Primula - Primula polyantha

Primula

La primula è una piccola pianta erbacea, dai fiori coloratissimi. Appartiene al genere Primula, che è un gruppo molto numeroso che comprende circa 500 specie, e alla famiglia delle Primulaceae. Il nome primula deriva dal latino “primus”, cioè primo, in riferimento alla fioritura molto precoce di queste piante; infatti le primule sono le prime piante a fiorire e le possiamo trovare nei campi già subito dopo che la neve si è sciolta. La primula è originaria dell’Europa, dell’Asia e dell’America. Nel nostro Paese è molto diffusa, sia come pianta spontanea, che coltivata; generalmente viene coltivata nei vasi come pianta da balcone o da terrazza, ma la troviamo anche nei giardini dove è usata per abbellire aiuole e creare macchie di colore. Le primule hanno un’altezza che varia dai 20 ai 40 cm; hanno le foglie disposte a rosetta, che sono ricoperte di peluria, arrotondate e dai lunghi piccioli; hanno numerosi fiori con cinque petali, di colori differenti, bianchi, rosa, viola, rossi, gialli.
primula

pinzatrice "primula 6" RO-MA manuale per carta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,85€


Ambiente ed esposizione

La primula va tenuta in un luogo luminoso, o anche a mezz’ombra; non va mai esposta alla luce diretta del sole, che la danneggerebbe. La temperatura ottimale per la crescita di queste piante è di circa 13-14 gradi; non sopportano il caldo, per cui durante l’estate è preferibile tenerle in un luogo fresco con una temperatura non superiore ai 16 gradi; teme il freddo intenso, quindi la temperatura minima non dovrebbe mai scendere sotto i 7 gradi.

  • Primule Questo bellissimo fiore è conosciuto dalla maggior parte delle persone, è forse il fiore più bramato e invocato da tutti noi perché con la sua comparsa ci dà il bell’annuncio dell’arrivo della primave...
  • Primule Tra i tanti fiori che possono essere scelti per decorare il giardino, le primule rivelano particolare diffusione, per via non solo delle dimensioni contenute delle piante, che permettono la coltivazio...
  • Primula veris fiorita La primula veris fa parte della famiglia delle primulaceae ed è una specie che cresce bene solamente all’aperto. Si tratta di una pianta erbacea di tipo rizomatoso e sempreverde. Cresce spontaneamente...
  • Fiori di primula obconica La primula obconica è una pianta perenne erbacea ed è arrivata nel nostro continente direttamente dai paesi asiatici. E' caratterizzata dalla presenza di una rosetta di foglie basali molto grandi e to...

IRPot - 6 X CANDELA PRIMULA 2065 SEGNAPOSTO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Terreno

primula La primula non necessita di un terreno particolare; l’importante è che il substrato sia leggero, ricco di sostanze organiche e soprattutto ben drenato, dato che questa pianta non gradisce i ristagni d’acqua; per favorire il drenaggio si può aggiungere alla terra della sabbia.


Messa a dimora e rinvaso

La messa a dimora delle primule va eseguita in autunno. Si estrae la pianta dal vaso mantenendo intero il suo pane di terra; si scava una buca abbastanza profonda e vi si colloca la pianta; poi si copre con altra terra, si comprime e infine si annaffia abbondantemente. Il rinvaso va effettuato ogni due anni, in autunno; si trasferisce la pianta in un vaso leggermente più grande di quello precedente, con il suo pane di terra, dato che le radici della primula non amano essere disturbate, e si aggiunge altra terra.


Annaffiature

primuleLa primula deve essere annaffiata regolarmente; in estate si consiglia di annaffiare abbondantemente con acqua a temperatura ambiente, mantenendo il terreno sempre umido, ma non inzuppato; bisogna fare attenzione a evitare ristagni d’acqua, che non sono graditi dalla pianta. Nei periodi freddi le irrigazioni vanno diminuite. Quando si annaffia è preferibile non bagnare i fiori, dato che potrebbero macchiarsi.


Concimazione

La concimazione delle primule va effettuata da quando cominciano a comparire i primi fiori e per tutta la durata della fioritura, negli altri periodi va sospesa; si consiglia di utilizzare un concime liquido per piante da fiore, che va diluito nell’acqua delle annaffiature e che va somministrato ogni due settimane.


Riproduzione

La riproduzione delle primule avviene per seme, in primavera. I semi vanno posti in un contenitore con terra e sabbia e vanno coperti con un telo di plastica; il contenitore va sistemato all’ombra ad una temperatura di circa 12-14 gradi; dopo due settimane i semi germoglieranno, a questo punto si elimina il telo di plastica e si colloca il contenitore in un luogo più luminoso; quando le nuove piantine saranno diventate abbastanza grandi, potranno essere trapiantate in vasi singoli; si metteranno a dimora in autunno e fioriranno l’anno seguente. La moltiplicazione delle primule può avvenire anche per divisione dei cespi in autunno, al momento del rinvaso; le nuove piantine vanno messe subito a dimora.


Potatura

Le primule non hanno bisogno di una vera e propria potatura; basta eliminare le foglie secche e le parti danneggiate; vanno inoltre eliminati i fiori appassiti, in modo da stimolare la crescita di nuovi fiori e prolungare la fioritura.


Fioritura

primuleLe primule fioriscono da marzo a fine maggio; la fioritura è abbondante, i fiori hanno cinque petali e sono molto colorati, possono essere bianchi, rosa, viola, rossi, gialli. La fioritura sarà prolungata se si elimineranno i fiori appassiti.


Malattie e parassiti

primule La primula può essere attaccata dagli afidi, che si annidano tra le foglie e possono danneggiare la pianta; in questo caso bisogna intervenire lavando le foglie con una spugna, in modo da eliminare manualmente il parassita, oppure utilizzando un insetticida specifico. Un’eccessiva umidità può favorire la comparsa sulle foglie di muffa grigia, dovuta ad un fungo; il rimedio consiste nel fare asciugare l’acqua in eccesso del terreno e trattare la pianta con un fungicida specifico.


Vendita

Si consiglia di comprare le primule durante il periodo della fioritura. Prima di acquistarle è preferibile osservarle per verificare che la pianta non presenti malattie e parassiti e parti secche o danneggiate. Sono da acquistare piante in buona salute, dall’abbondante fioritura e dai colori vivaci.


Specie

Tra le circa 500 specie di primula si possono ricordare: Primula veris o odorosa, che ha le foglie dentate, disposte a rosetta e ricoperte di peluria, e fiori campanulati di colore giallo o bianco; primula vulgaris, che è la specie spontanea più diffusa nei nostri boschi e che ha dato origine a molti ibridi di differenti colori; Primula farinosa, che ha dei fiori disposti ad ombrella e foglie verde chiaro.


Curiosità

La primula è citata nel “Racconto d’inverno” di Shakespeare dove si recita: “… pallide primule che muoiono nubili…”, in riferimento al fatto che le primule fioriscono all’inizio della primavera, quando gli insetti sono ancora pochi, per cui molti di esse non sono impollinate. Un’antica leggenda narra che San Pietro gettò dal cielo le chiavi del paradiso; nel luogo dove caddero nacquero le prime primule; per questo motivo queste piante in Inghilterra sono chiamate “bunch of keys”, cioè “mazzo di chiavi”.



Guarda il Video
  • primula Il genere primula riunisce circa quattrocento specie di piante erbacee, perenni o annuali, diffuse in gran parte dell’em
    visita : primula
  • primule Questo genere comprende circa quattrocento specie di erbacee perenni, originarie dell'Europa, Dell'Asia e dell'America,
    visita : primule

COMMENTI SULL' ARTICOLO