Aquilegia

Quando e quanto irrigare la pianta

Il genere di piante denominato Aquilegia comprende differenti interessanti specie e varietà perenni, sempreverdi o a foglia caduca. Si tratta di esemplari molto rustici che crescono spontaneamente in Italia soprattutto nelle zone montane, fino a 2.000 metri di altezza. Durante la stagione autunnale e invernale non richiedono irrigazioni, mentre devono essere regolari con l'arrivo della primavera e per tutta l'estate. Se vengono coltivate in zone dove il clima in estate è molto caldo e afoso, è opportuno tenerle in vaso e sistemarle nelle zone più fresche, avendo cura di somministrare l'acqua in maniera abbondante e frequente. É molto importante non lasciare ristagni idrici che possono danneggiare sensibilmente l'apparato radicale e la pianta. Inoltre, possono tollerare brevi periodi di siccità.
Fiore Aquilegia

35 + SEMI ColomBINA AQUILEGIA VIOLA ALPINA fiore/PERENNE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,4€


Come prendersi cura della pianta

Piante fiori Aquilegia Le erbacee perenni di Aquilegia non richiedono specifiche cure e regalano fioriture particolarmente eleganti e colorate. Sopportano le limitative e fredde temperature invernali, mentre risentono delle condizioni climatiche troppo calde e umide. Possono crescere in diverse tipologie di terreno ma prediligono quelli ben drenati e ricchi di humus. L'ideale è un buon terriccio da mescolare insieme a della terra di foglie. Se vengono coltivate in vaso, è utile aggiungere al composto anche una parte di sabbia grossolana. É consigliabile che la messa a dimora avvenga nel mese di aprile oppure a settembre. Non sono piante molto longeve ma è possibile ottenere nuovi esemplari attraverso la suddivisione dei cespi. Il periodo migliore per procedere alla propagazione è all'inzio della stagione primaverile.

  • aquilegia L’aquilegia vulgaris fa parte della famiglia delle Ranuncolacee ed è sempre stata una pianta particolarmente diffusa e sfruttata per le sue notevoli proprietà a livello terapeutico.La principale car...
  • erica carnea L’Erica è una pianta perenne sempreverde che ha origine nell’Europa occidentale e mediterranea ed in Africa, ha dei fiori molto belli che variano a seconda della specie, per questo spesso viene utiliz...
  • ardisia crenata bacche L’ardisia è un arbusto sempreverde originario della Cina e dell’India Orientale. Nelle zone di origine assomiglia ad un vero e proprio albero con foglie di colore verde piuttosto che crescono in modo...
  • centaurea La centaurea è un genere che comprende al suo interno più di trecento specie di piante erbacee annuali e perenni che provengono dal vecchio continente, ma anche dall'Asia e dall'America settentrionale...

50x EU Akelei SEME AQUILEGIA VULGARIS fiori semi giardino pianta giardino piante mix #415

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,16€


Quando e quanto concimare

Fiore Aquilegia Le piante di Aquilegia sono molto rustiche e possono vivere anche in terreni aridi o rocciosi. Ad ogni modo, per ottenere una fioritura primaverile sempre ricca e colorata, è opportuno fornire a questi vegetali i nutrimenti necessari per la produzione floreale. Innanzitutto, è indicato scegliere un prodotto completo come ad esempio un concime organico, da diluire nell'acqua delle irrigazioni. Le prime somministrazioni si effettuano a partire dal mese di marzo, all'incirca ogni due settimane. É opportuno sospendere l'impiego del fertilizzante durante i mesi più caldi di luglio e agosto. In alternativa, è possibile optare per l'utilizzo di un concime granulare a lenta cessione da distribuire direttamente sul terreno. Il periodo più adatto per dispensarlo è quando le temperature invernali iniziano ad alzarsi.


Aquilegia: Esposizione, malattie e possibili rimedi

Tipologie pianta L'esposizione è un aspetto rilevante nella coltivazione delle Aquilegie. Infatti, amano le posizioni ben soleggiate ma possono soffrire e facilmente deperire, se vengono lasciate al sole durante le ore più calde nelle giornate estive. L'ideale è scegliere una posizione che sia soleggiata la mattina e a mezz'ombra nel pomeriggio. Tra le patologie più comuni che possono colpire le Aquilegie c'è la cosiddetta ruggine, riconoscibile per le macchie brune che compaiono sul fogliame. Per fermare la malattia è consigliabile impiegare un fungicida sistemico e seguire attentamente le indicazioni di somministrazione riportate sul prodotto. Le limacce e gli afidi sono alcuni dei parassiti che possono attaccare queste piante. In entrambi i casi, è possibile intervenire asportandoli manualmente con un batuffolo imbevuto di sapone neutro.


  • aquilegia L’aquilegia, comunemente chiamata Colombina, o anche ballerina, è una pianta perenne; esistono molte specie di questa pi
    visita : aquilegia
  • aquilegia fiore Pianta erbacea perenne originaria della maggior parte delle aree temperate del nostro pianeta. Forma bassi ciuffi circol
    visita : aquilegia fiore

COMMENTI SULL' ARTICOLO