Verbena

Verbena

La verbena è una pianta erbacea che produce fiori dal profumo intenso e penetrante. Appartiene al genere “Verbena”, che comprende circa 250 specie, e alla famiglia delle “Verbenaceae”. Il nome di questa pianta deriva dalla parola latina “verbenae” che indicava genericamente sterpi e piccoli rami; il nome deriverebbe anche dal celtico “ferfaen”, da fer che significa “scacciare via” e faen che vuol dire “pietra”, in riferimento all’utilizzo della pianta per problemi alle vie urinarie, in particolare per la cura dei calcoli. La verbena è originaria dell’America meridionale. In Italia è molto diffusa e apprezzata, è coltivata in giardino oppure come pianta d’appartamento, o ancora per abbellire balconi e terrazzi. Le verbene hanno un portamento aperto e cespuglioso; hanno fusti eretti e quadrangolari e possono raggiungere un’altezza di 40-80 cm; le foglie sono ovali, con il margine dentellato e le nervature molto evidenti. I fiori sono numerosi, riuniti in spighe e sono di colori differenti a seconda della specie, possono essere lilla, viola, rosa, rossi.
verbena bonariensis

Kit 2 fioriere balconiere rettangolari Verbena con sottovaso, lunghezza 60 cm, colore: terracotta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,59€


Ambiente ed esposizione

verbena hastata La verbena ha bisogno di essere collocata in un ambiente soleggiato in primavera e nei mesi freddi, mentre in estate è meglio posizionarla in un luogo semi ombreggiato. Riesce a sopravvivere al caldo, ma non sopporta il freddo; si consiglia di evitare di esporla ad una temperatura inferiore ai 7-13 gradi.

  • cedrina La cedrina, il cui nome scientifico è “Lippia citriodora”, è una pianta perenne che fa parte della famiglia delle Verbenacee e si caratterizza sopratutto per avere una deliziosa fragranza dovuta alle ...

Kit 3 fioriere balconiere rettangolari Verbena con sottovaso, lunghezza 60 cm, colore: terracotta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 35,79€


Terreno

verbena rossa Per una crescita ottimale della verbena si consiglia di usare un terreno leggero e poroso; è preferibile anche aggiunge al terriccio della torba e della sabbia, che favoriscono il drenaggio.


Messa a dimora e rinvaso

verbene La messa a dimora della verbena va effettuata a partire dalla primavera. Si scava una buca profonda circa il doppio della lunghezza delle radici; si estrae la pianta dal suo contenitore e si pulisce dalla terra in eccesso, facendo attenzione a non danneggiarla; si colloca la pianta nella buca, si ricopre con la terra, si comprime e infine si annaffia abbondantemente. Il rinvaso va fatto in primavera, quando è necessario; la pianta va posta in un vaso leggermente più grande del precedente, si sconsiglia l’uso di vasi troppo grandi perché ciò porterebbe ad un maggiore sviluppo delle radici, a discapito di foglie e fiori.


Annaffiature

La verbena va annaffiata regolarmente, ma non in modo eccessivo. Si consiglia di annaffiare con acqua a temperatura ambiente e di non lasciare che il terreno si asciughi troppo tra un’irrigazione ed un’altra. Le annaffiature devono essere più abbondanti in estate, mentre vanno diminuite nei mesi freddi.


Concimazione

verbena bonariensis Le verbene non hanno bisogno di un’eccessiva concimazione; per una crescita ottimale si può utilizzare un concime organico per piante da fiori, che va somministrato mescolandolo all’acqua delle annaffiature. Il trattamento va fatto nel periodo della fioritura, e va ripetuto ogni due settimane.


Riproduzione

La riproduzione della verbena avviene per seme. La semina va fatta nei mesi di febbraio-marzo; i semi vanno posti in un contenitore con terriccio, che va tenuto sempre umido, e sabbia e vanno posizionati in un luogo ombreggiato. La temperatura ottimale per la crescita delle piantine va dai 18 ai 24 gradi. Una volta che i semi saranno germogliati vanno esposti alla luce e, quando le piantine saranno diventate abbastanza robuste, si potranno trasferire in vasi singoli. La moltiplicazione delle verbene avviene anche per talea, anche se non è un metodo diffuso. Nei mesi di agosto-settembre si staccano le parti apicali, si eliminano le foglie poste più in basso e si pongono le talee così ottenute in un contenitore con torba e sabbia; una volta che le nuove piantine saranno germogliate, potranno essere poste in vasi singoli.


Potatura

verbena viola Le verbene non hanno bisogno di una eccessiva potatura; basta effettuare la cimatura quando ce n’è bisogno, per fare in modo che la pianta mantenga un aspetto compatto. Vanno eliminate, inoltre, le foglie e i fiori secchi e le parti danneggiate. Si consiglia di usare per la potatura strumenti affilati e puliti, per non danneggiare la pianta ed evitale lo sviluppo di infezioni.


Fioritura

La fioritura delle verbene avviene dall’inizio di giugno, alla fine di settembre. I fiori sono riuniti in spighe, sono numerosi e molto profumati; sono di colori diversi a seconda della specie: possono essere lilla, viola, rosa, rossi.


Malattie e parassiti

La verbena può essere attaccate dagli afidi e dalla mosca bianca, che possono danneggiare fiori e foglie; in questo caso si deve cercare di eliminare manualmente i parassiti, oppure si può utilizzare un insetticida specifico. Un’eccessiva umidità può causare dei marciumi, quindi si consiglia di non somministrare troppa acqua.


Vendita

Prima di acquistare le verbene è preferibile controllare lo stato di salute della pianta; bisogna verificare l’assenza di parassiti e malattie e che la pianta sia stata annaffiata sufficientemente (è possibile saperlo osservando se la terra del vaso è umida). Vanno evitate le piante con parti secche e danneggiate, mentre sono da preferire quelle rigogliose, con un’abbondante fioritura e dai colori brillanti.


Specie

Il genere Verbena comprende circa 250 specie, tra queste sono molto note: Verbena officinalis, pianta spontanea che viene utilizzata in erboristeria, ha foglie piccole e lisce e fiori tubolari di colore rosa-lilla; Verbena peruviana, che ha un portamento prostrato, foglie dentate e fiori di forma tubolare di colore scarlatto; Verbena bonariensis, che ha foglie oblunghe di colore verde brillante e fiori grandi color lavanda. Poi c’è il gruppo delle verbene ibride che sono ottenute dall’incrocio di specie diverse.


Curiosità

verbena pianta La verbena era una pianta sacra per gli antichi Romani ed era usata dagli Indiani d’America per curare tosse, febbre, raffreddore; si riteneva che avesse proprietà magiche ed afrodisiache ed era utilizzata anche per incantesimi e sacrifici agli dei. La verbena macinata era posta intorno al collo come talismano, contro il mal di testa e i morsi di serpente e veniva considerata un portafortuna.



  • verbena pianta Il genere verbena conta decine di specie di piante, diffuse in tutto il globo, in particolare in nord America ed in Euro
    visita : verbena pianta
  • verbene La pianta di verbena ibrida presenta specifiche caratteristiche. Per prima cosa, presentano foglie di dimensioni conte
    visita : verbene
  • verbena coltivazione La verbena è una pianta con un fascino davvero particolare; basta pensare che, sin dall'antichità, era utilizzata per le
    visita : verbena coltivazione

COMMENTI SULL' ARTICOLO