La cicerchia

L'irrigazione

Per l'irrigazione della cicerchia si possono utilizzare tecniche di micro irrigazione a basso costo, adatte per piccole aree, soprattutto in condizioni di scarsità d'acqua. Una di queste è la rete d'irrigazione. Si istalleranno due secchi da 20 litri ciascuno a circa 2 metri dal suolo e due tubi che assicurano, per gravità, l'irrigazione a goccia del terreno. Tale sistema consente di irrigare un orto di 25 metri quadri con 40 litri di acqua al giorno. La pompa a pedale è un altro apparato di irrigazione su piccola scala, molto efficace e poco costoso, utilizzabile per coltivazioni domestiche. E' una macchina semplice, alimentata da due pedali di legno, utilizzando un tubo in PVC, una canna di bambù o un tubo flessibile per condurre l'acqua. La pompa a pedale viene adoperata per sollevare l'acqua da stagni, canali, bacini idrici poco profondi. E' facile da installare ed impiegare, ideale per la coltivazione di legumi, come la cicerchia, durante la stagione secca.
Cicerchia

Suttons Seeds 134254 - Mix di semi di cicerchia odorosa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,19€


La coltivazione

Coltivare cicerchia Il Lathyrus sativus, la cicerchia, cresce meglio a una temperatura media compresa tra i 10° e i 25° C, con una piovosità tra i 400 e i 650 mm all'anno. Come gli altri legumi, la cicerchia migliora il contenuto di azoto del suolo. L'impianto va effettuato in primavera o in autunno, ma quello autunnale va riservato alle aree con un inverno mite. Bisognerà allentare il terreno sino in profondità, poiché le radici scenderanno per più di 50 cm. Si passerà la terra al rastrello, seminando come piselli, in tasche da 4, 5 semi ogni 40 cm., o piantando i tuberi come le patate, ponendoli a 10, 15 cm. di profondità, ogni 50 cm. Si rincalzeranno leggermente le giovani piante, per agevolare lo sviluppo degli steli e si collocheranno dei ramoscelli di nocciolo per consentire ai viticci di aggrapparsi. Bisognerà rimuovere i fiori appassiti, per evitare che la pianta si stanchi nella produzione di semi, concentrandosi, invece, sullo sviluppo dei tuberi.

  • viola La viola è una pianta molto apprezzata, sia per la bellezza dei fiori, sia per il suo delicato profumo. Questa pianta appartiene al genere Viola, che conta circa 400 specie differenti di piante erbace...
  • Varietà di prezzemolo Il prezzemolo ha uno sviluppo rapido ma deve essere piantato in una zona non particolarmente soggetta a frequenti sbalzi di temperatura. La semina può essere effettuata nel periodo compreso tra la fin...
  • Pianta di basilico greco Il basilico greco, conosciuto anche con il nome di minimum basilicum, è una pianta che è stata importata nel nostro paese direttamente dal luogo d'origine: l'India. Differisce dalle altre varietà perc...
  • Pianta tagete Il tagete è una pianta annuale perlopiù di piccole dimensioni (con la sola eccezione di un massimo di 1 metro di altezza della varietà erecta) molto diffusa su balconi e terrazzi, così come in aiuole ...

SEMI CICERCHIA MOLISANA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


La concimazione

Cicerchia spontanea La cicerchia non ha bisogno di particolari attività di fertilizzazione. Essa infatti cattura l'azoto atmosferico e lo fissa, grazie ai rizobi, all'interno di un tessuto dai grandi noduli, già nella seconda settimana dopo la nascita. Questa attività raggiunge il picco tra l'inizio e il completamento della florazione e quindi a circa 60 giorni dopo l'apparizione. Possono essere assicurate, durante il periodo di piena vegetazione, fino a 5 unità di azoto al giorno. Circa l'80% dell'azoto fissato nei noduli, migra nelle parti aeree. E' facile stimare la produzione d'azoto: ogni 25 cm di vegetazione al di sopra del terreno, produce circa una tonnellata di materia secca, la quale rende 40 unità di azoto per ettaro, vale a dire il 4% della sostanza secca prodotta. L'altezza della pianta è di 50 cm. e può raggiungere un metro in condizioni ottimali di crescita. Quindi l'azoto potenziale andrà dalle 100 alle 150 unità.


La cicerchia: L'esposizione e le malattie

Foglie pianta annuale La cicerchia si sviluppa bene sia al sole che nella semi ombra. Bisognerà destinarle una collocazione che occuperà almeno per 4 o 5 anni, prima di realizzare una raccolta ottimale. La cicerchia mostra una buona resistenza alle malattie, non necessitando di alcun trattamento. Tuttavia, i suoi giovani germogli sono in grado di attrarre lumache e chiocciole. La loro presenza è denunciata da tracce bavose e piante rosicchiate. Utile è la prevenzione, lavorando il terreno regolarmente e migliorando l'igiene. In caso di invasione, si applicherà un limacide o si preferirà l'aiuto dei nematodi. I parassiti andranno estirpati al crepuscolo. Possibili attacchi possono provenire anche da afidi e tripidi. L'infezione da afidi è annunciata da melata, galle e foglie arricciate. Si spruzzerà un insetticida o si utilizzerà un ausiliario, come le vespe parassitoidi o le zanzare predatori. I tripidi provocano macchie bianche sui fiori e le foglie, e impediscono l'apertura dei boccioli. Si dovrà migliorare la ventilazione, anche annaffiando regolarmente. Sarà ancora utile un insetticida o degli acari predatori come ausiliari.



COMMENTI SULL' ARTICOLO