Nasturzio

Caratteristiche generali

Il nasturzio è una pianta originaria del Perù che nel 1600 è stata importata in Europa e qui coltivata in numerose forme ibride. Allo stato naturale è una pianta perenne mentre alle nostre latitudini è annuale, perché non sopporta il gelo. La caratteristica principale del nasturzio è la commestibilità, non solo, la pianta ha proprietà terapeutiche e viene usata in erboristeria. Il sapore è gradevole e vagamente piccante e nel 1600 è stata importata per combattere lo scorbuto. Oggi, in erboristeria, è utilizzata per la carenza di vitamina C e fiori, foglie e fusto vengono usati per insaporire le insalate. Un’altra caratteristica peculiare di questa pianta è l’impermeabilità delle foglie, infatti il terreno va mantenuto costantemente umido. Non bisogna annaffiare troppo perché la pianta sopporta bene un po’ di siccità e bisogna sospendere completamente quando le foglie cominciano a ingiallire oppure inizia il riposo vegetativo. A seconda delle specie e del clima le foglie sono perenni o cadono; questa pianta rampicante può raggiungere anche 3 metri di altezza. Il nasturzio mal sopporta il gelo, difatti la maggior parte delle specie sopravvivono soltanto nella stagione calda e poi muoiono.
Fiori nasturzio

Microgreens - Nasturzio nano - foglie giovani dal sapore unico - 160 semi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Esposizione e cura

Nasturzio vaso Per ottenere fioriture belle e rigogliose bisogna posizionare il nasturzio in pieno sole, perché all’ombra produce pochi fiori. Alcune specie sono perenni e quando arriva il freddo vanno protette con degli appositi teli e il terreno va cosparso di pacciamatura per scongiurare le gelate che sono fatali per le radici. Non è facile riuscire ad ottenere fioriture regolari tutti gli anni, perché il freddo è molto pericoloso anche per le specie perenni. La maggior parte dei tipi di nasturzio dura solamente un anno e poi muore, infatti è considerata una pianta annuale. Le specie possono essere striscianti o rampicanti e la crescita della pianta è piuttosto rapida se è posta nelle condizioni ottimali di sole e umidità ambientale, aggiungendo un po’ di concime nei periodi giusti. Il nasturzio non ha particolari esigenze e si adatta a qualunque tipo di terreno per piante fiorite magari con l’aggiunta di sabbia e torba per favorire il drenaggio. Oltre alle gelate il nasturzio teme il ristagno d’acqua che non va mai lasciata nel sottovaso. Questo fiore si può seminare oppure mettere direttamente a dimora le piantine già pronte tra marzo e maggio e la fioritura si avrà tra maggio e ottobre a seconda delle specie.

  • begonie Questa sezione è dedicata alle piante annuali, cioè quelle il cui ciclo vitale dura un anno oppure una o due stagioni. Parleremo, tra le altre, di alcune piante molto note che troviamo nei nostri parc...
  • Struttura della castagna d’acqua La castagna d’acqua nota anche con il nome di trapa natans è originaria delle regioni dell’Europa, dell’Asia e dell’America settentrionale. Si tratta di un esemplare che si sviluppa nell’acqua dove af...
  • Begonia gialla La Begonia è un tipo di pianta che predilige l'umidità ambientale. Dunque, è fortemente consigliato cercare di irrigare la pianta frequentemente, specialmente durante la bella stagione. Tuttavia, occo...
  • Fiore di fiordaliso blu Il fiordaliso è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Asteracee. Ama temperature miti, anche se è in grado di tollerare bene sia il caldo che il freddo. Nel suo periodo vegetativo il fio...

Suttons Seeds 139827 semi nasturzio, collezione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,15€


Concimazione

Fiori tisana Il nasturzio va aiutato con una buona concimazione che deve essere messa nel terreno prima di seminare o interrare la piantina, continuando durante tutta la fioritura. Il concime non va dato in quantità eccessiva, ma somministrato regolarmente almeno ogni due settimane e sospendere del tutto in inverno per riprendere verso aprile e sperare che la pianta fiorisca nuovamente. La coltivazione del nasturzio è abbastanza facile perché, oltre ad un po’ di concime regolare e a prestare attenzione alle gelate, non richiede altri particolari accorgimenti. Il concime adeguato va diluito nell’acqua ed è costituito da quello comune già pronto per piante fiorite, composto dagli elementi nutritivi essenziali dei quali la pianta ha più bisogno quando produce i fiori. Le specie rampicanti si usano per coprire i pergolati, mentre quelle striscianti per decorare i giardini e le aiuole. La pianta viene coltivata anche nei vasi, nel qual caso ha bisogno di essere posizionata in una zona ricca di luce in pieno sole. Durante le estati torride i fiori possono appassire e necessitano di un po’ d’ombra o comunque di un maggior apporto di acqua per sopperire all’aridità del terreno.


Nasturzio: Malattie e cure

Nasturzio in giardino Come tutte le piante fiorite, anche il nasturzio è soggetto ad ogni sorta di parassiti e malattie. Gli afidi gradiscono moltissimo i boccioli e i nuovi germogli e vanno trattati tempestivamente cercando di bruciare le parti malate per non diffondere i parassiti nel resto della pianta. I funghi si sviluppano facilmente quando c’è troppa umidità e soprattutto quando nel sottovaso ristagna l’acqua, che con ogni probabilità farà marcire le radici. Generalmente non va potato, ma foglie e fiori secchi vanno tolti regolarmente in modo da fare respirare i nuovi germogli e permettergli di avere lo spazio necessario per nascere, respirare e svilupparsi. Se fiori e foglie appassiscono non è detto che siano stati attaccati da qualche fungo o parassita, ma piuttosto che possono essere sbagliate le irrigazioni. Quando si desidera usare il nasturzio per mangiarlo in insalata o per prepararci delle tisane o altre ricette, bisogna assicurarsi che foglie e fiori siano perfettamente integri e completamente privi di macchie marroncine, segnale di malattia o infestazione parassitaria. Tutte le patologie si trattano con i prodotti appositi e la pianta non va mangiata se viene somministrato insetticida.


  • nasturzio I fiori di nasturzio necessitano di una posizione luminosa e soleggiata, l'ombra causa scarse fioriture. Vanno sistemati
    visita : nasturzio

COMMENTI SULL' ARTICOLO