Piede di capra

Piede di capra

E’ un fungo commestibile molto apprezzato, specie sott’olio. In questa scheda parliamo infatti del piede di capra, nome volgare che indica in realtà l’Albatrellus pes-caprae, fungo conosciuto anche per la sua caratteristica forma a ventaglio che imita il piede di una capra, particolare da cui deriva appunto proprio il nome omonimo.

piededicapra

Pecora in piedi, pecora, capra, Set di 3 Pasqua formine, stampi a

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,9€


Habitat

Il piede di capra è un fungo commestibile che vive nelle zone umide dei boschi di latifoglie. Viene ed è classificato come una specie saprofita perché si nutre del legno degli alberi morti. I saprofiti, infatti, sono tutte quelle specie che sopravvivono nutrendosi proprio di materia organica non vivente.

  • bruin1 Il fungo di cui parliamo in questo nuovo approfondimento è volgarmente chiamato “bruin”, nome probabilmente derivato da un dialetto del Nord Italia. Il inglese, invece, il termine ‘bruin’ indica una p...
  • gasparin2 Gasparin è il nome comune di un fungo scientificamente chiamato Albatrellus pes caprae. Questa specie è conosciuta anche come bruin, barbone, lingua di brughiera e piede di capra. Quest’ultimo nome ...

Stone-Lite - Statuetta - Monaco Shaolin dormiente - 28 cm - brillante - lavorazione dettagliata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,99€


Morfologia

Il piede di capra si presenta con un cappello subcircolare e irregolare, tubuliforme e lungo da quattro a dodici centimetri. La cuticola, cioè la superficie esterna dello stesso, è ricoperta da squame ed è di colore scuro o bruno. Il margine è invece regolare, intero e sottile. Il fungo presenta anche dei tubuli di colore bianco e poi giallo che decorrono sul gambo. La loro lunghezza è di circa cinque millimetri. La struttura del fungo è caratterizzata anche da pori ben evidenti di colore bianco e poi giallo negli esemplari vecchi. Larghi fino a due millimetri, questi pori sono a forma di poligono e tendono a macchiarsi di giallo se vengono toccati. Il gambo, invece, molto eccentrico, grosso, a forma di cilindro o di clava, misura tra tre a cinque centimetri di diametro ed è lungo da uno e mezzo a tre centimetri. La sua colorazione va dal bianco giallo, al giallo rossastro. Le spore sono massive e non amiloidi, bianche e a ellisse.


Carne

Il piede di capra ha una carne solida e compatta che va dal bianco al giallo chiaro. Il sapore è di nocciola, mentre l’odore è assente. Si tratta di un fungo commestibile che può essere conservato sott’olio. Gli usi principali del piede di capra sono proprio nella conservazione con olio e sale.


Nomi

Il nome del fungo deriva dal latino pes-caprae, che significa proprio piede di capra. Altri nomi volgari del fungo sono lingua di brughiera, barbone e fungo di pietra. Gli ultimi due nomi sono rispettivamente usati in Veneto e in Calabria. Il piede di carpra appartiene al genere Albatrellus e alla famiglia della albatracellare, ma in tempi lontani veniva anche assimilato al genere boletus, lo stesso dei porcini. Uno dei nomi obsoleti del fungo è infatti Boletus Pes-carpae.




COMMENTI SULL' ARTICOLO