel loro ambiente naturale, dal piano montano sino al piano subalpino, in città ed in prossimità delle abitazioni possono creare effettivamente dei pensieri e dei problemi.

Il loro apparato radicale si sviluppa infatti in superficie ed in un ambiente come quello urbano, nel quale marciapiedi, strade e aiuole vengono continuamente scavate, sistemate e riscavate, la stabilità di piante come il Picea abies può essere seriamente compromessa. Una pianta come questa infatti nonostante appaia grande e grossa, si sorregge in realtà su sottili equilibri dati dalla complessità delle radici che nel loro insieme collaborano a bilanciare e controbilanciare le forze interne ed esterne che agiscono sulla pianta stessa. Andando a togliere anche solo una piccola parte di queste radici, cosa che spesso avviene accidentalmente durante scavi e lavori di sistemazione delle strade e o delle case, c'è quindi il serio rischio di compromettere la stabilità della pianta di abete rosso aumentando la probabilità che questa cada con l'arrivo di un po' di vento forte o di altri agenti atmosferici.

Piante come l'abete rosso, quando sono posizionate a ridosso di una recinzione vicino al ciglio della strada diventano quindi delle potenziali cause di danni a oggetti e persone. Espiantare un abete rosso di 15 anni non è una cosa semplice; se da un lato l'apparato radicale superficiale riduce la profondità alla quale deve arrivare lo scavo e quindi potrebbe in parte semplificare le operazioni, dall'altro le dimensioni così ridotte dell'aiuola fanno presupporre che le radici della pianta abbiano già da tempo sconfinato e si debba quindi fare uno scavo ben più largo delle dimensioni dell'aiuola per non ledere radici e radichette ed avere quindi maggiori probabilità di attecchimento.

Il periodo migliore per l'espianto di questa specie è durante il riposo vegetativo non appena terminato il freddo intenso onde evitare il rischio di gelate. L'espianto è tuttavia un'operazione molto delicata che presenta una buona percentuale di rischio di insuccesso; maggiore è l'età dell'albero maggiore è la probabilità ed il rischio che l'espianto non vada a buon fine.


  • picea abis willis zwerg L'abete rosso, nome comune per picea excelsa, è un albero dalla bella figura slanciata, particolarmente diffuso nell'Europa settentrionale e centrale e, in generale, nelle regioni a clima nordico. Nel...
  • abete rosso Vorrei sapere come si sviluppano ed a quale profondita possono arrivare le radici dell'albicocco e dell'abete. Vi informo che lo spessore del terreno è di 70cm e sotto di questo ci sono dei garage. ci...
  • abete rosso Salve, sono Luigi,ho acquistato un abete in un vivaio, perché vorrei metterlo a dimora nel mio giardino, ma una volta tolta la rete sotto le radici mi sono reso conto che le radici grandi sono state...
  • Vivaio abeti rossi L'abete rosso teme la siccità, soprattutto nei primi anni. Quindi non bisogna esitare ad innaffiarlo nel periodo secco. Necessita annaffiature regolari, ma non eccessive. Anche il fogliame va spruzzat...

Fiskars GG114730 SingleStep Cesoie per Siepi, Lame 23 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,19€
(Risparmi 14,55€)


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO